La 17esima giornata di Serie A si è aperta col Derby della Lanterna che ha visto la Sampdoria imporsi sul Genoa per 3-1. Un match che ha visto i blucerchiati andare avanti al 7′ con Gabbiadini, chiudendo i conti nella ripresa con Caputo e ancora l’attaccante ex Bologna e Southampton. Solo nel finale la rete dela bandiera per i rossoblu di Destro, che restano praticamente in fondo alla classifica con 10 punti. Successo fondamentale invece per i blucerchiati, nella settimana ‘nera’ per l’arresto del presidente Massimo Ferrero, salendo a quota 18 punti.

Primo tempo, Gabbiadini fa 1-0

Sul fronte formazioni ufficiali, Genoa schierato col 3-5-2 col recupero di Criscito in difesa e di Badelj a centrocampo, mentre in avanti ci sono Ekuban e Pandev. Dall’altra parte Sampdoria col 4-3-3 con Gabbiadini e Candreva a supporto di Caputo nel tridente. Si comincia con la solita intensità di un Derby e con scontri anche duri, a farne le spese è Sturaro che, colpito involontariamente da un compagno, resta a terra con un occhio gonfio. Al primo vero affondo del match è la Sampdoria a colpire, minuto 7: dopo un calcio d’angolo, pallone per Candreva che rimette in mezzo alla ricerca di Gabbiadini che, sfilatosi dalla marcatura di Masiello, stacca di testa battendo Sirigu. Il Genoa prova a reagire, conquistando diversi calci d’angolo, ma senza mai creare pericoli dalle parti di Audero. La sfida resta equilibrata e intensa, con Doveri che comunque tiene gli animi sotto controllo, ammomendo il solo Thorsby al 34′. All”intervallo si va sull’1-0 per i blucerchiati.

esultanza gol Caputo, Genoa-Sampdoria

Secondo tempo, finisce 3-1 per la Samp

Il secondo tempo parte senza cambi e il Genoa ha subito la chance per trovare il pari al 48′: Sturaro ruba un buon pallone ad Adrien Silva e serve Hernani in area di rigore ma il destro del brasiliano, dopo aver controllato sempre con lo stesso piede, termina alto sopra la traversa. Un errore grave che la Sampdoria punisce immediatamente segnando il 2-0 al minuto 50: Contropiede per Candreva che arriva in area di rigore e calcia con il destro, Sirigu colpevolmente non riesce a bloccare e la sfera termina sul destro di Caputo che non sbaglia il tap-in a porta vuota. Al 57′ Shevchenko manda in campo Vasquez per Masiello e soprattutto Destro per Ekuban. I rossoblu provano a riaprire la contesa, con Pandev che al 64′ sfiora la rete con una giocata di astuzia e tecnica dall’interno dell’area piccola, ma la deviazione di Yoshida fa terminare la sfera a fil di palo.

Dall’altra parte la Sampdoria invece è spietata e al 68′ arriva anche il tris: Gabbiadini lancia Caputo sulla sinistra, il numero 10 converge al centro e rimette dietro per Silva, velo del portoghese e botta mancini di chi aveva cominciato l’azione, deviazione di Vasquez e Sirigu spiazzato. Il guardalinee segnala il fuorigioco di Caputo in partenza, ma il VAR corregge e Doveri assegna il gol ai blucerchiati per il 3-0. Solo nel finale il Genoa trova la rete dell’1-3 con Destro al 78′, abile a deviare in rete in elevazione un cross di Criscito. Subito dopo Samp vicina però al poker con un destro violento di Candreva che fa tremare il palo. Gli assalti del Genoa portano al palo di Vasquez, che trova prima la deviazione di Yoshida e poi incoccia il legno. Ma finisce 3-1 per la Samp che riaccende la luce, per il Genoa è notte fonda.

Ti può interessare

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2021/2022

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A