Griglia di partenza Belgio 2019 – Risultati qualifiche e pole position del Gp Belgio 2019. Si torna in pista per la prova numero tredici del Mondiale e la corsa alla pole position sul circuito di Spa-Francorchamps. Le qualifiche ufficiali hanno preso il via alle ore 15:00 con il Q1, poi dalle 15:48 gli ultimi dodici minuti e la definizione della griglia di partenza.

Qualifiche ufficiali Belgio 2019, griglia di partenza

LA GRIGLIA DI PARTENZA COMPLETA: Leclerc 1°, Vettel 2°, Hamilton 3°, Bottas 4°, Verstappen, 5°, Ricciardo 6°, Hulkenberg 7°, Raikkonen 8°, Perez 9°, Magnussen 10°, Grosjean 11°, Norris 12°, Stroll 13°, Albon 14°, Giovinazzi 15°, Gasly 16°, Sainz 17°, Kvyat 18°, Russell 19° e Kubica 20°.

ORE 16:12 – FINISCONO QUI LE QUALIFICHE UFFICIALI, POLE PER LECLERC! Charles Leclerc riporta la Ferrari sulla prima piazzola della griglia di partenza (1’42″519, col nuovo record della pista), al suo fianco in prima fila c’è Sebastian Vettel a 748 millesimi. Il tedesco è riuscito a scavalcare di un soffio Hamilton, terzo a 763 millesimi. A completare la topo ten Verstappen 5°, Ricciardo 6°, Hulkenberg 7°, Raikkonen 8°, Perez 9° e Magnussen 10°.

3 minuti al termine – Tutti in pista per l’ultimo tentativo, non ci sarà spazio per errori vista la mancanza di tempo.

5 minuti al termine – Dopo un primo tentativo molto lento per tutti, ecco che Leclerc agguanta la pole momentanea con 1’42″644. Lo segue Hamilton a 0″638, mentre Vettel è 3° a 0″832, quindi Bottas a 0″934.

ORE 16:00 – Inizia adesso il Q3, 12 minuti per assegnare la pole e definire la griglia di partenza.

ORE 15:53 Finisce anche il Q2! Leclerc, ancora velocissimo, abbassa il riferimento a 1’42″938, con Vettel 2° a soli 99 ms. Migliorano anche Hamilton 3° e Bottas che resta 4°. Completano la top10 dei qualificati Ricciardo, Verstappen, Raikkonen, Hulkenberg, Perez e Magnussen. Ecco gli esclusi: Grosjean 11°, Norris 12°, Stroll 13°, Albon 14° e Giovinazzi 15°.

5 minuti al termine – Ottimo giro di Verstappen che sale al quinto posto davanti a Raikkonen. Al momento gli esclusi, oltre a Giovinazzi, sono Hulkenberg, Grosjean, Norris e Albon.

9 minuti al termine – Il miglior tempo con 1’43″376 è sino ad ora di Leclerc, davanti a Vettel di 130 millesimi. Ma occhio alla Mercedes che, come spesso accaduto in questa stagione, nel momento decisivo è tornata vicinissima: Hamilton terzo a 216 millesimi, mentre Bottas è quarto a sei decimi.

ORE 15:37 – Inizia adesso il Q2, diciamo subito che Giovinazzi ovviamente non scenderà in pista e partirà dunque 15°.

ORE 15:29 Finisce il Q1! Questo è terminato in regime di bandiera rossa, dopo l’esplosione del motore per Giovinazzi. La Top Ten: Leclerc, Vettel, Verstappen, Bottas, Hamilton, Albon, Ricciardo, Giovinazzi, Grosjean e Perez. Ecco invece gli eliminati: Gasly 16°, Sainz 17°, Kvyat 18°, Russell 19° e Kubica 20°.

2 minuti al termine – Nel frattempo Max Verstappen, al momento, sarebbe eliminato e dunque l’olandese della Red Bull torna in pista. Per lui problemi di potenza al motore, vedremo se saranno stati risolti con la sosta ai box precedente.

6 minuti al termine – Ed è proprio Leclerc a far segnare un giro veloce fantastico col tempo di 1:43:587, dando mezzo secondo a Vettel, e un secondo e mezzo a Bottas ed Hamilton.

10 minuti al termine – Dopo Hamilton anche Leclerc sembra aver risolto i propri problemi e scende in pista, al pari di Vettel.

ORE 15:15 – SI RIPARTE per i 13 minuti finali, ma c’è un allarma in casa Ferrari con movimenti frenetici e lavoro per i meccanici sulla monoposto di Leclerc. In casa Mercedes, invece, sembra tutto a posto per Hamilton che va in pista.

13 minuti al termine – Subito bandiera rossa per la rottura del motore di Kubica e il tanto olio riversatosi in pista. Nel frattempo in casa Mercedes si ‘lavora’ a più non posso per cercare di mandare in pista Hamilton, vittima di un brutto incidente nelle FP3.

ORE 15:00 – Inizia il Q1!

Riassunto prove libere Belgio 2019

Il venerdì è stato dedicato alle prove libere 1 e 2. Nelle libere 1 è stata la Ferrari di Sebastian Vettel la vettura più veloce sul tracciato belga. Il pilota tedesco della ‘Rossa’ ha fatto registrare il miglior giro in 1’44″575, precedendo il compagno di scuderia Charles Leclerc e Max Verstappen che chiude la top-3. Non benissimo le due Mercedes, con Valtteri Bottas al quinto posto nella classifica tempi e Lewis Hamilton sesto dopo aver fatto i conti con alcuni problemi tecnici alla propria monoposto.

Nelle libere 2 il protagonista è stato Charles Leclerc. Il monegasco ha fermato il cronometro sull’1’44″123. Seconda posizione per l’altra SF90 guidata da Sebastian Vettel (+0″630) che nella simulazione di qualifica su gomma soft ha accusato sei decimi di gap dal compagno di squadra. Ancora distanti le due Mercedes che, a differenza della prima sessione, nel pomeriggio hanno montato gomme soft per la prima volta, prendendo pero’ oltre otto decimi di distacco dalle due Rosse. Valtteri Bottas (+0″846) chiude in terza posizione davanti a Lewis Hamilton (+0″892).

Caratteristiche circuito Spa-Francorchamps

Il circuito di Spa-Francorchamps, uno dei luoghi più suggestivi dell’intero campionato di F1, sorge sulle Ardenne. Con i suoi 7 chilometri, questa è la pista più lunga del calendario e presenta un mix di lunghi rettilinei, curvoni ad alta velocità, curve lente e asfalto scivoloso: non è un caso che sia definito “l’università della F1”.

La sezione più bella della pista è il tratto che porta dall’Eau Rouge fino a Blanchimont, con la famosissima S in salita che genera una compressione impressionante e grandi carichi laterali. Sul circuito di Spa Francorchamps la potenza della power unit è fondamentale: basti pensare che ci sono due tratti lunghissimi da affrontare in pieno: il primo vede i piloti tenere aperto il gas per 18 secondi e nel secondo tratto per altri 22 secondi.

Info Formula 1 2019

LA CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI FORMULA 1 2019

CALENDARIO FORMULA 1 2019 E DIRETTE TV

LE ULTIME NOTIZIE SULLA FORMULA 1