MotoGP Spagna 2019: vince Marquez davanti a Rins, Dovizioso è 4°!

La MotoGP 2019 ha disputato la quarta gara stagionale in Spagna sul tracciato di Jerez de la Frontera: risultati, ordine di arrivo e classifica piloti

159

ORDINE DI ARRIVO MOTOGP SPAGNA 2019 – Risultati gara e ordine di arrivo del Gran Premio di Spagna, quarta gara del Mondiale di MotoGP 2019 che si svolge sul circuito di Jerez de la Frontera. A partire dalla pole position era il francese Fabio Quartararo, davanti a Franco Morbidelli e Marc Marquez. Alla fine è stato proprio quest’ultimo a trionfare, davanti a Rins e Vinales, con Dovizioso quarto. A seguire Petrucci, Rossi e Morbidelli.

Risultati gara MotoGP Spagna 2019, ordine di arrivo

ORE 14:42 – FINISCE QUI!!!! Marc Marquez vince senza problemi il Gp di Spagna 2019 (Jerez de la Frontera), con Alex Rins secondo e Maverick Vinales a completare il podio. A seguire Dovizioso, Petrucci, Valentino Rossi, Morbidelli settimo, Crutchlow, Nakagami e Bradl.

2 giri al termine – Marquez e Rins sono praticamente sicuri di occupare le prime due piazze, mentre Vinales, Dovizioso e Petrucci si stanno giocando il podio.

5 giri al termine – Graffio di Valentino Rossi che risale al sesto posto, superando Morbidelli e Crutchlow. Il pesarese è però adesso a due secondi da Petrucci.

8 giri al termine – Marquez sta volando verso la vittoria in questo Gp di Jerez, a seguire ci sono Rins, Vinales, Dovizioso, Petrucci, Morbidelli, Crutchlow, Rossi, Miller e Mir decimo.

11 giri al termine – Problemi alla moto di Quartararo, col francese costretto al ritiro. Dunque Marquez è sempre più saldamente al comando, a seguire Rins, Morbidelli, Vinales, Dovizioso, Petrucci, Crutchlow, Miller, Rossi e Mir.

13 giri al termine – Adesso Marquez ha allungato in maniera evidente, con Quartararo che ha superato un Morbidelli adesso in difficoltà. A seguire Rins, Vinales, Dovizioso, Petrucci, Crutchlow, Miller e Rossi decimo. Indietro Jorge Lorenzo al 15° posto.

18 giri al termine – Situazione praticamente invariata, con Rins che è salito al quinto posto dopo aver scavalcato Dovizioso. Intanto fuori causa Bagnaia caduto alla curva 2.

21 giri al termine – Marquez, Morbidelli e Quartararo provano ad allungare. Più staccati Vinales, Dovizioso, Rins in rimonta e Petrucci. Valentino Rossi arranca ed è sempre decimo.

24 giri al termine – In testa si è portato Marquez davanti a Morbidelli, Quartararo, Morbidelli, Vinales e Dovizioso. Risalito di qualche posizione Rossi, adesso decimo.

ORE 14:00 – SI PARTE!

ORE 13:59 – Inizia il classico giro di formazione.

Qualifiche ufficiali, la pole è di Quartararo

Il più veloce dunque nella Q2 decisiva per aggiudicarsi la pole position è stato Fabio Quartararo con la sua Yamaha Petronas, molto fiducioso di poter fare bene anche in gara: “Mi hanno detto che ho superato il record di Marc Marquez e ora sono il più giovane poleman della storia della MotoGP, non c’è altro da dire: è tutto incredibile. Se devo essere sincero il mio obiettivo odierno era provare a piazzarmi nelle prime due file. Sono riuscito addirittura a conquistare la partenza al palo, per cui sto vivendo davvero un’emozione indescrivibile. Sono veramente molto contento per il risultato che ho ottenuto e per il mio team, che ha svolto un lavoro eccezionale lungo tutto il corso del fine settimana. Se sono in pole position il merito è loro”, (diretta streaming e griglia di partenza).

Dalla seconda piazza parte invece Franco Morbidelli, con il romano che ha parlato anche in vista della gara: “Sono contentissimo. Quando ho terminato il giro, ho guardato il maxi-schermo e ho visto tutto il team in festa. Poi, guardando il crono, ho realizzato cosa fosse accaduto. Sono felice perché siamo stati veloci nel corso di tutto il fine settimana, solo venerdì abbiamo fatto un po’ fatica. Ora festeggeremo con la squadra e poi in gara vedremo come andrà”.

Caratteristiche circuito Spagna-Jerez

Il tracciato di Jerez de la Frontera si trova nella Spagna del sud, in Andalusia. E’ uno dei circuiti più  brevi dell’intera stagione, con solo 4.428 m, 13 curve (8 a destra e 5 a sinistra) e due brevi rettilinei, con quello più esteso che è lungo 610 metri. Allo stesso tempo è anche uno dei più lenti, con velocità medie in gara mai superiori a 160 km/h. L’ultima curva prima del rettilineo, chiamato Jorge Lorenzo, è stata decisiva per numerose gare, generando nel frattempo più di una polemica. Le più significative sono state le gare del 2005, con la collisione tra Valentino Rossi e Sete Gibernau, e la gara del 2013 tra Marc Márquez e Jorge Lorenzo.

Info MotoGP 2019

CALENDARIO MOTOGP 2019 E DIRETTE TV

CLASSIFICA PILOTI AGGIORNATA MOTOGP 2019

LE ULTIME NOTIZIE SULLA MOTOGP

LA STORIA DI VALENTINO ROSSI