Cagliari, scoppia la polemica per i cori razzisti a Kean: Giulini non ci sta

    Continua la polemica su quanto successo ieri alla Sardegna Arena durante il match tra Cagliari e Juventus, con i cori razzisti verso Matuidi e Kean

    30

    Alla Sardegna Arena di Cagliari ieri si è giocato l’anticipo della trentesima giornata di campionato tra Cagliari e Juventus. Gara vinta dai bianconeri per 2-0 grazie alle reti di Bonucci e Kean. Proprio quest’ultimo è stato al centro delle polemiche, a causa dell’esultanza di risposta ai cori razzisti che sono stati rivolti da una piccola parte della tifoseria nei suoi confronti e verso l’altro giocatore di colore dei bianconeri, Blaise Matuidi. Inevitabile la polemica, sicura una multa verso il club sardo ma non è esclusa anche la squalifica del campo per un turno. La stessa sorte era toccata all’Inter, dopo la sfida contro il Napoli per i cori razzisti nei confronti del centrale senegalese, Kalidou Koulibaly.

    Cagliari, Giulini contro le polemiche

    Il presidente del Cagliari, Tommaso Giulini, ai microfoni di Sky ha usato parole dure verso chi, in studio, aveva commentato senza mezzi termini quanto successo contro Kean. In particolare Adani si era espresso così sulla questione: “Individuate gli imbecilli autori di questi cori e fuori dalle scatole”. Il patron dei sardi non ci sta e ha risposto così all’ex giocatore di Inter e Brescia tra le altre:

    “Una delle peggiori partite fatte in casa, la Juve ha meritato di vincere. Il finale nervoso? Ho sentito fare in studi già un po’ di moralismi, ho sentito quello che ha detto Lele. Ti ho sentito prima, ma se quella esultanza l’avesse fatta Bernardeschi sarebbe stata la stessa cosa”.

    Botta e risposta

    Giulini e Adani hanno continuato il loro botta e risposta:

    Adani: “L’attacco non era elegante. Ok, i moralisti la ascoltano. Se mi dai del moralista non posso rimandartelo”.

    La difesa di Giulini: “Fino al momento del gol non era successo nulla. Kean, me lo hanno detto anche i giocatori della Juve, ha sbagliato la sua esultanza e anche Bernardeschi sarebbe stato trattato allo stesso modo e anche se Bonucci si fosse comportato come Matuidi sarebbe stato usato lo stesso atteggiamento dal pubblico. Ho sentito di una deriva che non mi piace che non contraddistingue i tifosi e il Cagliari che condanna ogni episodio di razzismo”.

    La risposta di Adani: “Se posso ribattere il Cagliari è una società seria che sta crescendo, una zona ospitale meravigliosa non solo per il calcio, io a Cagliari vengo con il cuore aperto e per questo mi offendi, presidente, se mi dai del moralista. Perché critico 100-20 che fanno buu a Matuidi, Alex Sandro e a Kean? Per questo? Secondo me sei stato offensivo, poi io la tua situazione la rispetto perché tu difendi la tua gente e il tuo club e lotti per il bene del Cagliari, ma non puoi dare del moralista a me. Moralista a me non lo dice nessuno. Chi fischia un giocatore di colore va cacciato e stop, non mi faccio dare del moralista da nessuno”.

    LE ULTIME NOTIZIE SUL CAGLIARI