Uno dei grandi tormentoni delle scorse settimane riguardava il futuro di Gian Piero Gasperini. Il tecnico, alla fine, ha deciso di rinnovare l’Atalanta dopo l’impresa che ha portato i bergamaschi in Champions League. L’allenatore, però, sembrava inizialmente destinato a lasciare i nerazzurri. Il suo nome era accostato con grande forza alla panchina della Roma, con i giallorossi che sembravano convinti di riuscire ad ingaggiare il tecnico rivelazione degli ultimi anni con la sua Atalanta. Gasperini, però, ha smentito tutto e l’anno prossimo sarà ancora sulla panchina della Dea.

Atalanta, parla Gasperini

Il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha parlato dell’impresa compiuta sulla panchina bergamasca. Queste le sue parole, rilasciate ai microfoni di Radio Anch’io Sport:

“Questi mesi sono stati belli ed emozionanti, mi sono arrivati tanti complimenti che giro direttamente a tutto l’ambiente bergamasco. È stata una stagione incredibile, culminata con la qualificazione alla prossima Champions League”.

L’acquisto di Muriel: “È un giocatore che ha voluto tutta la società. Almeno smette di farci gol contro (ride, ndr). È un giocatore davvero bravo, ci darà una grande mano. La società è stata brava, ha aspettato il momento giusto ed ha affondato il colpo. Questa è un’occasione unica per me e per la società. Il club ha annunciato che non venderà i giocatori, salvo offerte stratosferiche. Questo è un modo diverso e vantaggioso, rispetto al passato, per iniziare la stagione. Cercheremo di inserire pochi giocatori, di qualità e valore, per completare la squadra. Adesso abbiamo rinforzato l’attacco, che era ridotto numericamente. In attacco servirà un altro giocatore importante. Sul mercato ci sono tante possibilità e c’è tempo, l’Atalanta può muoversi con calma con l’aggiunta di una forza economica maggiore rispetto al passato”.

Rifiuto alla Roma e Champions League

L’allenatore dell’Atalanta è tornato anche sul rifiuto alla Roma e sulla qualificazione in Champions League:

Rifiuto alla Roma: “Ho deciso di restare a Bergamo, era impossibile tradire questa città per tutto quello che mi ha dato. Non me la sono sentita di percorrere questa strada, anche se l’offerta della Roma era una grande tentazione. Per tutto quello che ha fatto Bergamo per me, non potevo cambiare. L’offerta della Roma era stimolante, ma ho mantenuto le distanze in attesa della conclusione del campionato”.

Sorteggio Champions: “Ci piacerebbe incontrare le migliori. Nelle prime due fasce ci sono solo squadroni: mi piacerebbe giocare contro il Real Madrid e contro una squadra inglese. Obiettivamente non abbiamo tante possibilità di passare il turno, quindi tanto vale portare i nostri tifosi in grandi piazze”.

Il calcio femminile: “È diventato importante e molto seguito. Fa piacere un po’ a tutti, il calcio femminile ha davvero un seguito notevole, soprattutto grazie ai media. Sono molto cresciute, ma tecnicamente sono ancora un po’ indietro”.

I lavori per lo stadio: ” C’è tanta voglia di lavorare, è straordinario l’impegno per cercare di portare a termine la costruzione, anche se sarà difficile visti i tempo risicati”.

Le ultime notizie sull’Atalanta