La Roma si prepara ad affrontare il Porto nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. Una sfida già cruciale per il proseguo del cammino dei giallorossi nella competizione, provando a ripetere quanto fatto nella passata stagione. Sarà fondamentale non subire gol in casa, per poi presentarsi il 6 marzo in Portogallo nel match di ritorno con un vantaggio in più. Ovviamente l’avversario non è di quelli impossibili, ma nemmeno di quelli facili come del resto immaginabile quando in lizza sono rimaste 16 squadre.

Di Francesco in conferenza stampa

Pronostico CSKA-Roma

Alla viglia del match (la diretta tv in chiaro?) sono arrivate le parole in conferenza stampa di Eusebio Di Francesco. “Il percorso è lungo, ma è una bella occasione per fare una grande partita e riportare entusiasmo. Ogni occasione è importante, in Champions League ancora di più, dobbiamo essere ambiziosi. Fondamentale avere solidità nella prima gara, dobbiamo fare una grande fase difensiva per fare una grande fase offensiva. Sarà determinante cercare di mantenere inviolata la porta. Ma non dobbiamo perdere l’identità di squadra, dobbiamo difendere di squadra e avere accorgimenti in più. La Roma non ha mai avuto un bel rapporto con il Porto”.

Sulla possibile formazione: “Di chi non c’era a Verona, sicuramente Manolas recupera, Olsen è in dubbio e lo sarà fino a prima della partita. Abbiamo perso Schick, tutti gli altri non ci saranno. Ci auguriamo di riaverli col Bologna. Se Schick recupera per il Bologna? Ora sto pensando al Porto. Non posso dirlo, Ünder e Perotti ci auguriamo possano esserci, Schick difficilmente”.

La presenza di De Rossi ancora in dubbio

A centrocampo la Roma potrebbe riavere dal 1′ Daniele De Rossi, ma le sue condizioni non sono ottimali. Un altro dubbio di formazione per Di Francesco: “De Rossi o Nzonzi? Ho questo dubbio, al di là del sistema di gioco. Ritengo che siano entrambi titolari, oggi Daniele farà l’allenamento con la squadra, è diventato un po’ enigmatico, se dovesse essere positivo giocherà. Non possiamo pretendere da lui una condizione ottimale, ma se le gambe ti tremano quando hai la palla o consumi le energie è dura. Determinati tipi di calciatori aiutano i ragazzi a preparare le partite”.

Si va verso il modulo 4-3-3 (le probabili formazioni), con Zaniolo esterno destro nel 4-3-3 o anche mezz’ala: “Non lo so come lo vedo, potrebbe giocare in entrambe le posizioni. Non è una novità. Potrebbe giocare anche lui a destra, non posso darvi la formazione, ci sono anche Kluivert e Florenzi. Dipende anche dall’avversario”.

PRONOSTICO ROMA-PORTO

Please wait...