F1, ordine di arrivo Brasile 2019 – Il Mondiale 2019 di Formula 1 ha proseguito il suo cammino spostandosi in quel del Brasile per affrontare la gara numero 20 della stagione, sul circuito di Interlagos. Dalla pole position partiva Max Verstappen con la sua Red Bull, davanti a Vettel, Hamilton e Bottas, mentre Leclerc è 14° per via della penalizzazione di dieci posizioni dopo aver sostituito la power unit in quel di Austin.

E al termine di un GP caotico e con tanti colpi di scena, Verstappen ha trionfato davanti a Pierre Gasly, con quest’ultimo che ha approfittato dell’incidente tra Hamilton e Albon ad un giro dalla fine. Invece in casa Ferrari ci sarà tantissimo da discutere, con Leclerc e Vettel a contatto a pochi giri dal termine, mentre erano rispettivamente quarto e quinto. Un contatto che ha portato alla foratura per entrambi e al ritiro. Al termine della gara Hamilton penalizzato, con Sainz dunque sul podio e al terzo posto dietro Verstappen e Gasly.

Risultati gara e ordine di arrivo Gp Brasile 2019

Le qualifiche ufficiali, Verstappen in pole davanti a Vettel

Sebastian Vettel, Ferrari

Nelle qualifiche ufficiali è stato dunque Verstappen il più veloce, sempre a suo agio in Brasile. In conferenza stampa il pilota olandese ha commentato: “La macchina era davvero ottima. Le qualifiche sono state particolari, dato che le temperature sono cambiate in diverse occasioni e noi, di conseguenza, ci siamo dovuti adeguare.

La mia vettura, sin dal primo giro della Q1, mi ha fatto capire che volava, anche per questo sono contento di questa pole position. So di avere fatto molto oggi, ma l’importante sarà il Gran Premio. So di avere a disposizione un buon ritmo, ma anche gli avversari non saranno da meno. Dal mio punto di vista proverò a partire bene senza commettere errori”. 

Dopo aver chiuso al secondo posto le qualifiche ufficiali, il tedesco Sebastian Vettal ha parlato dell’andamento del Q3: “Ho fatto un piccolo errore dopo curva 1 nel giro buono ma Max poi si è migliorato ancora quindi giù il cappello per la sua pole position. Sono contento della prima fila ma vedremo cosa riusciremo a fare in gara. La vettura è andata bene e si è migliorata nel corso delle qualifiche che era il nostro obiettivo, speriamo di proseguire di slancio. Entrambe le Red Bull e le Mercedes sembrano migliori nella gestione delle gomme rispetto a noi, ma se siamo lì è perché abbiamo la potenza e la velocità quindi sono cautamente ottimista che sarà una buona gara”.

Caratteristiche circuito Interlagos

Lungo 4.309 metri prevede una gara composta da 71 giri per una distanza totale di 305.939. Un totale di 15 curve di cui 10 a sinistra e 5 a destra. Uno dei pochi tracciati dell’intero campionato di F1 che vengono percorsi in senso antiorario. Caratterizzato da tanti saliscendi, cordoli alti, curve impegnative e anche irregolarità del manto stradale che contribuiscono ad aumentare le difficoltà al volante. I punti più idonei ai sorpassi sono il lungo rettilineo che dalla curva Juncao conduce al traguardo fino alla “Esse do Senna” e quello successivo a questa veloce variante, la “Reta oposta”. In entrambi i casi si toccano punte di velocità massima pari a circa 315 km/h.

Info Formula 1 2019

LA CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI FORMULA 1 2019

CALENDARIO FORMULA 1 2019 E DIRETTE TV

LE ULTIME NOTIZIE SULLA FORMULA 1