Il Napoli torna a vincere nell’ottava giornata di Serie A, piegando l’Hellas Verona allo stadio San Paolo grazie alla vena realizzativa ritrovata di Arek Milik. Il polacco, schierato dall’inizio da Ancelotti, era atteso al riscatto e non ha deluso, segnando la doppietta decisiva. Tre punti importanti per salire a 16 punti in classifica e portarsi a meno uno dal terzo posto dell’Atalanta, Verona fermo a 9 e autore comunque di una buona partita.

LA CRONACA DELLA PARTITA – – Il secondo anticipo della giornata numero otto di Serie A vede giocare, allo stadio San Paolo, il Napoli di Carlo Ancelotti e l’Hellas Verona di Ivan Juric. Il Napoli vuole mettersi alle spalle dubbi e incertezze che ne hanno contraddistinto le ultime uscite, facendo scivolare gli azzurri al quarto posto in classifica con 13 punti. Per Mertens e compagni alcune ‘stecche’ non messe in conto, come il ko interno col Cagliari. Dall’altra parte a Fuorigrotta arriva un Verona col morale alto e in fiducia, con 9 punti in classifica e più in generale una consapevolezza di poter mettere in difficoltà qualsiasi avversario con la propria intensità. Nell’ultimo turno gli scaligeri hanno ottenuto la seconda vittoria stagionae, nel 2-0 interno alla Sampdoria.

Sul fronte formazioni ufficiali, Carlo Ancelotti manda in campo il Napoli col modulo 4-4-2. Davanti a Meret largo a Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas e Ghoulam in difesa. A centrocampo altra linea a quattro con Callejon, Zielinski, Allan e Insigne, mentre davanti c’è Younes a sostenere Milik. Risponde Ivan Juric con l’ormai collaudato 3-4-2-1. In porta sempre Silvestri protetto da Rrahmani, Kumbulla e Gunter. In mezzo ci sono da destra verso sinistra Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso e Lazovic, con Pessina e Zaccagni alle spalle di Stepinski.


Primo tempo, Napoli avanti 1-0


Ancelotti, allenatore Napoli

Il match inizia non su ritmi altissimi, con la prima occasione creata dal Napoli al 13’: sugli sviluppi di un corner è Di Loreno a colpire il pallone di testa, ma Silvestri è reattivo e dice no. Il Verona però ben presto alza l’intensità del suo gioco e mette in grande difficoltà gli azzurri. E al 18’ arriva una clamorosa tripla occasione per gli scaligeri: Lazovic punta Manolas e lo salta con la sterzata. Sul suo tiro s’oppone Meret, così come sulla ribattuta di Pessina. La palla va ancora a Stepinski, che calcia e per la terza volta il portiere azzurro si esalta. Ancelotti in panchina si sbraccia, non contento evidentemente.

Il Verona continua ad attaccare costantemente con sei/sette uomini, costringendo i partenopei sulla difensiva. Al 32’ è Faraoni a mettere alto da ottima posizione con la testa, il Napoli si salva e al 37’ passa in vantaggio: dopo un’azione d’angolo, apertura di Malcuit per Callejon a sinistra, lo spagnolo mette giù e appoggia a Fabian, l’ex Betis col mancino mette al centro dove Milik devia in rete con un tocco di giustezza a battere Silvestri. Nel finale di tempo il Napoli prova anche a raddoppiare, con la botta da fuori di Fabian che termina a lato.


Secondo tempo, segna ancora Milik


esultanza gol Milik, Napoli-Verona

Il secondo tempo si apre senza cambi e con un Napoli che continua a giocare come nel finale di prima frazione. Al 48’ si fa vedere Insigne: azione insistita con Fabian che appoggia al suo capitan, il suo tiro viene deviato prima da un difensore e poi da Silvestri. Poco dopo Juric manda in campo Salcedo per Zaccagni, mentre è ancora Silvestri ad essere chiamato in causa da Fabian. Al 60’ arriva il secondo cambio in casa Verona con Di Carmine a rilevare Stepinski al centro dell’attacco. La risposta di Ancelotti si chiama Zielinski al 65’, col polacco in campo al posto di Younes.

E al 67’ il Napoli trova il 2-0: punizione a rientrare di Insigne dal lato corto sinistro dell’area, intervento acrobatico col sinistro di Milik e palla in rete. Doppietta per il polacco che fa esplodere il San Paolo. A quel punto il Napoli va in gestione del match, anche se il Verona prova a riaprire la partita con Di Carmine prima e Kumbulla poi. Nel frattempo al 76’ c’è spazio per Mertens negli azzurri al posto di Insigne, poco dopo anche per Llorente al posto di Milik. E all’83’ Napoli vicino al tris: cross per Llorente, che incorna e trova la risposta di Silvestri, sulla ribattuta c’è Mertens, che spara il destro e spedisce sul palo. Finisce 2-0 per il Napoli.


Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020