MotoGP Argentina 2019: trionfa Marc Marquez, chiudono sul podio Rossi e Dovizioso!

    La seconda prova del mondiale 2019 di MotoGP si disputa in Argentina: risultato, ordine di arrivo e nuova classifica piloti

    421

    ORDINE DI ARRIVO MOTOGP ARGENTINA 2019 – Risultati gara e ordine di arrivo del Gran Premio di Argentina, seconda gara del Mondiale di MotoGP 2019 che si svolge sul circuito di Termas de Rio Hondo. A partire dalla pole position era Marc Marquez e lo spagnolo ha dominato dal primo all’ultimo giro vincendo facilmente. Bella bagarre alle sua spalle che alla fine ha visto andare a podio Valentino Rossi e Andrea Dovizioso.

    Diretta gara MotoGP Argentina 2019

    ORE 20:42 – FINISCE QUI! Arriva il trionfo di Marc Marquez che ha stradominato il Gp di Argentina dal primo all’ultimo giro. Al secondo posto chiude Valentino Rossi davanti ad Andrea Dovizioso, col sorpasso all’ultimo giro. A seguire Miller quarto, poi Rins, Petrucci, Nakagami, Quartararo, Aleix Espargaro e Pol Espargaro nella top ten. Invece caduta nelle ultime curve per Morbidelli e Vinales.

    2 giri al termine – Marquez ha 13 secondi di vantaggio e ormai ha la gara in tasca. Dietro è lotta con Dovizioso e Rossi che si giocano il secondo posto. Dietro Miller, Rins, Petrucci, Vinales e Morbidelli.

    6 giri al termine – Con Marquez in testa, l’attenzione è per la bagarre alle spalle dello spagnolo. Dovizioso, Rossi, Petrucci, Rins, Miller e Morbidelli sono in lotta in quest’ordine.

    9 giri al termine – Con 10.5 secondi sulla concorrenza, Marquez è ormai andato via e sta solo controllando. Dietro lotta durissima, con Morbidelli e Petrucci, ora quarto e quinto, a sorpassarsi più volte. Dovizioso e Rossi, secondo e terzo, hanno un secondo di vantaggio sui connazionali.

    12 giri al termine – Marc Marquez continua a fare gara a sé e si sta avviando verso la vittoria senza praticamente dover battagliare. Dietro invece la bagarre è sempre aperta, con Dovizioso tornato secondo dopo aver superato Rossi ora terzo. A seguire ci sono Morbidelli, Petrucci, Miller, Vinales, Rins, Nakagami e Quartararo nella top ten. Lorenzo invece fatica ed è solo 15°.

    18 giri al termine – Marquez sembra inavvicinabile, con ben 5.3 secondi di vantaggio su Dovizioso. C’è grande bagarre dietro allo spagnolo, con Rossi, Morbidelli, Petrucci e Miller nell’ordine a scambiarsi di continuo le posizioni.

    22 giri al termine La situazione aggiornata: Marquez sta andando via, con 3.2 secondi di vantaggio su Dovizioso, Miller, Rossi, Morbidelli e Crutchlow. Per quest’ultimo però c’è un drive trough per partenza anticipata e così la gara del britannico è compromessa

    24 giri al termine – Marquez parte benissimo e prova subito a fuggire in testa. Ad inseguirlo ci sono Dovizioso, Miller e Rossi.

    ORE 20:00 – Si parte!

    Qualifiche ufficiali, la pole è di Marquez

    Il più veloce dunque nella Q2 decisiva per aggiudicarsi la pole position è stato Marc Marquez, molto fiducioso di poter fare bene anche in gara:
    “Sono abbastanza contento per questa pole position. Centrare la prima posizione in griglia su questo circuito non è mai facile per cui la mia soddisfazione è doppia. Le condizioni erano perfette, c’era molto grip sull’asfalto, per cui tutti ci siamo ritrovati su buoni tempi e con distacchi ridotti. Come inizio non c’è male, ora dovrò confermarmi in gara”, (diretta streaming e griglia di partenza).

    C’è anche l’incognita meteo, visto che potrebbe anche piovere: “Sono consapevole di avere a disposizione un ottimo ritmo e una costanza importante. Spero di poterlo dimostrare anche domani, ma non sarà semplice. Vedremo innanzitutto quale sarà il meteo, perchè la pioggia potrebbe sconvolgeretutto”.

    Dalla terza piazza parte invece Andrea Dovizioso, con il forlivese che ha parlato in vista della gara: “Per fare questi tempi bisogna mettere insieme qualcosa di perfetto e non è mai facile. Nel primo run ho fatto un errore, poi è andata meglio. Sono contento, la prima fila è molto importante. Siamo messi molto meglio rispetto all’anno scorso. Ci siamo avvicinati a Marquez, ma al momento non possiamo vincere. Comunque in gara daremo il massimo e ce la giocheremo”.

    Caratteristiche circuito Termas de Rion Hondo

    Il circuito di Termas de Rio Hondo, in Argentina, è lungo 4’805 m. Il tracciato ha 14 curve, delle quali 5 a sinistra e 9 a destra. Il primo settore (curve 1-4) è da medio-bassa velocità, con due curve da seconda. Il secondo settore invece (curve 4-6) offre grande spazio a chi dispone di una grande accelerazione, superando anche i 330 km/h. Segue il terzo settore (curve 6-10) caratterizzato soprattutto dalle curve 7 e 8, da un alto coefficiente di difficoltà. Arriva quindi il settore finale (10-14) che ha inizio con una lunga sinistra da terza e conclude con un tornantino che si trasforma in chicane.

    Info MotoGP 2019

    CALENDARIO MOTOGP 2019 E DIRETTE TV

    CLASSIFICA PILOTI AGGIORNATA MOTOGP 2019

    LE ULTIME NOTIZIE SULLA MOTOGP

    LA STORIA DI VALENTINO ROSSI