F1, Gp Spagna 2019: quinta doppietta Mercedes, trionfa Hamilton davanti a Bottas e Verstappen

La Formula 1 è di scena sul circuito del Montmelò (Barcellona) per la quinta prova del Mondiale 2019: risultati gara e ordine di arrivo Gp Spagna

379

F1, ordine di arrivo Gp Spagna 2019 – Il Mondiale 2019 di Formula ha proseguito il suo cammino, affrontando in Spagna, sul circuito del Montmelò a Barcellona, la quinta prova stagionale. A partire dalla pole position era ancora una volta Valtteri Bottas, ma questa volta il finlandese si è fatto sorprendere da Lewis Hamilton in partenza, col britannico che non ha più mollato la presa. A completare il podio Max Vrstappen con la sua Red Bull, davanti alle due Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc.

Risultati gara e ordine di arrivo Gp Spagna 2019

ORE 16:50 – FINISCE QUI! Trionfa Lewis Hamilton nonostante la Safety Car arrivata nella parte finale di gara. Il britannico ha chiuso al comando davanti a Bottas e Verstappen, con Vettel e Leclerc quarto e quinto per una Ferrari molto deludente e sempre più in involuzione. A completare la Top Ten ci sono Gasly, Magnussen, Sainz, Kvyat e Grosjean.

GIRO 53/66 – SI RIPARTE! Tutto invariato in testa con Hamilton davanti a Bottas, Verstappen, Vettel, Leclerc e Gasly.

GIRO 49/66 – COLPO DI SCENA! Norris e Stroll si sono toccati in curva 2, finendo nella ghiaia e Safety Car in pista. Così quasi tutti a fare un pit-stop: Hamilton ha montato le soft come Bottas, e ora sono entrambi appena dietro alla safety car. Seguono Verstappen, Vettel e Leclerc su medie, poi Gasly, Grosjean e Magnussen su soft.

GIRO 44/66 – Hamilton controlla agevolmente su Bottas con 8 secondi di vantaggio. Vettel invece va al secondo cambio gomme, montando altre medie e superando subito Gasly per la quinta piazza. Si ferma anche Verstappen, con Leclerc terzo.

Metà gara, Hamilton saldamente al comando

GIRO 37/66 – Vettel si riprende la posizione su Leclerc, essendo più veloce del francese. Ma per la Ferrari si tratta dell’ennesima gara opaca e non competitiva per lottare con le Mercedes. La situazione aggiornata: Hamilton, Bottas, Verstappen, Vettel, Leclerc, Gasly, Grosjean, Kvyat, Magnussen e Albon.

GIRO 28/66 – Tutti hanno effttuato il pit-stop con Hamilton che ha un vantaggio di 10 secondi su Bottas e 13 su Verstappen. Poi abbiamo Leclerc e Vettel in quarta e quinta posizione.

GIRO 21/66 – Arrivano le prime soste, con Vettel e Verstappen che si fermano, ma l’olandese andrà su due pit stop per aver montato sempre le soft. Hamilton conduce con quasi 8 secondi su Bottas.

GIRO 15/66 – E’ arrivato il sorpasso di Leclerc a Vettel, col tedesco in evidente difficoltà, anche se il francese ha sempre un distacco di 5 secondi da Verstappen terzo. Davanti invece Hamilton continua ad inanellare giri veloci, l’ultimo a 1’21″766.

GIRO 10/66 – La situazione aggiornata: Hamilton, Bottas, Verstappen, Vettel, Leclerc, Gasly, Grosjean, Magnussen, Kvyat e Albon.

GIRO 8/66 – Hamilton prova ad allungare con 2.3 secondi su Bottas, poi Verstappen a 5 secondi. Dietro invece Vettel arranca e Leclerc è negli scarichi del tedesco.

GIRO 2/66 – Grande partenza di Lewis Hamilton che si mette davanti a Bottas. Dietro Vettel ha provato a inserirsi, ma finendo per essere sopravanzato da Verstappen, mentre Leclerc è quinto.

ORE 15:13 – SI PARTE!

ORE 15:10 – Inizia adesso il classico giro di formazione, grande attesa per il via del Gp di Spagna.

Le qualifiche ufficiali, Bottas in pole

Nelle qualifiche ufficiali è stato dunque Valtteri Bottas il più veloce in pista nella decisiva Q3, con il finlandese della Mercedes che ha fermato il crono sul tempo di 1:15:406, col nuovo record della pista e con più di sei decimi di vantaggio sul compagno di team, Lewis Hamilton (leggi la griglia di partenza completa).

In conferenza stampa Bottas, alla sua terza pole consecutiva, dopo quelle in Cina e Azerbaigian, ha commentato: “Nel Q3 le sensazioni erano in continuo miglioramento, mi sono divertito moltissimo e mi godo in modo incredibile l’adrenalina che mi ha dato questo giro. Questa è la mia terza pole in stagione, ho iniziato l’anno benissimo e mi sento sempre bene in macchina: non vedo l’ora che arrivi la gara. La macchina fa quello che voglio ed è incredibile, abbiamo fatto un lavoro incredibile come team con tutti gli aggiornamenti che abbiamo portato”.

Dopo aver chiuso, ancora una volta, in terza piazza le qualifiche ufficiali a più di otto decimi dal pole-man di giornata, Sebastian Vettel ha dichiarato: “E’ un weekend impegnativo, sono contento della terza posizione e ora proviamo a guardare alla gara. Abbiamo portato nuovi pezzi e un nuovo motore, tutto sembra funzionare bene ma non siamo al livello che vorremmo; non ci aspettavamo di essere così lontani, perdiamo davvero troppo del T3 nonostante la competitività sul dritto. Tutti stanno danno il massimo, ma per ora non è sufficiente. Ci stiamo prendendo dei rischi e sono certo che alla lunga questo pagherà, magari non subito ma speriamo che si possa avviare un buon trend in vista delle prossime settimane”.

Caratteristiche circuito Montmelò

Il circuito di Catalogna, che nasce nei pressi di Montmelò a circa venti chilometri da Barcellona, è ormai molto conosciuto, dato che viene utilizzato per i consueti test invernali. Un tracciato contrassegnato dal lunghissimo rettilineo del traguardo che si estende per un chilometro e dove si toccano anche punte di velocità massima pari a 310 km/h.

La pista catalana non favorisce i sorpassi, non sollecita troppo motore e cambio, ma i lunghi curvoni e l’asfalto abrasivo sottopongono a forti stress gli pneumatici. Ci sono 16 curve sul tracciato, di cui 9 a destra e 7 a sinistra. Sono due le zone DRS, una posta nel rettilineo tra curva 9 e curva 10 (con il Detection Point sito poco prima di curva 9) e l’altra nel rettilineo d’arrivo, con il Detection Point posizionato in ingresso dell’ultima curva.

Info Formula 1 2019

LA CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI FORMULA 1 2019

CALENDARIO FORMULA 1 2019 E DIRETTE TV

LE ULTIME NOTIZIE SULLA FORMULA 1