Nel secondo anticipo della 15esima giornata di Serie A, l’Atalanta supera 3-2 il Verona con una rete nel recupero siglata da Djimsiti. Successo importantissimo per l’Atalanta che sale a quota 28 punti in classifica agganciando il Cagliari e a -1 dalla Roma quarta. Ora la squadra di Gasperini si preparerà alla sfida di Champions Leaguesul campo dello Shakhtar Donetsk. Per il Verona restano solo gli applausi per una grande partita, ma anche l’amaro in bocca per la beffa finale.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Sul fronte formazioni ufficiali, nell’Atalanta c’è Muriel al centro dell’attacco con Ilicic mentre Gomez agisce alle loro spalle nel ruolo di trequartista. A centrocampo con Freuler spazio a Pasalic. Risponde il Verona con Pessina e Zaccagni ad innescare l’unica punta Samuel Di Carmine. In cabina di regia torna Veloso con Amrabat al suo fianco.

Primo tempo, 1-1 al Gewiss Stadium

Il primo tempo inizia con una grande occasione per l’Atalanta al 12′: pasticcio difensivo fra Dawidowicz e Bocchetti che libera Muriel in area, il colombiano ci prova subito col sinistro ma la sua conclusione viene respinta molto bene da Silvestri. Dopo una fase di equilibrio, il Verona passa in vantaggio al 23′ alla prima occasione: Faraoni batte rapidamente la rimessa laterale pescando Di Carmine, l’attaccante del Verona entra in area e supera Gollini con un preciso diagonale.

esultanza gol Malinovskyi, Atalanta-Verona

L’Atalatnta accusa il colpo e al 29′ perde per infortunio anche Ilicic, problema muscolare, al suo posto dentro Malinovskyi. E proprio quest’ultimo al 44′ tira fuori dal cilindro la rete dell’1-1: l’ucraino prende palla dalla distanza e con un ‘siluro’ mancino la mette sotto l’incrocio dei pali alla sinistra di Silvestri. All’intervallo è dunque 1-1 fra Atalanta e Verona.

Secondo tempo, l’Atalanta vince 3-2

Il secondo tempo si apre con Empereur al posto di Bocchetti nel Verona. I ritmi sono meno intensi e al 56′ Gasperini manda in campo De Roon per Freuler, ma al 57′ Verona nuovamente in vantaggio: Zaccagni con un gran pallone manda in porta Lazovic, il serbo è altruista e mette al centro un pallone comodo per Di Carmine che deve solo spingere in rete. Passano solo sei minuti e al 63′ l’Atalanta, con l’ausilio del VAR, si guadagna un rigore con Faraoni che colpisce Castagne su un cross dalla destra. Dal dischetto Muriel incrocia il suo interno destro e fa 2-2 spiazzando Silvestri.

Di Carmine-Palomino, Atalanta-Verona

Ovviamente a quel punto l’Atalanta continua a spingere a caccia della vittoria e si rende pericolosa due volte con Gomez, ma Silvestri si salva prima di piede e poi con una respinta a due mani. Nel finale di partita entrano Verre per Pessina nel Verona e Barrow per Muriel nell’Atalanta. Gli orobici attaccano e all’85’ il Verona resta in dieci uomini per la doppia ammonizione di Dawidowicz. E al 93′ l’Atalanta vince la partita con un’azione fatta dai tre difensori: pallone forte e teso in verticale di Palomino per la sponda di Toloi, che trova Djimsiti abile a superare Silvestri. Finisce con l’Atalanta in festa.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020