F1, Gp Australia 2019: dominio totale di Bottas, Hamilton secondo. Ferrari in difficoltà

Il Mondiale 2019 di Formula 1 ha affrontato la sua prima gara della stagione in Australia sul circuito di Melbourne: risultati gara e ordine di arrivo

563

F1, ordine di arrivo Australia 2019 – Il Mondiale 2019 di Formula si apre in quel di Melbourne per affrontare la prima gara della nuova stagione in Australia come ormai da consuetudine. A partire dalla pole position era Lewis Hamilton, col britannico della Mercedes che aveva beffato Valtteri Bottas nell’ultimo tentativo. Ma il finlandese ha bruciato il compagno di team alla partenza e ha preso il volo verso la vittoria, con Verstappen terzo a completare il podio. Ferrari invece opaca e senza squilli, con Vettel quarto e Lecler quinto.

Gp Australia 2019, ordine di arrivo

ORE 7:39 – FINISCE QUI! Valtteri Bottas completa il suo dominio in gara, fissando anche il giro più veloce in pista con l’1:25:580 nella penultima tornata. A seguire Hamilton, Verstappen, Vettel, Leclerc, Magnussen, Hulkenberg, Raikkonen, Stroll e Kvyat.

GIRO 54/58 La situazione aggiornata: Bottas, Hamilton, Verstappen, Vettel, Leclerc, Magnussen, Hulkenberg, Raikkonen, Stroll e Kvyat nella top ten.

GIRO 50/58 – Errore di Verstappen in curva 1 che finisce sull’erba e poi rientra in pista, vedendo Hamilton allungare a 3 secondi. Ferrari sempre quarta con Vettel, a 40 secondi da Bottas, e Leclerc quinto subito dietro al tedesco.

GIRO 48/58 – Bottas ha 25 secondi di vantaggio su Hamilton, col britannico che ha sempre Verstappen alle spalle di 1,5 secondi. A seguire Vettel quarto con 3 secondi di vantaggio su Leclerc.

GIRO 43/58 – Eloquente un team radio di Sebastian Vettel: “Perché vado così piano?”, una domanda che al momento non trova risposta dopo i confortanti test invernali al Montmelò. Al contrario Bottas vola e fissa il giro veloce sull’1:26:739.

GIRO 42/58 – Situazione aggiornata: Bottas, Hamilton, Verstappen, Vettel, Leclerc, Magnussen, Hulkenberg, Raikkonen, Stroll e Kvyat nella top ten.

GIRO 36/58 – Bottas sta dominando questo primo Gp, con un vantaggio abissale di circa 19 secondi su Hamilton. Il britannico è molto preoccupato, visto che Verstappen è minaccioso alle spalle con solo 1,5 secondi di distanza. In difficoltà invece la Ferrari, con Vettel quarto a 6 secondi dall’olandese della Red Bull e Leclerc quinto a 11 secondi dal compagno di squadra.

GIRO 31/58 – Verstappen supera Vettel! Bottas comanda con 18 secondi su Hamilton, mentre dietro l’olandese della Red Bull prepara bene in curva 1 ed effettua il sorpasso sul tedesco della Ferrari in curva 3.

Completata metà gara, comanda Bottas

GIRO 29/58 – Si ferma adesso anche Leclerc, montando però gomma bianca col francese che andrà così sino al traguardo. Situazione aggiornata: Bottas, Hamilton, Vettel, Verstappen, Leclerc, Magnussen, Hulkenberg e Raikkonen.

GIRO 24/58 – Si ferma adesso ai box Valtteri Bottas, anche per lui gomma gialla e sicuramente una sola sosta per lui. A seguire si ferma anche Verstappen, rientrando in pista quarto alle spalle di Hamilton e Vettel.

GIRO 21/58 – Al momento la scelta di montare la gomma gialla non sta pagando. Hamilton e Vettel girano più lenti di Bottas, Verstappen e Leclerc, col finlandese della Mercedes che sta effettuando in serie alcuni giri veloci.

GIRO 20/58 – Bottas conduce la gara con 13 secondi di vantaggio su Verstappen, poi Leclerc a 23 secondi, Hamilton a 30 e Vettel a 32 secondi. Ricordiamo che il britannico e il tedesco si sono già fermati per la prima sosta.

GIRO 16/58 – Risponde la Mercedes, con Hamilton che si forma ai box e monta anch’esso gomma gialla.

GIRO 15/58 – Sebastian Vettel anticipa la sosta e monta gomme gialle. Il tedesco potrebbe dunque effettuare due soste. Il tedesco rientra quinto in pista alle spalle di Bottas, Hamilton, Verstappen e Leclerc.

