Europa League, De Vrij sbaglia e Jovic ringrazia: Inter eliminata dall’Eintracht

    L'Inter perde 1-0 al Meazza contro l'Eintracht Francoforte, nel ritorno degli ottavi di finale di Europa League: tedeschi ai quarti

    376

    Un’Inter in grande emergenza non riesce a fare l’impresa contro l’Eintracht Francoforte, venendo eliminata negli ottavi di finale dell’Europa League. I tedeschi s’impongono 1-0 al Meazza con una rete di Luka Jovic al 5′, sfruttando un clamoroso errore di De Vrij, andando ai quarti con merito.

    LA CRONACA DELLA PARTITA – Allo stadio Giuseppe Meazza di Milano si gioca il ritorno degli ottavi di finale di Europa League tra Inter ed Eintracht Francoforte. Gara che si prospetta molto equilibrata, almeno tenendo conto di quanto visto nel match di andata, giocato settimana scorsa e concluso sullo 0-0. L’Inter è decimata dagli infortuni e dalle squalifiche. I nerazzurri, infatti, non possono contare su Asamoah e Lautaro Martinez, entrambi squalificati. Out ancora Icardi, che continua a lavorare a parte per il problema al ginocchio, Miranda, operato al naso e Nainggolan. La squadra tedesca, dal canto suo, è in grande forma imbattuta in questo 2019, tra campionato e coppa. In più in Europa League non ha mai perso in questa stagione.

    Sul fronte formazioni ufficiali, Luciano Spalletti è in emergenza e schiera i suoi col 4-2-3-1. Davanti ad Handanovic ci sono D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar e Cedric. A centrocampo c’è Borja Valero con Vecino, mentre in avanti Candreva, Politano e Perisic alle spalle di Keita falso nueve. Dall’altra parte Adolf Hutter schiera i suoi col 4-4-2. Davanti a Trapp ci sono Da Costa, Hasebe, Hinteregger e N’Dicka. A centrocampo Gacinovic, Rode, Willems e Kostic, con Haller e Jovic a formare il tandem d’attacco.

    Primo tempo, Eintracht avanti 1-0

    Il primo tempo inizia con una clamorosa chance per l’Eintracht al 4’: azione insistita dei tedeschi, la palla finisce a sinistra per Kostic che conclude in diagonale e impegna Handanovic, Haller sul tap-in colpisce la traversa. Ma l’inizio dell’Inter è shock e l’Eintracht Francoforte al 5’ passa in vantaggio: errore imperdonabile di De Vrij che sbaglia un retropassaggio di testa, Jovic resiste al ritorno dell’olandese e con un morbido tocco sotto scavalca Handanovic per lo 0-1. L’Inter prova a reagire e al 19’ ha una grande chance per pareggiare: rinvio lungo di Handanovic, Hasebe calcola male la traiettoria e permette a Keita d’involarsi in campo aperto, ma il numero 14 si allunga troppo la sfera favorendo l’uscita di Trapp.

    Al 26’ l’Eintracht trova anche il raddoppio, ma per fortuna dell’Inter il francese Haller è in leggera posizione di offside, al momento della deviazione in rete, sul cross dalla destra di Da Costa. Dopo la mezz’ora Spalletti cambia il modulo dei suoi, passando al 3-4-3. La pressione dei nerazzurri provoca solo qualche corner, mentre al 38’ serve un super Handanovic per evitare il peggio: errore di Vecino a metà campo, Gacinovic ha via libera e conclude con un mancino in diagonale, lo sloveno prima respinge e poi anticipa anche Haller pronto a ribattere in rete.

    Secondo tempo, Eintracht ai quarti

    Il secondo tempo si apre senza cambi ma con un Eintracht ancora pericoloso con Jovic. Comunque l’Inter ci mette orgoglio con Candreva e Perisic che sulle fasce però non trovano mai nessuno pronto al centro sui cross scodellati al centro. I tedeschi in contropiede hanno ampie praterie e Handanovic al 55’ salva su Haller, poi Gacinovic al 56’ si fa chiudere da De Vrij al momento di concludere. Lo stesso svizzero al 59’ lascia il campo per far posto a De Guzman, visto in Italia con le maglie di Napoli, Carpi e Chievo. Spalletti risponde con Ranocchia per Cedric al 62’, avanzando Skriniar a metà campo.

    L’Eintracht non chiude la qualificazione e allora l’Inter ci crede ancora, rendendosi pericolosa con un destro di Skriniar dal limite che deviato da Hasebe finisce di poco a lato. Al 73’ Spalletti manda in campo Esposito, giovane attaccante della Primavera classe 2002, al posto di Borja Valero. All’80’ altro esordio nell’Inter, con l’altro attaccante Merola, classe 2000, al posto di Politano. Nel finale Ranocchia va a fare il centravanti, come visto tante volte in queste ultime settimane. Al 91’ è però ancora Handanovic a salvare dallo 0-2 l’Inter con una respinta sul colpo di testa sotto misura di Jovic.

    INFO EUROPA LEAGUE

    CALENDARIO EUROPA LEAGUE 2018-2019

    SORTEGGIO, DATE E ORARI QUARTI DI FINALE EUROPA LEAGUE 2019