Il terzo anticipo della 26esima giornata di Serie A, dopo l’1-1 in Spezia-Benevento e la vittoria dell’Udinese (2-0 al Sassuolo), ha visto la Juventus battere per 3-1 la Lazio in rimonta con la rete di Rabiot e la doppietta di Morata. I bianconeri hanno iniziato decisamente male, andando sotto per la rete di Correa al 14′, poi però la risalita convincente, utile anche per avvicinarsi con più fiducia all’impegno di martedì in Champions League contro il Porto.

CRONACA PARTITA – Sul fronte formazioni ufficiali, Andrea Pirlo fa di necessità virtù per le tante assenze e schiera la sua Juventus col 4-2-3-1: Danilo a è in mediana con Rabiot, Alex Sandro fa il centrale con Demiral, mentre Cuadrado e Bernardeschi sono i terzini. In avanti Kulusevski ala destra con Chiesa sulla sinistra, Ramsey trequartista con Morata unica punta. Dall’altra parte Simone Inzaghi conferma il solito 3-5-2 per la sua Lazio, con Marusic, Hoedt e Acerbi in difesa. A centrocampo il classico trio in mezzo con Luis Alberto e Milinkovic ai lati di Leiva, mentre Lulic e Fares coprono gli esterni. In avanti è Correa la spalla di Immobile.

Primo tempo, 1-1 allo Stadium

La Juventus inizia male il match e la Lazio ne approfitta per comandare il gioco. I biancocelesti sono più reattivi e all’8′ il primo pericolo è portato da una punizione di Milinkovic Savic che esce di poco a lato. Al 14′ però Lazio in vantaggio: Kulusevski commette un errore gravissimo in fase di impostazione regalando direttamente palla a Correa, l’argentino parte in velocità, ubriaca Demiral con un paio di finte e dall’interno dell’area batte Szczęsny. I padroni di casa sbandano e al 19′ il portiere polacco è chiamato alla respinta sul destro dal limite di Milinkovic.

gol Rabiot, Juventus-Lazio

Passato il momento difficile, la Juventus col passare dei minuti riesce a giocare con più fluidità e sfruttando anche un comprensibile calo degli ospiti. Il primo rischio corso da Reina arriva al 37′, ma il colpo di testa di Morata finisce a lato di poco. Tuttavia due minuti dopo arriva l’1-1 della Juventus: Morata fa un ottimo lavoro spalle alla porta e manda in area di rigore Rabiot che, da posizione molto defilata, fa partire un mancino fortissimo che sorprende Reina sul proprio palo. All’intervallo si va sul risultato di 1-1, anche se al 45′ un sinistro di Fares dal limite fa venire un brivido a Szczęsny.

Secondo tempo, doppietta di Morata

Il secondo tempo si apre senza cambi e con un match decisamente più divertente. Subito Chiesa, dopo una grande giocata, impegna Reina, dall’altra parte è invece Milinkovic Savic a sfiorare il gol, con un colpo di testa che si stampa sulla traversa. Al 54′ Inzaghi opera un doppio cambio inserendo Escalante per Leiva e Patric per Lulic. La Juventus però al 57′ completa la rimonta: ripartenza fulminea di Chiesa che si fa quaranta metri palla al piede, dopo un anticipo su Escalante, poi palla in profondità per Morata che vince il duello con Hoedt e col sinistro fredda Reina.

Immobile-Cuadrado, Juventus-Lazio

La Lazio non fa nemmeno tempo a reagire che si ritrova sotto 3-1, quando Milinkovic-Savic incoccia le gambe di Ramsey in area e Massa senza esitazioni fischia calcio di rigore. Dal dischetto ancora Morata spiazza Reina e fa doppietta. A quel punto Pirlo decide di gestire le forze in vista del Porto, con un triplo cambio al 70′ che vede l’ingresso in campo di Arthur, McKennie e Ronaldo. Poco dopo arriva anche, finalmente, il primo e unico guizzo di Immobile che impegna Szczęsny dalla distanza. Il finale non regala altro, la Juventus s’impone 3-1.

Info Serie A 2020-2021

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2020-2021