Il primo anticipo della 36esima giornata di Serie A ha visto l’Inter battere in rimonta l’Empoli per 4-2, con i toscani avanti 0-2 al 28′, prendendosi la vetta della classifica a più uno sul Milan (rossoneri in campo domenica sera a Verona). Sfida approcciata malissimo dai nerazzurri, che poi però hanno avuto il merito di crederci portando a casa un successo importantissimo per continuare a lottare in chiave Scudetto.

Primo tempo, gol e spettacolo (2-2)

Primo tempo pirotecnico al Meazza con l’Empoli in campo senza timore e un’Inter troppo molle per essere quella vera. I toscani dunque partono meglio e al 5′ è 0-1: Zurkowski da destra mette in mezzo per Pinamonti, che in spaccata anticipa l’intervento di Skriniar e trafigge Handanovic. Dopo qualche minuto l’Inter abbozza una reazione (ospiti ancora a segno con Zurkowski al 10′ ma con l’assist di Pinamonti arrivato in offside), vedendosi anche prima fischiare un rigore al 23′ e poi cancellato col VAR (intervento di Parisi su Barella). E al 28′ doccia gelata per i nerazzurri, dato che l’Empoli trova il clamoroso 0-2: Lancio di Fiamozzi per Asllani, che sfugge a De Vrij e batte Handanovic in uscita.

Al 31′ veementi proteste dei padroni di casa per una spinta di Parisi su Barella nell’area piccola, ma per l’arbitro Manganiello e il VAR non c’è irregolarità. Tuttavia nel finale di prima frazione cambia tutto, con l’Inter che segna due volte in cinque minuti. Prima al 40′ Romagnoli devia nella propria porta un cross dalla sinistra effettuato da Dimarco. Poi al 45′ arriva il 2-2: azione che nasce da un recupero palla di Barella e rifinita da Calhanoglu, che mette in mezzo per Lautaro Martinez, l’argentino scarica un bolide alle spalle di Vicario e impatta il risultato.

Gol Pinamonti, Inter-Empoli

Secondo tempo, finisce 4-2

La ripresa si apre senza cambi ma con l’Inter tutta protesa in avanti per completare la rimonta e prendersi la vittoria. I nerazzurri attaccano a testa bassa, sfiorando il vantaggio con Barella al 59′ (botta dalla distanza di poco a lato) e sbattendo poi su Vicario. Il portiere dei toscani salva il risultato al 62′ su Calahnoglu, un minuto dopo su Dumfries e successivamente anche su Lautaro Martinez. Ma è proprio il numero 10 nerazzurro a sfondare, minuto 64′, siglando il gol del 3-2: Barella mette in mezzo un pallone che viene respinto corto da Fiamozzi, qui si avventa il ‘Toro’ che calcia riuscendo a trafiggere Vicario.

A quel punto Inzaghi decide di immettere forze fresche, pensando anche alla finale di Coppa Italia in programma mercoledì prossimo. Al 70′ infatti entrano in campo Vidal per Calhanoglu, Dzeko per Lautaro e D’Ambrosio per Dimarco. Dall’altra parte Andreazzoli, che aveva già inserito Henderson e Di Francesco, per via dell’infortunio di quest’ultimo inserisce anche Cutrone. L’Inter gestisce e controlla il gioco, abbassando i ritmi, con Inzaghi che nel finale inserisce anche Darmian e Sanchez. Dal canto suo l’Empoli non ha più la forza di reagire, anzi sono i nerazzurri a trovare il 4-2 nei secondi finali con Sanchez.

Info Serie A 2021/2022

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2021/2022

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A