Inter, Lautaro Martinez: ‘Sempre grato a Icardi, è stato fondamentale’

    L'attaccante argentino ha parlato del rapporto con l'ex capitano dell'Inter e del suo approccio con la Nazionale argentina

    37

    Uno dei grandi acquisti dell’Inter della scorsa estate è stato sicuramente Lautaro Martinez. Nonostante la giovanissima età, essendo un classe 1997, la società nerazzurra ha fatto un investimento importante, acquistandolo per 20 milioni di euro più bonus dal Racing Avellaneda. Colpo messo a segno grazie alla regia del vice presidente, Javier Zanetti, e il direttore sportivo del club argentino, Diego Milito, eroe del Triplete. Il Toro ha dimostrato già nella sua prima stagione di essere pronto a calcare palcoscenici importanti, mettendo a segno sei reti e non facendo rimpiangere Mauro Icardi.

    Lautaro e il paragone con Gabigol

    Lautaro Martinez e il rapporto con Icardi

    Lautaro Martinez, intervistato ai microfoni di Club Octubre 947, ha parlato del rapporto con Mauro Icardi e di come l’ex capitano dell’Inter sia stato fondamentale nel suo inserimento in Italia. Queste le sue parole:

    “Mauro è stato fondamentale perché mi ha aiutato molto e lo ringrazierò sempre. È un amico che mi ha aiutato. Con Icardi abbiamo guardato le partite del Racing e gli è piaciuto il modo in cui il Racing gioca. Mauro è molto importante, il resto deve essere risolto da lui, vado molto d’accordo con lui dentro e fuori del campo”.

    Racing campione: “Fin dal primo giorno in cui ho indossato la maglia del Racing ho sentito lo stesso sentimento che ho provato la prima volta che ho calciato una palla. Sono felice per gli amici che ho lasciato lì, hanno più che meritato il titolo per lo sforzo che hanno fatto”.

    Lautaro e la Nazionale

    Lautaro Martinez ha cominciato già a fare le sue apparizioni con la maglia della Nazionale argentina. Il Toro è andato a segno nell’amichevole contro il Venezuela, anche se non è servito a evitare la sconfitta. L’attaccante dell’Inter è stato schierato in tandem con Leo Messi, con i due che devono sicuramente affinare l’intesa. Ma l’ex Racing non ha nascosto la propria soddisfazione per questa esperienza:

    “Ho sempre voglia di fare di più e so che ho una grande opportunità in nazionale, ogni giorno penso di essere uno dei titolari nell’Argentina”.

    Su Messi: “Con lui impari, devo fare il mio lavoro sul campo, in allenamento lo si guarda con ammirazione e attenzione per apprendere”.

    Le ultime notizie sull’Inter