MotoGP Argentina 2019: Marquez in pole position, Dovizioso e Rossi 3° e 4°

    La griglia di partenza, i risultati delle qualifiche e la pole position del Gp di Argentina, seconda prova del Mondiale 2019 di MotoGP

    319

    Griglia di partenza MotoGP Argentina 2019 – Risultati qualifiche e pole position del Gp Argentina 2019. La corsa alla seconda pole stagionale ha visto ancora una volta Marc Marquez restare davanti a tutti, in una sessione molto intensa. La prima fila è completata da Vinales e Dovizioso, mentre bene anche Valentino Rossi che ha chiuso quarto.

    Qualifiche ufficiali MotoGP Argentina 2019, griglia di partenza

    ORE 19:45 – FINISCE QUI! Migliorano tutti e la classifica è stravolta: davanti a tutti è rimasto Marquez col tempo di 1:38:304. Alle sue spalle ci sono Vinales, Dovizioso, Rossi, Miller, Morbidelli, Quartararo, Crutchlow, Nakagami, Petrucci, Lorenzo e Pol Espargaro.

    4 minuti al termine – Si torna in pista per gli ultimi tentativi.

    7 minuti al termine La situazione aggiornata: Marquez davanti a tutti, a caccia dello spagnolo in ordine ci sono Crutchlow, Miller, Rossi, Vinales, Petrucci, Quartararo, Morbidelli, Dovizioso, Nakagami, Lorenzo e Pol Espargaro.

    10 minuti al termine – Marc Marquez fa segnare il miglior tempo (1:38:767) sino ad ora, davanti a Miller, Petrucci, Dovizioso e Crutchlow. Rossi è decimo.

    ORE 19:30 – Inizia la Q2! Subito tutti in pista, grande bagarre.

    ORE 19:19 – Finisce la Q1! A passare il turno sono Nakagami col tempo di 1:39:064, davanti a Pol Espargaro. Per Bagnaia settimo posto e Iannone 12° e ultimo. Alle 19:30 inizia la Q2 con Marquez, Miller, Crutchlow, Vinales, Morbidelli, Rossi, Dovizioso, Lorenzo e Quartararo, oltre a Nakagami e Pol Espargaro.

    5 minuti al termine – Si torna tutti in pista per gli ultimi tentativi. Al momento al Q2 sarebbero qualificati Nakagami e Aleix Espargaro, con Bagnaia che ha 18 millesimi da recuperare sullo spagnolo.

    10 minuti al termine – Il più veloce al momento è Nakagami col tempo di 1:39:279, con poco più di un decimo di vantaggio su Aleix Espargaro e Bagnaia.

    ORE 19:05 – Inizia adesso la Q1!

    ORE 19:00 – Mancano cinque minuti all’inizio della Q1, ma tutta l’attesa sarà ovviamente per la Q2 con i big a giocarsi la pole.

    Riassunto prove libere MotoGP Argentina 2019

    Nelle libere 3, quelle decisive per l’accesso diretto alla Q1, Marc Marquez si è dimostrato il più veloce col tempo di 1:38:471, abbassando i crono arrivati al venerdì. A seguire ci sono Miller e Crutchlow a poco più di due decimi, poi Vinales e Petrucci con quasi quattro decimi di ritardo. Nella Q2 accedono anche Dovizioso e Rossi.Questi i piloti direttamente qualificati alla Q2: Marquez, Miller, Crutchlow, Vinales, Morbidelli, Rossi, Dovizioso, Lorenzo e Quartararo. Tra chi invece dovrà partecipare subito alla Q1 troviamo Zarco, ma anche Francesco Bagnaia e Andrea Iannone sul fronte italiani.

    Libere 1 e 2

    Nelle libere 1 il più veloce in pista è stato Marc Marquez, con lo spagnolo della Honda che ha chiuso col miglior tempo di 1:39:827. L’iberico ha dato grandi distacchi, a partire da Jack Miller secondo a 335 millesimi, terzo Cal Crutchlow a 388 millesimi. In apparente difficoltà invece sia Andrea Dovizioso che Valentino Rossi. Il forlivese della Ducati ha chiuso al settimo posto a quasi otto decimi dal rivale spagnolo, mentre il pesarese della Yamaha decimo a un secondo dal leader.

    Dove vedere streaming gara MotoGP Australia 2018: diretta tv e replica TV8

    Nelle libere 2 invece è cambiato il vento. Infatti il più veloce è stato Andrea Dovizioso col tempo di 1:39:181, con nove millesimi di vantaggio su Jack Miller. A seguire Maverick Vinales a 164 millesimi, di pochissimo davanti a Crutchlow e Quartararo. Al sesto posto è risalito Valentino Rossi a 260 millesimi dal forlivese ducatista, con Marc Marquez invece arretrato in ottava posizione a poco più di tre decimi dal leader.

    Caratteristiche circuito Termas

    Il circuito di Termas de Rio Hondo, in Argentina, è lungo 4’805 m. Il tracciato ha 14 curve, delle quali 5 a sinistra e 9 a destra. Il primo settore (curve 1-4) è da medio-bassa velocità, con due curve da seconda. Il secondo settore invece (curve 4-6) offre grande spazio a chi dispone di una grande accelerazione, superando anche i 330 km/h. Segue il terzo settore (curve 6-10) caratterizzato soprattutto dalle curve 7 e 8, da un alto coefficiente di difficoltà. Arriva quindi il settore finale (10-14) che ha inizio con una lunga sinistra da terza e conclude con un tornantino che si trasforma in chicane.

    Info MotoGP 2019

    CALENDARIO MOTOGP 2019 E DIRETTE TV

    CLASSIFICA PILOTI AGGIORNATA MOTOGP 2019

    LE ULTIME NOTIZIE SULLA MOTOGP

    LA STORIA DI VALENTINO ROSSI