Serie A, il Cagliari ipoteca la salvezza: la Fiorentina va ko 2-1

    Vittoria importantissima per il Cagliari di Maran, nell’anticipo della 28esima giornata di Serie A: Joao Pedro e Ceppitelli stendono la Fiorentina

    93

    Il Cagliari fa valere ancora una volta la legge della Sardegna Arena, trovando la terza vittoria consecutiva in casa nel 2-1 interno alla Fiorentina. I sardi avvicinano così la salvezza salendo a quota 30, grazie alle reti di Joao Pedro e Ceppitelli. Inutile per i viola il guizzo di Chiesa all’88’. Per la squadra di Pioli l’approdo in Europa potrà arrivare solo dalla Coppa Italia.

    LA CRONACA DELLA PARTITA – Il match inaugurale della 28esima giornata di Serie A si gioca alla Sardegna Arena. A sfidarsi sono il Cagliari di Rolando Maran e la Fiorentina di Stefano Pioli. Il Cagliari si presenta a questa sfida con la consapevolezza di dover tornare a fare punti il prima possibile. La sconfitta per 2-0 col Bologna ha rimesso in discussione il discorso salvezza, anche perché i felsinei si sono avvicinati a sei lunghezze. Dal canto suo la Fiorentina deve solo cercare di vincere per alimentare le ultime speranze di Europa League. In caso contrario le ambizioni gigliate dovranno essere rivolte unicamente alla semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l’Atalanta.

    Sul fronte formazioni ufficiali, Rolando Maran punta sul modulo 4-3-1-2. In porta tocca a Cragno, davanti a lui la difesa a quattro è composta da Cacciatore, Pisacane, Ceppitelli e Lykogiannis. In mezzo al campo ci sono Faragò, Cigarini e Ionita, con Barella alle spalle di Pavoletti e Joao Pedro. Dall’altra parte Stefano Pioli per questa sfida torna alla difesa a quattro con Pezzella e Vitor Hugo al centro, Milenkovic e Biraghi sulle fasce davanti a Terraciano. A centrocampo Gerson, Norgaard e Benassi, mentre Mirallas e Chiesa impiegati a sostegno di Luis Muriel.

    Primo tempo, un’occasione per parte

    Il primo tempo inizia con un brivido per la Fiorentina, con un clamoroso pasticcio in disimpegno tra Ceccherini e Terraciano. Il gol di Joao Paedro viene giustamente annullato però per via dell’ingresso in area di Pavoletti prima del tocco del difensore viola (come già accaduto nel match Chievo-Fiorentina con protagonista Pellissier). Il Cagliari gioca meglio e al 26’ sfiora il gol: dopo un paio di respinte della difesa viola su altrettanti cross, Cacciatore ci prova dal limite con un gran sinistro che Terraciano disinnesca a due mani con una bella respinta.

    La Fiorentina, che gioca a favore di vento, dopo la mezz’ora prende in mano il gioco e sfiora la rete al 36’: traversone mancino di Biraghi al centro, Mirallas arriva in corsa e colpisce di testa trovando però il super-riflesso di Cragno che respinge e poi raccoglie il pallone in un secondo momento. Nel finale di tempo Terraciano è ancora chiamato in causa al 46’ con un traversone violento di Lykogiannis respinto coi pugni. Il primo tempo si chiude a reti inviolate.

    Secondo tempo, finisce 2-1 per il Cagliari

    Il secondo tempo si apre senza cambi ma con un Cagliari arrembante. Subito un destro di Barella dal limite che viene respinto involontariamente da Ceppitelli, poi è Pavoletti a mettere a lato un destro dal limite, dopo un rinvio sbagliato di Terraciano. Il Cagliari insiste e al 52’ passa in vantaggio: nasce tutto da Cacciatore sulla destra che converge verso il centro e mette un pallone a rientrare col sinistro, sul secondo palo Joao Pedro sbuca alle spalle di Milenkovic e in spaccata batte Terraciano. Poco dopo arriva anche il raddoppio con una clamorosa punizione da centrocampo calciata da Cigarini, ma il calcio da fermo era di seconda e dunque Doveri annulla.

    Pioli manda in campo Simeone per Mirallas al 58’, ma il Cagliari ha un’altra intensità e al 66’ arriva anche il 2-0:  punizione a rientrare battuta col sinistro da Lykogiannis, una sorta di angolo corto, Ceppitelli sovrasta tutti e devia in rete per il raddoppio. La Fiorentina è scarica e al 74’ il Cagliari sfiora il tris con Terraciano che dice no a Barella dal limite, sul tap-in Joao Pedro colpisce una clamorosa traversa. Sembra un match chiuso, ma la Fiorentina all’88’ accorcia le distanze: lancio in verticale di Gerson per Chiesa, il numero 25 fugge via sulla sinistra, entra in area e con un bellissimo interno destro batte Cragno sul palo più lontano. Ma non c’è più tempo per risalire la china, il Cagliari fa suoi i tre punti.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A