GIRO 13/58 – Bottas sempre al comando con quasi 4 secondi di vantaggio su Hamilton e circa 8 su Vettel. Verstappen si avvicina al tedesco a 1,8 di distanza.

GIRO 12/58 – Problemi al motore per Carlos Sainz, con la McLaren a fuoco. Nel frattempo Leclerc finisce lungo alla prima curva, taglia nell’erba e nella ghiaia e poi prosegue. Il francese ha però perso 6 secondi da Verstappen.

GIRO 8/58 – Bottas conduce con 2,5 secondi su Hamilton e 4,5 su Vettel. A seguire Verstappen quarto a 6 e Leclerc quinto a 9 secondi. Il nostro Giovinazzi con l’Alfa-Romo è 17°, in fondo Ricciardo 19° e Kubica 20°.

GIRO 4/58 – La situazione aggiornata: Bottas, Hamilton, Vettel, Verstappen, Leclerc, Magnussen, Grosjean, Hulkenberg, Raikkonen e Norris. Problemi al via per Daniel Ricciardo, ala danneggiata e subito ai box.

GIRO 1/58 – Bottas parte alla grande e brucia Lewis Hamilton al via, a seguire Vettel pressa il britannico mentre Leclerc ha provato a sopravanzare Verstappen, ma senza riuscirci.

ORE 6:13 – SI PARTE! Scatta ora il GP Australia 2019!

ORE 6:10 – Inizia adesso il giro di ricognizione, qualche minuto e sarà tutto pronto per lo start.

ORE 6:05 – Mancano ormai cinque minuti all’inizio del Gp di Australia, grande tensione in pista con le monoposto tutte schierate.

Le qualifiche ufficiali, Hamilton in pole

Nelle qualifiche ufficiali è stato dunque Lewis Hamilton il più veloce in pista nella decisiva Q3, con il britannico della Mercedes che ha fermato il crono sul tempo di 1:20:486, precedendo di 112 millesimi il compagno di team, Valtteri Bottas (leggi la griglia di partenza completa).

In conferenza stampa Hamilton ha ovviamente commentato con gioia la pole position ottenuta sul circuito aussie: “Abbiamo cercato di ottimizzare il bilanciamento, da Barcellona a qui abbiamo fatto un grande miglioramento di assetto e sembra aver funzionato, non ci aspettavamo questa differenza di prestazione. Non è stato semplice perché Bottas è stato molto veloce ed è finito vicino, ma è bello vedere le macchine migliori tutte lì vicine in lotta ravvicinata dopo la qualifica. Siamo contenti del risultato, non avevamo idea di cosa aspettarci dopo i test invernali perché non  sai mai a che livello possono essere gli avversari, ma noi siamo  andati molto bene. Speravamo di poter essere veloci, ma non ci aspettavamo questa differenza di prestazioni”.

Dopo aver chiuso in terza piazza le qualifiche ufficiali a sette decimi da Hamilton, Sebastian Vettel ha dichiarato: “Sono sorpreso del gap con la Mercedes, credo che lo siano tutti e anche loro stessi. Sono state delle qualifiche un po’ difficili, sono anche uscito di pista in Q2, ma l’auto mi sembrava a posto. È una pista particolare, non dobbiamo preoccuparci troppo anche se il risultato di oggi non è grandioso e ci sarebbe piaciuto essere al posto della Mercedes”. Sulla gara Vettel si è detto comunque fiducioso: “Credo sia possibile lottare per la vittoria anche perché non si può mai sapere cosa può accadere la domenica. L’anno scorso abbiamo avuto un po’ di fortuna, ma abbiamo una buona macchina e siamo in buona forma, anche se le Mercedes sono favorite, ma vediamo succederà in corsa”.

Caratteristiche circuito Melbourne

Il tracciato australiano di Melbourne è un circuito cittadino che si snoda nel centro della città. Misura 5.303 m ed è composto da sei tratta da alta velocità, tre curve lente (1-3-15) e due chicane veloci (11-12). Alla fine del rettilineo principale, si raggiungono quasi i 315 km/h prima di ridurre drasticamente la velocità per prendere la curva Jones. In 92 metri ed 1.75 secondi le monoposto dovranno rallentare sino ad arrivare a circa 135 km/h. In generale è un tracciato in cui c’è un bel mix di frenate, tratti veloci e sezioni più guidate che mettono a dura prova la trazione.

Info Formula 1 2019

LA CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI FORMULA 1 2019

CALENDARIO FORMULA 1 2019 E DIRETTE TV

LE ULTIME NOTIZIE SULLA FORMULA 1