L’Inter prova la fuga in vetta alla classifica, battendo per 3-0 il Milan nel Derby della Madonnina e andando a più quattro in classifica sui rossoneri. La formazione di Antonio Conte si è dimostrata superiore, mettendo in discesa il match dopo 5 minuti con Lautaro Martinez, poi ad inizio ripresa la reazione rossonera con Handanovic determinante, prima dei nuovi sigilli dello stesso argentino e di Lukaku.

CRONACA PARTITA – Sul fronte formazioni ufficiali, il Milan di Pioli si schiera col solito 4-2-3-1 col ritorno in campo di Calabria, Kjaer, Kessié, Saelemaekers, Calhanoglu e Ibrahimovic rispetto a quanto visto giovedì scorso in Europa League. Dall’altra parte Antonio Conte conferma in toto l’undici iniziale che ha battuto la Lazio domenica scorsa, dunque con la presenza di Eriksen e Perisic a centrocampo.

Primo tempo, sblocca subito Lautaro

Ci si aspetta una fase di studio, ma invece questa svanisce al 5′ perché l’Inter passa in vantaggio: Lukaku dalla destra, dopo che Kjaer aveva rimpallato in estirada un suo cross, rientra sul mancino e mette al centro, il pallone scavalca proprio il difensore danese e finisce sulla testa di Lautaro che fredda Donnarumma. Il Milan accusa il colpo e l’Inter prova ad approfittarne, con i rossoneri che riescono comunque a limitare i danni. La prima reazione arriva al 15′, quando Ibrahimovic, al termine di una mischia, prova col tacco a sorprendere Handanovic senza fortuna. L’Inter comunque gioca meglio e nella prima mezz’ora, specie con Perisic, sfonda nella trequarti rossonera, ma Lukaku ‘mastica’ un mancino da ottima posizione.

gol Lautaro, derby Milan-Inter

Nell’ultimo quarto d’ora però il Milan viene fuori e mette pressione ai nerazzurri, sfiorando il pari al 33′: bravo Theo Hernandez a tagliare verso il primo palo e incrociare il destro dopo un controllo a seguire nell’area interista, Handanovic resta immobile, ma il pallone sfuma a lato di un soffio. In contropiede però la squadra di Conte resta molto pericolosa, come al 37′ quando è Donnarumma a farsi trovare pronto sul destro di Perisic. L’ultimo sussulto arriva al 44′: pallone perso ingenuamente da Bastoni, la palla viene controllata da Ibrahimovic che dal fondo serve Calhanoglu al limite, ma il turco invece di calciare a rete col mancino prova un’imbucata complicata per Rebic, sprecando una grande chance. All’intervallo dunque si va con l’Inter avanti 1-0.

Secondo tempo, Handanovic e Lu-La chiudono il Derby

Il secondo tempo si apre senza cambi, ma con un Milan rabbioso e che sbatte solo contro Handanovic per ben tre volte in pochi istanti. Al 47′ salva due volte su Ibrahimovic, prima con un intervento di polso sul colpo di testa dello svedese, poi ancora su quest’ultimo di puro istinto e opponendosi col corpo. Ma per lo sloveno il ‘lavoro’ non finisce qui, alzando in corner un sinistro di Tonali fatto partire dall’interno dell’area di rigore. Il Milan spinge forte, ma l’Inter al primo affondo della ripresa, minuto 57, vola sul 2-0: Hakimi va via sulla destra e serve al centro Eriksen, il danese temporeggia e serve l’accorrente Perisic, il croato dal fondo mette a rimorchio per Lautaro che di sinistro insacca.

gol Lautaro, derby Milan-Inter

Per il Milan le cose si mettono davvero male, dovendosi scoprire ulteriormente e per l’Inter gli spazi diventano voragini. E per uno come Lukaku è un invito a nozze e al 66′ arriva anche il timbro del belga: difesa rossonera completamente aperta, il numero 9 prende palla punta Romagnoli e poi trafigge Donnarumma con un bellissimo sinistro a fil di palo. La parte finale di Derby vede Pioli mandare in campo Leao, Meité e Tonali, pensando anche ai prossimi impegni, a cominciare dalla sfida alla Stella Rossa di giovedì. Anche Conte, pur non avendo più impegni infrasettimanali europei, inserisce forze fresche con Darmian, Gagliardini e Sanchez. Finisce 3-0 per l’Inter, con Handanovic ancora pronto su un sinistro di Rebic. E’ festa nerazzurra, adesso il Milan non dovrà perdere la calma, dopo aver incassato la quarta sconfitta nelle ultime otte di campionato.

Info Serie A 2020-2021

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2020-2021