F1, ordine di arrivo Gp Austria 2019 – Il Mondiale 2019 di Formula ha proseguito il suo cammino affrontando, sul circuito di Zeltweg in Austria, la nona prova stagionale. A partire dalla pole position era Charles Leclerc su Ferrari davanti a Max Verstappen, e i due hanno battagliato negli ultimi giri con l’olandese che l’ha spuntata (il suo sorpasso sotto investigazione non ha portato ad alcuna penalità). A podio Bottas terzo, davanti a Vettel quarto ed Hamilton quinto.

Risultati gara e ordine di arrivo Gp Austria 2019

ORE 16:35 – VINCE VERSTAPPEN DAVANTI A LECLERC! Ancora una volta sfortunato il monegasco, ma ora il contatto è ufficialmente sotto investigazione. A seguire Bottas terzo, davanti a Vettel ed Hamilton, poi Norris, Gasly, Sainz, Raikkonen e Giovinazzi.

Giro 69/71 – Leclerc ha risposto benissimo al primo tentativo, ma alla seconda opportunità si porta al comando ma con una manovra che andrà investigata.

Giro 67/71 – Verstappen è ormai arrivato dietro a Leclerc, solo un secondo tra i due. Sarà durissima per il monegasco tenerlo dietro.

Giro 64/71 – Ultimi giri emozionanti, con Verstappen che spinge e si porta a 3 secondi da Leclerc, sfruttando anche i doppiaggi. Dietro Vettel è ormai negli scarichi di Hamilton.

Giro 61/71 – Leclerc risponde ai tempi di Verstappen, divisi adesso (a 10 giri dal termine) da 4.2 secondi. Dietro Bottas deve difendere 9 secondi su Hamilton e 12 su Vettel, poi Norris, Gasly, Sainz, Raikkonen e Giovinazzi nella top ten.

Giro 56/71 – Verstappen sembra inarrestabile ed effettua il sorpasso anche ai danni di Bottas, mettendosi a 5 secondi da Leclerc. A seguire Hamilton è quarto davanti a Vettel, Norris e Gasly.

Giro 50/71 – Vettel adesso è in assoluta difesa, ma Verstappen lo supera all’ennesimo attacco. L’olandese adesso è terzo a 2 secondi da Bottas e 6.5 secondi da Leclerc. Vettel va ai box e torna in pista quinto alle spalle di Hamilton.

Giro 41/71 – Leclerc continua a comandare il Gp di Austria con 4.5 secondi su Bottas e 8.3 su Vettel, poi Verstappen a 2.4 dal tedesco ed Hamilton a quasi 10 secondi dall’olandese. A seguire Sainz, Norris, Ricciardo, Gasly, Raikkonen e Giovinazzi.

Giro 32/71 – Sosta anche per Verstappen, ecco la situazione aggiornata: In testa Leclerc con 4 secondi su Bottas e 9 su Vettel, poi Hamilton e Verstappen.

Giro 31/71 – Adesso c’è al comando Verstappen, senza sosta, davanti a Leclerc, Bottas, Vettel ed Hamilton.

Giro 30/71 – Ecco il pit stop di Lewis Hamilton (che cambia l’ala, 11 secondi di sosta), adesso vedremo dove rientrerà in pista il britannico. Mentre Vettel fa il giro veloce in pista.

Giro 23/71 – Si ferma anche Leclerc, mentre Hamilton forza i tempi e mette dentro il giro veloce.

Giro 22/71 – Primi pit stop con Bottas e Vettel, ma i meccanici della Rossa non sono pronti con le gomme. Il tedesco dunque perde secondi preziosi, un errore che non ci voleva, rientrando alle spalle di Gasly e Raikkonen.

Giro 15/71 – Allunga in vetta Leclerc con 3.7 secondi su Bottas e 7 su Hamilton. Il britannico adesso sente arrivare Vettel, distante solo 3 secondi.

Giro 10/71 – Al comando c’è sempre Leclerc con 2.7 secondi su Bottas e 5.6 su Hamilton. Poi a seguire Vettel, Verstappen, Raikkonen, Norris, Gasly, Giovinazzi e Perez.

Giro 6/71 – Scatenato Vettel, col tedesco che fa un sol boccone anche di Raikkonen e adesso è quarto. Ci sono 5 secondi da recuperare su Hamilton.

Giro 4/71 – Sebastian Vettel si prende anche la quinta posizione, al termine di un bel duello con Norris. Davanti Leclerc ha 2.5 secondi di vantaggio su Bottas e 4.3 su Hamilton.

Giro 2/71 – Leclerc parte senza problemi, mentre Verstappen si pianta letteralmente e permette a Bottas ed Hamilton di sorpassarlo. Alle spalle del britannico troviamo Raikkonen, Norris, Vettel, risalito già in sesta posizione e poi Verstappen settimo.

ORE 15:13 – SI PARTE!

ORE 15:10 – Inizia adesso il classico giro di formazione!

Le qualifiche ufficiali, Leclerc in pole

Nelle qualifiche ufficiali è stato dunque Charles Leclerc il più veloce in pista nella decisiva Q3, col francese della Ferrari che ha fermato il crono sul tempo di 1’03″003, superando Hamilton nettamente di quasi 3 decimi e Verstappen di mezzo secondo all’incirca (leggi la griglia di partenza completa).

In conferenza stampa Leclerc ha commentato: “La macchina mi ha dato sensazioni fantastiche. Abbiamo portato qualche cambiamento nelle prove libere 2, sono riuscito a guidare al limite e sono contento di avere guadagnato questa pole position anche se la giornata decisiva è domenica. Siamo contenti della scelta fatta con gli pneumatici, in gara ci sarà molto caldo e sarà dura fisicamente, anche per la macchina: bisognerà gestire al meglio e spero di fare un buon risultato“.

Dopo aver chiuso le qualifiche ufficiali al decimo posto (per un problema alla sua monoposto, poi nono per la penalità a Magnussen), Sebastian Vettel ha dichiarato: “Non sono arrabbiato, non ci sono motivi per esserlo perché non è colpa di nessuno. Si è rotto qualcosa e dobbiamo capire perché. Fa male perché la macchina valeva la pole-position, stavo trovando il ritmo e mi stavo preparando per il tentativo in Q3. Sono contento per il team perché tutti hanno dato tutto, era importante che l’altra Ferrari facesse la pole position. Siamo nella top ten e in gara spero di avvicinarmi a Leclerc”.

Caratteristiche circuito Zeltweg

Il Gran Premio di Austria di Formula 1 si corre sul circuito Red Bull Ring di Zeltweg, tornato ad ospitare la F1 dal 2014. Composto da 10 curve, 7 a destra e 3 a sinistra, il tracciato è lungo 4.318 metri (il quarto come sviluppo) e soprattutto si percorre in meno di 70 secondi. Le zone DRS sono due: la prima sul rettilineo principale, con il detection point situato poco dopo l’uscita di curva 8, mentre la seconda è situata fra curva 2 e 3, con il punto di rilevazione posizionato prima dell’ingresso di curva 2.

Info Formula 1 2019

LA CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI FORMULA 1 2019

CALENDARIO FORMULA 1 2019 E DIRETTE TV

LE ULTIME NOTIZIE SULLA FORMULA 1