Arbitri ancora sotto accusa: la Lazio torna a protestare dopo il ko col Milan

Tanta delusione in casa Lazio per la sconfitta subita in quel di San Siro contro il Milan, protestando contro alcune decisioni arbitrali

20

Una sconfitta pesantissima, non nel risultato ma per il peso specifico in classifica. La Lazio esce sconfitta dal big match del Giuseppe Meazza conto il Milan e vede complicarsi la corsa ad un piazzamento nella prossima Champions League. Ma in casa biancoceleste c’è tantissima delusione e rabbia per quanto accaduto in campo, mettendo sotto accusa le scelte arbitrali di Gianluca Rocchi. E non è di certo la prima volta che la Lazio lamenta torti arbitrali, come già accaduto nella passata stagione.

Tare e la Lazio protestano

Sotto accusa, nel match contro i rossoneri, sono finiti due episodi: il rigore concesso al Milan e poi trasformato da Kessié al 79′ e quello non fischiato, a detta dei biancocelesti, per l’intervento di Rodriguez su Milinkovic-Savic negli ultimissimi minuti. Nel post match, ha preso la parola il direttore sportivo Igli Tare, lamentandosi e non poco:

Noi siamo dei dirigenti e dobbiamo essere lucidi. Vi ricordo però che la Lazio ha perso la Champions per un punto lo scorso anno e una delle gare incriminate è Milan-Lazio con gol di mano di Cutrone neanche rivisto e chiamato dal Var. Abbiamo subito tantissimo, durante la gara si può essere nervosi. Ma non dimentichiamoci che è un anno intenso di preparazione, speravamo sarebbe stata decisa dal campo e non dagli episodi. Ci dispiace, non siamo una squadra di vittime, ma che può lottare per grandi obiettivi tra cui la Champions e ce la meritiamo”.

Poi entra nello specifico: “È rigore anche quello su Milinkovic. Sfiora la palla l’avversario ma il fallo rimane. La decisione di Rocchi sul primo rigore, poi annullato, è dettato dalla fretta. Andiamo avanti, abbiamo un finale di stagione da giocare, siamo ancora matematicamente in gioco e c’è una semifinale da giocare e vincere. Dobbiamo restare concentrati e determinati per gli obiettivi”.

Lazio subito in campo con l’Udinese

Una Lazio pronta però subito a riscattarsi, visto che tornerà in campo già mercoledì sera alle ore 19:00 nel recupero della 25esima giornata contro l’Udinese. Un match in cui sicuramente non ci sarà Luis Alberto, con lo spagnolo che, già diffidato, è stato ammonito e dunque out per squalifica.

Da valutare poi la condizione fisica di alcuni giocatori. Uno su tutti Joaquin Correa, costretto ad uscire ad inizio secondo tempo per un problema ad una caviglia. Molto probabile che l’argentino non recuperi in tempo. Dovrebbe restare fuori anche Marusic, vittima di una lesione all’adduttore, mentre proverà il recupero Radu.

LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO