Al termine di una partita davvero “pazza” e spettacolare, l’Inter vince 4-3 nei confronti di una Fiorentina combattiva e volenterosa, che sembrava vicina al colpaccio esterno e invece si è dovuta arrendere alla caparbietà nerazzurra nei minuti finali. Comincia dunque con i tre punti il campionato dei ragazzi di Antonio Conte, attesi adesso mercoledì scorso dal recupero della prima giornata contro il Benevento.

CRONACA INTER-FIORENTINA – Sul fronte formazioni ufficiali Antonio Conte schiera l’Inter col modulo 3-4-1-2 molto offensivo. Infatti sulle fasce ci sono Young a destra e Perisic a sinistra, con Eriksen alle spalle di Lautaro e Lukaku. Dall’altra parte Giuseppe Iachini opta per il modulo 3-5-2 con Chiesa e Biraghi larghi sulle fasce, mentre in avanti la velocità di Kouamé e la fantasia di Ribery.

Primo tempo, 1-1 a San Siro

Il match inizia subito a mille con la Fiorentina in vantaggio al 3′: cross con il destro di Biraghi nel cuore dell’area, dove Kolarov manca l’intervento aereo. Kouame tocca come può e la palla arriva a Bonaventura. Tocco per l’ex Genoa che, facile facile, a porta sguarnita insacca. L’Inter sbanda e al 9′ l’ex di turno Biraghi spara malamente da ottima posizione, mancando una grande chance. Dopo qualche minuto l’Inter spinge forte ma si scopre e al 17′ viola ancora vicini al gol: azione straordinaria di Ribery in ripartenza, con il francese che salta avversari in corsa e lancia verso la porta Kouame. Arriva in equilibrio precario l’ivoriano, murato in anticipo dallo sloveno.

gol Kouame, Inter-Fiorentina

Da quel momento in poi è solo Inter praticamente. Al minuto 18 entra in scena anche il VAR, quando Calvarese prima assegna un rigore ai nerazzurri, poi togliendolo notando il tocco di Caceres sul pallone ad anticipare Lautaro Martinez. E quando il primo tempo sembra chiudersi col vantaggio esterno, arriva il pareggio dell’Inter al 47′: ripartenza di Barella che porta palla per quaranta metri e serve Lautaro Martinez al vertice sinistra dell’area. L’argentino si accentra, carica il destro e batte Dragowski.

Secondo tempo, succede di tutto

Il secondo tempo si apre senza cambi ma con l’Inter che completa subito la rimonta al 52′: pasticcio tra Amrabat e Milenkovic, con l’ex Verona che poi si fa sfuggire Lautaro Martinez. Conclusione in diagonale dell’argentino, che Ceccherini istintivamente devia mandando però alle spalle di Dragowski. Il più sembra fatto per i nerazzurri, ma la Fiorentina reagisce alla grande e al 57′ arriva il 2-2: azione fantastica iniziata da Castrovilli che lancia sulla fascia sinistra Ribery, il francese conduce la ripartenza attendendo il ritorno del compagno, che controlla e, in inserimento, con il sinistro fredda Handanovic.

gol Chiesa, Inter-Fiorentina

L’Inter torna a spingere per tornare avanti, ma si scopre colpevolemente. I viola ne approfittano e al 63′ effettuano il controsorpasso: passaggio filtrante da campione di Ribery, Il francese squarcia in due la difesa nerazzurra con un tocco che manda in porta Chiesa, il numero 25 con uno scavetto evita l’uscita di Handanovic ed è 2-3. A quel punto Conte attinge dalla panchina per cambiare il corso della sfida, inserendo Sensi per Eriksen e Hakimi per Young. I nerazzurri attaccano, ma Lukaku manca due volte la rete del pari, prima mettendo a lato al 68′ e poi trovando Dragowski sulla sua strada al 73′.

La rimonta dell’Inter nel finale

L’all-in di Conte nel finale vede Vidal, Nainggolan e Sanchez entrare in campo. Dall’altra parte entrano Borja Valero e Vlahovic tra gli altri, con quest’ultimo che all’80’ spreca una grandissima occasione per chiudere i giochi, mandando fuori col destro davanti alla porta, ancora smarcato da un grande Ribery. Gol fallito e gol subito, perché all’87’ l’Inter trova la rete del 3-3: perfetto lancio di Sanchez per Hakimi a destra, tocco immediato in mezzo per Lukaku che questa volta non sbaglia. Una spinta che porta i padroni di casa a trovare anche il gol vittoria all’89’: azione d’angolo, Sanchez pennella sul secondo palo, Dragowski non esce e D’Ambrosio di testa schiaccia in rete.

Info Serie A 2020-2021

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2020-2021