Cristiano Ronaldo è stellare! La Juventus travolge l’Atletico Madrid e va ai quarti di finale

La Juventus riesce a rimontare l'Atletico Madrid, nella sfida valida per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League, vincendo 3-0

1329

La Juventus riesce nella rimonta ‘impossibile’ e travolge per 3-0 l’Atletico Madrid nel ritorno degli ottavi della Champions League. I bianconeri giocano un match straordinariamente perfetto e con un Cristiano Ronaldo stellare, autore della tripletta decisiva, si qualifica per i quarti di finale.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Il match tanto atteso è arrivato. Juventus e Atletico Madrid scendono in campo all’Allianz Stadium nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League. La Juventus si presenta a questa sfida con la consapevolezza di dover fare una grandissima impresa. I bianconeri devono ribaltare il 2-0 subito all’andata e non hanno molte alternative che fare una partita di grande intensità. L’Atletico Madrid arriva all’Allianz Stadium con la voglia di difendere il doppio vantaggio conseguito al Wanda Metropolitano e segnare quel gol che, forse, metterebbe al sicuro la qualificazione.

Sul fronte formazioni ufficiali, Massimiliano Allegri schiera i suoi col modulo 4-3-3. Davanti a Szczesny spazio per la difesa a quattro con Cancelo, Bonucci, Chiellini e Spinazzola. A centrocampo il trio è composto da Emre Can, Pjanic e Matuidi, mentre in avanti il tridente con Bernardeschi, Mandzukic e Cristiano Ronaldo. Dall’altra parte Diego Simeone manda in campo i suoi col modulo 4-4-1-1. In porta c’è Oblak, la difesa a quattro è formata da Juanfran, Gimenez, Godin e Saul arretrato come terzino sinistro. In mezzo al campo linea a quattro con Vitolo, Koke, Rodri e Lemar, mentre in avanti c’è Griezmann a supporto di Morata.

Primo tempo, Ronaldo per l’1-0

Il primo tempo inizia con una Juventus all’attacco e che spinge a cento all’ora. Al 4’ i bianconeri trovano anche la via della rete: azione d’angolo su cui s’innesca un flipper risolto da Chiellini, che insacca il tap-in. Il direttore di gara Kuipers sanziona però un fallo su Oblak di Ronaldo. Il Var conferma e si resta sullo 0-0. Ritmi altissimi per la Juventus, con Spinazzola e Cancelo che giocano da ali aggiunte. L’Atletico Madrid tutto chiuso all’interno della propria metà campo. Quando attacca la Juventu gioca a tre in difesa, con Emre Can a fare il terzo con Bonucci e Chiellini.

Attorno al 20’ i bianconeri respirano, ma al 27’ Juventus in vantaggio: azione di Bernardeschi che affonda sul centro sinistra e mette in mezzo, sul secondo palo Ronaldo sovrasta Juanfran e batte Oblak. La Juventus spinge ancora e si rende pericolosa due volte con Bernardeschi, prima con una punizione che termina di poco alta e poi con una bellissima rovesciata che va fuori non di molto. Nel finale di tempo c’è ancora spazio per un’occasione per parte. Prima Oblak deve alzare in corner un colpo di testa centrale di Chiellini, poi Morata spreca da ottima posizione mettendo alto di testa un cross di Koke, dopo essersi liberato dalla marcatura di Bonucci.

Secondo tempo, Ronaldo stellare

Il secondo tempo si apre senza cambi, ma con la Juventus a trovare subito il 2-0 al 49’: cross dalla destra di Cancelo, al centro svetta ancora Ronaldo. Arriva la grande parata di Oblak, ma Kuipers assegna il gol dopo aver ricevuto l’impulso dell’orologio riguardante la goal line technology. L’Atletico Madrid soffre tantissimo e Simeone al 56’ manda in campo Correa per Lemar, spostando Koke. Al 61’ proprio l’argentino prova un destro da fuori che termina alto, mentre al 67’ Allegri manda in campo Dybala al posto di Spinazzola, passando al modulo 4-2-4.

Al 77’ Simeone si gioca il secondo cambio, inserendo Vitolo per Arias, risponde Allegri all’80’ con Kean al posto di un dolorante Mandzukic. E all’82 c’è una clamorosa occasione per la Juventus: lancio lungo di Chiellini che Gimenez riesce solo a toccare, Kean s’invola verso Oblak ma davanti allo sloveno incrocia il sinistro e mette a fil di palo. All’86’ però La Juventus completa la rimonta: grandissima azione di Bernardeschi sulla sinistra che va via di forza, Correa lo spinge all’interno dell’area e Kuipers indica il dischetto. Dagli undici metri Ronaldo incrocia il destro e fa 3-0. Nei cinque minuti di recupero non accade altro, finisce 3-0.

INFO CHAMPIONS LEAGUE

CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

PROGRAMMA OTTAVI DI FINALE

CALENDARIO E DATE QUARTI DI FINALE

PARTITE IN CHIARO RAI DELLA CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019