Inter-Eintracht, Spalletti: “Momento importantissimo, chi non lo capisce resta un mediocre”

    Alla viglia del match contro l’Eintracht Francoforte in Europa League, il tecnico nrazzurro Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa

    81

    Un match importante che arriva tre giorni prima del derby contro il Milan. Ma l’Inter non può scegliere e il ritorno degli ottavi di finale di Europa League contro l’Eintracht Francoforte va giocato al massimo. Del resto passare il turno farebbe accedere i nerazzurri ai quarti di finale, aprendo scenari molto importanti per il futuro. L’obiettivo, spesso dichiarato, è quello di tornare ad alzare al cielo un trofeo. E mettere l’Europa League in bacheca non sarebbe così male.

    Spalletti in conferenza stampa

    Nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico Luciano Spalletti ha parlato in sala stampa. Si riparte dallo 0-0 dell’andata in Germania, con un discorso qualificazione tutto aperto. Servirà comunque vincere, visto che un pari con gol sarebbe solo favorevole all’Eintracht. Un’Inter che si presenta in emergenza, ma Spalletti non fa drammi.

    “Se mi lamento non ci qualifichiamo. Un allenatore cerca sempre di ispirare e non di lamentarsi. Siamo abbastanza per vincere la partita. Keita è a posto, Brozovic convocato. Spero che la prima cosa che abbiano focalizzato i miei calciatori è che questo sia un momento importantissimo nel nostro cammino in questa stagione. Dobbiamo pensare alla partita che abbiamo davanti e non a quella di campionato. Arriviamo a questa sfida con le carte in regola.

    Si fa sempre credere che quello che manca è il migliore, ma quelli che ci sono sono gli uomini adatti per vincere. Quelli che vanno dentro devono sapere motivarsi per la causa da portare a termine, non ci sono trucchi. Chi non riesce a capire il momento, che si deve motivare e che deve essere all’altezza della situazione rimane sempre un mediocre. Ci sono dei momenti in cui bisogna metterci qualcosa in più. Se si gioca nell’Inter, le capacità ci sono“.

    Senza Icardi e Lautaro in attacco

    L’emergenza maggiore per Spalletti sarà in attacco, dove mancheranno sia Mauro Icardi per le note vicende che Lautaro Martinez perché squalificato:

    “E’ un qualcosa che può dare alla squadra più fantasia. Io però non vedo giocatori atipici per noi in attacco. Politano sa giocare da punta centrale, perché lo ha fatto l’anno scorso a Sassuolo e ci ha fatto anche girare la testa. Keita è un attaccante che, anche se agisce da esterno, entra nel campo e fa la seconda punta. Atipici ce ne sono pochi nella nostra squadra, sono tutti veri e reali. Tutti nelle condizioni di proporre il loro meglio. Mi aspetto qualcosa di super ed extra a livello individuale. Ci va caricata la prestazione migliorare di quelle che sono state fornite fino a ora e sono stra sicuro che lo faranno”.

    INFO EUROPA LEAGUE

    CALENDARIO EUROPA LEAGUE 2018-2019

    SORTEGGIO, DATE E ORARI QUARTI DI FINALE EUROPA LEAGUE 2019