Il Napoli perde per 3-1 in quel di Salisburgo, ma in virtù del 3-0 di sette giorni fa al San Paolo si qualifica ai quarti di finale di Europa League. Un match a due facce, con gli azzurri subito in vantaggio al 14′ con Milik e con una qualificazione in tasca. A quel punto al Salisburgo sarebbero serviti cinque reti per superare il turno, gli austriaci si fermano a tre e non basta.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Il Salisburgo di Marco Rose e il Napoli di Carlo Ancelotti si affrontano alla Red Bull Arena nel ritorno degli ottavi di finale di Europa League. Il Salisburgo si presenta a questa sfida con la consapevolezza di non poter sbagliare una virgola. Per rimontare il 3-0 subito una settimana fa al San Paolo servirà un mezzo miracolo, ma gli austriaci in casa si sono resi protagonisti spesso di rimonte molto complicate. Il Napoli arriva in Austria con un grande vantaggio, ma anche con l’intenzione di non abbassare la guardia troppo presto e rischiare sgradite sorprese. Le squalifiche di Makimovic e Koulibaly poi, costringono anche a reinventare la parte centrale della difesa.

Sul fronte formazioni ufficiali, Marco Rose si affida al 4-3-1-2. Davanti a Walke, linea a quattro formata da Lainer, Onguene, Ramalho e Ulmer. A centrocampo Minamino, Samassekou e Mwepu, mentre Wolf trequartista alle spalle di Daka e Dabbur. Dall’altra parte Carlo Ancelotti non cambia il 4-4-2 nonostante le assenze. In porta c’è Meret, davanti a lui Hysaj, Chiriches, Luperto e Mario Rui. Nel centrocampo a quattro ci sono Callejon e Zielinski laterali, con Allan e Fabian Ruiz in mezzo. Infine il tandem d’attacco è composto da Mertens e Milik, visto che Insigne, vittima di un risentimento muscolare nel riscaldamento, va in tribuna.

Primo tempo, al riposo sull’1-1

Il primo tempo inizia con un Salisburgo in avanti spinto dall’entusiasmo del proprio pubblico. Ma il Napoli ben presto minaccia la porta austriaca con Milik che al 10’ non riesce a dare forza ad un colpo di testa. Vantaggio azzurro solo rimandato, dato che al 14’ arriva lo 0-1: azione sull’out di sinistra con Zielinski che innesca Mario Rui, il portoghese mette un pallone forte e teso, rimpallo tra Onguene, Ulmer e Walke, la sfera s’impenna e Milik con una sforbiciata insacca. Il Napoli è in controllo, ma al 25’ arriva il pareggio del Salisburgo: clamoroso errore di Allan che serve Szoboszlai, l’ungherese riparte e verticalizza per Dabbur, dribbling a rientrare su Chiriches e destro comodo a battere Meret.

Il Napoli comunque reagisce e Fabian Ruiz al 29’ sfiora il nuovo vantaggio, con un sinistro potentissimo dalla distanza che colpisce un palo clamoroso alla sinistra di Walke. Il match resta divertente e il Salisburgo torna pericoloso al 37’ con un colpo di testa di Onguene che termina non di molto a lato. Nel finale ci prova anche Minamino con un mancino dal limite che termina a lato, ma il primo tempo si chiude sul risultato di 1-1.

Secondo tempo, finisce 3-1

Il secondo tempo si apre con il Napoli in controllo del match. Il Salisburgo attacca, ma senza sfondare e creare pericoli dalle parti di Meret. Anzi al 57’ gli austriaci rischiano grosso, quando Walke perde la presa sul cross dalla destra di Mertens, recuperando la sfera quasi sulla linea. Al 59’ Rose rompe gli indugi e manda in campo Gulbrandsen per Mwepu, con un attaccante in più. Il Salisburgo aumenta la pressione e al 65’ arriva il 2-1: azione sulla sinistra, Szoboszlai apre a Wolf, che fa correre Ulmer, palla bassa al centro per Gulbrandsen che anticipa Mario Rui e mette dentro.

Il Napoli spreca una buona chance con Mertens, poi al 73’ Ancelotti manda in campo Diawara per Zielinski, poi al 78’ Chiriches alza bandiera bianca per un problema muscolare e al suo posto entra Malcuit con Hysaj spostato al centro. Ovviamente i minuti finali sono di sofferenza, con una difesa completamente in emergenza e il Salisburgo che attacca. All’87’ Meret è salvato dal palo, con Dabbur che si esibisce in una bella sforbiciata a va vicinissimo al terzo gol. Questo arriva comunque al 92’, con Leitgeb che risolve una mischia con un destro vincente. Ma non c’è più tempo, finisce 3-1 per il Salisburgo.

INFO EUROPA LEAGUE

CALENDARIO EUROPA LEAGUE 2018-2019

SORTEGGIO, DATE E ORARI QUARTI DI FINALE EUROPA LEAGUE 2019

Please wait...