La Juventus riparte con una vittoria e per Andrea Pirlo la prima in panchina è assolutamente positiva. Il 3-0 alla Sampdoria è stato aperto in avvio di gara dal gol di Kulusevski al 13′, per essere chiuso nel finale con i sigilli di Bonucci al 79′ e Ronaldo all’88’. Per i blucerchiati l’obiettivo è ripartire dal discreto secondo tempo, aspettando rinforzi dal mercato, a iniziare da Keita Balde.

CRONACA JUVENTUS-SAMPDORIA – Sul fronte formazioni ufficiali Andrea Pirlo schiera la sua ‘prima’ Juventus col modulo 3-5-2. In difesa ci sono Danilo, Bonucci e Chiellini, con la sorpresa Frabotta esterno sinistro a centrocampo. In mezzo Rabiot, McKennie, Ramsey con Cuadrado a destra, infine in avanti Kulusevski e Ronaldo. Novità non annunciata anche nella Sampdoria di Claudio Ranieri, col tecnico romano che punta sul 4-5-1 e con Bonazzoli unica punta, mandando Quagliarella in panchina. A centrocampo Depaoli e Leris esterni, con Thorsby e Jankto ai lati di Ekdal.

Primo tempo, sblocca Kulusevski

Il match inizia su buoni ritmi e dopo un gran tiro di Danilo da fuori che fa venire un brivido ad Audero, la Juventus al 13′ sblocca il match: azione rapida da Ramseiy a Cristiano Ronaldo che entra in area di rigore e prova la conclusione. Il pallone viene respinto e termine sui piedi di Kulusevski che fa partire un mancino angolassimo che non lascia scampo al portiere blucerchiato. Insomma battesimo migliore per lo svedese non ci poteva essere.

Bonucci-Leris, Juventus-Sampdoria

La Sampdoria non riesce a reagire e Juventus ancora vicinissima alla rete al 23′: pallone recuperato da McKennie su Ekdal e passaggio per Ronaldo. Il portoghese mette il turbo, entra in area e calcia con violenza ma è la traversa a negargli la gioia del gol. Sempre CR7 al 34′ ha un’ottima chance, ma il suo destro dall’interno dell’area di rigore, dopo un pallone messo in mezzo da Ramsey e sporcato dalla difesa blucerchiata, finisce clamorosamente a lato. Al 45′ arriva anche la prima occasione per gli ospiti: Bonazzoli serve sulla destra l’inserimento sulla destra di Depaoli, Chiellini indietreggia e temporeggia, ma il diagonale dell’ex Chievo termina sul fondo.

Secondo tempo, nel finale la Juve allunga

Il secondo tempo si apre con Ranieri che effettua subito tre cambi, inserendo Ramirez per Depaoli, Quagliarella per Leris e Yoshida per l’ammonito Tonelli. La prima occasione è per la Juventus, con un sinistro di Frabotta che Audero tiene in due tempi. La Sampdoria gioca in maniera ovviamente più offensiva, pur non creando grandi pericoli. Il primo cambio per Pirlo è De Sciglio al posto di Frabotta, mettendo forze fresche.

Pirlo, allenatore Juventus

Il match resta sempre in equilibrio entrando nell’ultimo quarto d’ora, ma i bianconeri al 79′ fanno 2-0: sugli sviluppi di un corner, Bereszynski liscia completamente il rinvio favorendo McKennie, la sua conclusione trova la respinta di Audero ma nulla può sul tap in vincente da parte di Bonucci. Nel finale arrivano molte occasioni per entrambe le squadre, ma è Ronaldo a mettere il punto esclamativo sul match con un destro in diagonale per il tris finale.

Info Serie A 2020-2021

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2020-2021