Salisburgo-Napoli, Ancelotti: “Non siamo qui per fare calcoli, dobbiamo stare molto attenti”

    Il tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, ha presentato in conferenza stampa il match contro il Salisburgo di Europa League in programma giovedì

    41

    Il Napoli è molto concentrato e non si culla troppo sugli allori dopo aver vinto per 3-0 al San Paolo. Il Salisburgo infatti farà di tutto per provare almeno a riaccendere la speranza, contando anche sul calore del proprio pubblico. Gli azzurri arrivano carichi al match, anche se le assenze contemporanee dei vari Albiol, Koulibaly e Maksimovic al centro della difesa, qualche preoccupazione inevitabile la creano. Sta di fatto che il largo vantaggio accumulato all’andata non può non essere considerato, e nemmeno che la qualificazione ai quarti di finale di Europa League sia molto vicina.

    Ancelotti in conferenza stampa

    Carlo Ancelotti però, nella consueta conferenza stampa della vigilia organizzata dalla UEFA all’interno della Red Bull Arena, ha voluto tenere molto alta la guardia dei suoi. “Negli ultimi dieci minuti della gara d’andata abbiamo concesso qualche occasione di troppo e questo non mi è piaciuto. Dobbiamo fare attenzione perché questo può essere il canovaccio della gara di domani. Certo, il 3-0 è un buon risultato ma non dobbiamo pensare a quello, bensì solo a giocare al meglio delle nostre possibilità. Non siamo qui per fare calcoli. Siamo qui per giocare al meglio delle nostre possibilità e passare il turno.

    Deluso dal pari col Sassuolo? Non ho parlato con i ragazzi dopo il match, eravamo tutti dispiaciuti. Dobbiamo guardare avanti, quando giochi un turno di campionato tra due gare valide per la qualificazione tutto diventa più difficile. E’ venuta fuori una partita deludente e fortunatamente ci siamo salvati con un pareggio”.

    Ancelotti su Insigne e formazione

    Ancelotti ha poi parlato anche dello sfogo di Insigne: “Ho letto il suo sfogo, è comprensibile, sente molta responsabilità, è napoletano, è diventato sempre più importante per la squadra. Gli pesa che su di lui ci sia un’attenzione diversa rispetto ad altri, ma è nella normalità delle cose”.

    Infine il tecnico azzurro ha parlato del rinnovo del direttore sportivo Giuntoli sino al 2024 e di formazione: “Ha rinnovato Giuntoli? Siamo tutti contenti per la riconferma, prosegue il progetto con questo club che sta andando bene negli ultimi anni. Un po’ meno contento per le casse del club perché col suo rinnovo saranno meno piene (ride, ndr)”.

    Sulla formazione e il compagno di Milik in attacco: “Gioca chi ha riposato domenica, ovvero Milik, poi sul compagno lasciatemi pensare. Non vogliamo cambiare l’atteggiamento rispetto all’andata, ma cambierà il loro perché saranno meno prudenti, più sbilanciati, più offensivi. Non ho alcun timore poi su chi ha giocato meno, Chiriches è bravo con o senza palla, Luperto in quelle poche partite ha mostrato affidabilità”.

    INFO EUROPA LEAGUE

    CALENDARIO EUROPA LEAGUE 2018-2019

    SORTEGGIO, DATE E ORARI QUARTI DI FINALE EUROPA LEAGUE 2019