F1, ordine di arrivo Messico 2019 – Il Mondiale 2019 di Formula 1 ha proseguito il suo cammino affrontando sul circuito di Mexico City, in Messico, la diciottesima prova stagionale. Lewis Hamilton ha vinto il Gp del Messico, avvicinandosi sempre più al titolo piloti. Sul podio col britannico Sebastian Vettel e Valtteri Bottas, mentre solo quarto Leclerc pur scattato dalla pole. Per Hamilton sarà solo una formalità chiudere i conti per il titolo Mondiale ad Austin domenica prossima.

Risultati gara e ordine di arrivo Gp Messico 2019

ORDINE DI ARRIVO: Hamilton, Vettel, Bottas, Leclerc, Albon, Verstappen, Perez, Ricciardo, Kvyat, Gasly, Hulkenberg, Stroll, Sainz, Giovinazzi, Magnussen, Russell, Grosjean e Kubica.

Le qualifiche ufficiali, Verstappen penalizzato e Ferrari in prima fila

Nelle qualifiche ufficiali era stato dunque Max Verstappen il più veloce in pista nella decisiva Q3, ma le Ferrari sono davvero competitive e hanno approfittato della penalità inflitta all’olandese. In conferenza stampa Leclerc ha commentato: “Il primo giro è stato buono, il secondo non altrettanto ed ho commesso un errore. La Red Bull è veloce, ma la gara sarà domenica per cui vedremo. La partenza sarà molto importante e la velocità di punta potrebbe essere un fattore determinante per affrontare il via“, le dichiarazioni a caldo del ferrarista.

Dopo aver chiuso al terzo posto le qualifiche ufficiali, il tedesco Sebastian Vettal ha parlato dell’andamento del Q3: “Ho commesso un errore nel primo tentativo, ero fiducioso di migliorare nel secondo ma purtroppo c’è stata la bandiera gialla. La macchina è buona, mi sarebbe piaciuto restare più davanti ma sono fiducioso perché sono stato veloce. Spero in una buona partenza, sarà una gara lunga anche per i freni e per il consumo, e anche per le gomme perché i primi sei piloti partiranno con la gomma media”.

Caratteristiche circuito Messico

Il tracciato è lungo circa 4,3 km e si compone in maggioranza di curve (17), per un totale di 71 giri. Ilpunto più bello del tracciato riguarda la zona delle cosiddette “Eses”, rapidissime e grintose curve per approdare alla parte finale del tracciato. Durante il GP del 2016, nel lungo rettilineo, il pilota della Williams Valtteri Bottas ha raggiunto la velocità di 372,5 km/h, stabilendo il nuovo record in gara per la Formula 1.

Info Formula 1 2019

LA CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI FORMULA 1 2019

CALENDARIO FORMULA 1 2019 E DIRETTE TV

LE ULTIME NOTIZIE SULLA FORMULA 1