Finisce in parità l’attesissimo Derby della Madonnina tra Milan e Inter: è 1-1 al Meazza. Un match che si è deciso di fatto nel primo tempo col vantaggio nerazzurro col rigore di Calhanoglu all’11’ e il pari rossonero al 17′ con l’autorete di De Vrij. Rammarico in casa Inter per il secondo rigore di serata fallito però da Lautaro Martinez al 25′, con l’argentino ipnotizzato da Tatarusanu. Secondo tempo con l’Inter molto pericolosa nella prima parte e Milan a chiudere forte colpendo un palo con Saelemaekers al 90′. E così in vetta alla classifica resta tutto invariato, con Napoli e Milan in vetta a quota 32, a più sette sull’Inter.

CRONACA MILAN-INTER – Le formazioni ufficiali ci dicono che Stefano Pioli conferma il solito 4-2-3-1 ma con Krunic dal 1′ assieme a Diaz e Leao nel supportare Ibrahimovic. A centrocampo Tonali e Kessié, mentre in difesa c’è Ballo-Touré al posto dell’assente Hernandez. Dall’altra parte Simone Inzaghi non modifica il 3-5-2 consueto, con la coppia d’attacco formata da Dzeko e Lautaro Martinez. In mezzo al campo, assieme agli inamovibili Barella e Brozovic, c’è il grande ex Calhanoglu, con Darmian e Perisic esterni.

Primo tempo, 1-1 e tanto altro

Sfida subito bollente al Meazza e al 9′ arriva l’episodio che sblocca il match: Kessié perde palla davanti alla propria area di rigore e poi commette fallo ai danni di Calhanoglu all’interno della stessa, con Doveri che assegna il penalty ai nerazzurri. Dopo la conferma del VAR è lo stesso Calhanoglu a battere Tatarusanu con una botta centrale. La reazione del Milan è pronta e al 17′ è già 1-1: pallone su calcio di punizione messo dentro da Tonali per Tomori, salta ma non colpisce l’inglese che con il suo movimento inganna De Vrij che di testa devia alle spalle di Handanovic. Match che torna in equilibrio, ma l’Inter al 25′ si guadagna il secondo rigore di serata: taglio di Darmian in area di rigore che viene steso dalla scivolata di Ballo-Touré.

rigore Hakan Calhanoglu, Milan-Inter

Dal dischetto questa volta si presenta Lautaro Martinez, l’argentino calcia in diagonale ma si fa ipnotizzare da Tatarusanu che in tuffo blocca in due tempi. Nel finale di primo tempo il risultato non cambia, ma le occasioni non mancano. Al 37′ Milan pericoloso con Leao che di sinistro impegna Handanovic, ma sono dell’Inter le chance migliori. La prima al 44′: grande azione di Bastoni che arriva fino alla linea di fondo e mette dietro per Barella che dal dischetto del rigore calcia di prima trovando il salvataggio sulla linea di Ballo-Touré. Poco dopo è invece Lautaro, servito da Dzeko, a mettere di un soffio a lato col destro da ottima posizione.

Secondo tempo, finisce pari

Il secondo tempo si apre con Kalulu al posto dell’ammonito Ballo-Touré nel Milan, ma con l’Inter a spingere forte sull’acceleratore. Tra il 55′ e il 56′ i nerazzurri si rendono pericolosi, prima con Lautaro e poi con Calhanoglu, ma senza fortuna. Pioli comunque vede i suoi in difficoltà e al 59′ opera altri due cambi, inserendo Saelemaekers per Brahim Diaz e Rebic per Leao per cercare di dare freschezza alle fasce laterali. Anche Simone Inzaghi cambia, inserendo prima Vidal per Barella (problema al flessore) al 68′, poi Correa per Dzeko e Dumfries per Darmian al 76′. Ma prima al 72′ subito Vidal pericoloso, ma il cileno trova pronto due volte Kalulu nell’opposizione.

Nel Milan, che soffre e si difende, dentro anche Bennacer per Tonali. I rossoneri si fanno vivi dalle parti di Handanovic all’82’, con la botta da fermo di Ibrahimovic che impegna nella respinta il portiere sloveno. Le ultime mosse degli allenatori sono da una parte Dimarco per Bastoni e Sanchez per Lautaro, mentre dall’altra parte Bakayoko rileva Krunic. Il finale di partita vede il Milan spingere forte e sfiorare la rete al 90′: Saelemaekers arriva al limite e calcia trovando però il palo della porta di Handanovic, poi Kessié sulla ribattuta mette fuori. E’ l’ultimo squillo, finisce 1-1.

Ti può interessare

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2021/2022

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A