MotoGP Qatar 2019: risultati gara e ordine di arrivo | Super Dovizioso batte Marquez!

I risultati e l'ordine di arrivo della gara in programma sul circuito di Losail in Qatar, prima prova del mondiale 2019 di MotoGP

579

ORDINE DI ARRIVO MOTOGP QATAR 2019 – Risultati gara e ordine di arrivo del Gran Premio del Qatar, prima gara del Mondiale di MotoGP 2019 che si svolgerà sul circuito di Losail. A partire dalla pole position er Maverick Vinales su Yamaha, ma alla fine è stato duello serratissimo tra Andrea Dovizioso e Marc Marquez. A vincere è stato il forlivese della Ducati, davanti allo spagnolo della Honda e a Cal Crutchlow. Bene anche Valentino Rossi, quinto.

Diretta gara MotoGP Qatar 2019

ORE 18:44 – Super DOVIZIOOOOSOOOO! Ancora una volta Andrea Dovizioso riesce a spuntarla su Marc Marquez, come successo un anno fa! A completare il podio c’è Crutchlow. A seguire Rins, Rossi, Petrucci, Vinales, Mir, Nakagami e Aleix Espargaro nella Top Ten.

Solo un giro al termine La situazione aggiornata: Marquez davanti a Dovizioso, poi Crutchlow, Rins e Rossi quinto.

3 giri al termine – La gara si scalda, con Marquez a ridosso di Dovizioso. A seguire Crutchlow, Rins, Rossi e Petrucci.

5 giri al termine La situazione aggiornata: Dovizioso, Rins, Marquez, Crutchlow, Petrucci, Rossi sesto, Mir e Vinales ottavo.

7 giri al termine – La situazione è rimasta invariata rispetto all’ultimo aggiornamento. Il gruppo si è ridotto a 8 piloti, da Dovizioso primo a Valentino Rossi ottavo. Può succedere di tutto.

9 giri al termine – Dovizioso è sempre in testa davanti adesso a Marquez e Rins. A seguire Petrucci quarto, davanti a Crutchlow, Mir, Vinales, Rossi, Morbidelli e Nakagami. Il gruppo si sta però iniziando a sgranare.

12 giri al termine La situazione aggiornata: Dovizioso e Rins continuano nella lotta in testa, sorpassandosi più volte. Stessa cosa alle spalle tra Marquez e Petrucci. Poi abbiamo Crutchlow, Mir, Vinales, Morbidelli, Rossi e Miller decimo.

15 giri al termine – Fase di stallo e c’è un gruppone in testa: davanti Rins sorpassa Dovizioso e si porta al comando. A seguire Marquez, Mir, Petrucci, Crutchlow, Vinales, Rossi ottavo e Morbideli nono. Ma i piloti sono molto cauti e non spingono al massimo.

18 giri al termine – Non ci sono grandi tempi in pista, con tutti molto attenti a gestire le gomme. Dovizioso è sempre in testa davanti a Rins, Marquez, Mir, Crutchlow, Petrucci, Vinales e Rossi ottavo. Invece in difficoltà estrema Jorge Lorenzo che è 17°.

20 giri al termine – La situazione aggiornata: Dovizioso è in testa davanti a Marquez, poi a seguire Crutchlow, Mir, Rins, Petrucci e Nakagami. Valentino Rossi è risalito al decimo posto.

ORE 18:01 – Si parte!

ORE 17:58 – Inizia adesso il giro di ricognizione, tra qualche minuto parte il Gp del Qatar!

Qualifiche ufficiali, la pole è di Vinales

Il più veloce dunque nella Q2 decisiva per aggiudicarsi la pole position è stato Maverick Vinales, credendo di poter fare bene anche in gara: Abbiamo lavorato molto bene, c’era molto vento e nonostante questo siamo riusciti ad essere molto veloci. La gara? Fin dai test ci siamo concentrati su quello e abbiamo avuto risposte positive, oltre a questo giro veloce”, (la griglia di partenza).

Dalla seconda piazza parte invece Andrea Dovizioso, con il forlivese che ha parlato in vista della gara: “Non mi sarei mai aspettato la prima fila alla vigilia, ma iniziato il Q2 sapevo di potermi giocare la pole. Ho persino fatto due errori, devo ringraziare la squadra. Siamo riusciti a migliorare tantissimo di sessione in sessione, dopo dei test poco positivi. Lavorare con tranquillità è la medicina migliore, abbiamo rimediato a una situazione non buona e lo abbiamo fatto in condizioni che tra freddo e vento non erano il massimo. Difficile dire come andrà la gara, sono in tanti ad essere veloci”.

Caratteristiche circuito Losail

Il circuito di Losail, in Qatar, si trova circa a 30 km dall’aeroporto di Doha e a 20 km dal centro della città. Il tracciato è lungo 5.380 metri e conta 16 curve raccordate da brevi tratti rettilinei e un lungo rettifilo di 1068 metri, al termine del quale c’è una delle staccate più impegnative di tutto il Motomondiale. Qui i piloti passano da 359 km/h a circa 108 km/h. Il circuito è circondato da erba artificiale per limitare l’afflusso di sabbia nella pista. Una caratteristica di questo circuito è la possibilità di correre di notte, grazie ad un perfetto impianto di illuminazione.

Info MotoGP 2019

CALENDARIO MOTOGP 2019 E DIRETTE TV

CLASSIFICA PILOTI AGGIORNATA MOTOGP 2019

LE ULTIME NOTIZIE SULLA MOTOGP

LA STORIA DI VALENTINO ROSSI