La Juventus dice addio ai sogni di gloria: l’Ajax s’impone dominando e va in semifinale

    La Juventus cade in casa contro un grande Ajax nel ritorno dei quarti di finale di Champions League e viene eliminata senza attenuanti

    483

    Finisce qui l’avventura in Champions League della Juventus. Dopo il pareggio della gara di andata i bianconeri perdono in casa per 2-1 contro l’Ajax e dicono addio alla competizione. La squadra di Allegri gioca un discreto primo tempo, poi nella ripresa è letteralmente un dominio olandese che, con la rete di De Ligt al 67′, manda i suoi in semifinale.

    LA CRONACA DELLA PARTITA – Grande attesa per il match di ritorno dei quarti di finale di Champions League tra la Juventus di Massimiliano Allegri e l’Ajax di Erik Ten Hag. La Juventus riparte dall’1-1 conquistato in quel di Amsterdam nel match di andata. I bianconeri sono consci che non possono speculare su questo risultato e dovranno fare una partita attenta e al contempo solida. Dal canto suo l’Ajax vuole fare l’impresa, provando a ripetere quanto fatto nel ritorno degli ottavi di finale al Santiago Bernabeu contro il Real Madrid, riuscendo a ribaltare il ko dell’andata con un sonante 4-1.

    Sul fronte formazioni ufficiali, Massimiliano Allegri conferma Rugani in coppia con Bonucci, poi De Sciglio a destra e Alex Sandro a sinistra, nella difesa davanti a Szczesny. A centrocampo ci sarà invece la novità Emre Can, col tedesco recuperato dalla distorsione alla caviglia e che va a completare il terzetto con Pjanic e Matuidi. Una novità in attacco dove il tridente è formato da Bernardeschi, Cristiano Ronaldo e Dybala. Dall’altra parte Erik Ten Hag schiera i suoi col modulo 4-3-3. In porta Onana, davanti a lui la difesa a quattro è composta da Mazraoui, De Ligt, Blind e Veltman. In mezzo al campo ci sono Van de Beek e Schone ai lati di De Jong, mentre davanti con Tadic falso nueve, spazio Ziyech a destra e Neres a sinistra.

    Primo tempo, 1-1 al 45′

    Il match inizia su buoni ritmi, con l’Ajax però costretto subito al primo cambio all’11 con Mazraoui che va fuori per una distorsione alla caviglia. Al suo posto entra Sinkgraven. Dopo un buon avvio della Juventus, la prima grande chance del match è per l’Ajax al 21’ con Van de Beek: tacco di Tadic per Neres, il tutto all’interno dell’area di rigore, il pallone arriva al numero 6 olandese che, dal limite dell’area piccola, mette alto sul disturbo di Rugani. La Juventus sembra impaurita e per qualche minuto lascia il possesso palla nei piedi dei lancieri, rendendosi comunque pericolosa con un sinistro da fuori di Dybala che Onana para in maniera plastica.

    Al 28’ però, Juventus in vantaggio: sugli sviluppi del tiro dalla bandierina di Pjanic, Cristiano Ronaldo stacca all’interno dell’area in totale solitudine e di testa mette alle spalle di Onana. In partenza Veltman cade a terra, ma è De Ligt che in mezzo all’area lo tocca facendogli perdere l’equilibrio. Infatti l’arbitro Turpin controlla le immagini al VAR e convalida il gol. L’Ajax non si scompone e al 34’ trova l’1-1: azione un po’ casuale, tiro da fuori di Ziyech, il pallone è raccolto in mezzo all’area di Van de Beek che controlla e col piatto destro batte facilmente Szczęsny. Il primo tempo finisce così dopo cinque minuti di recupero, con Dybala sofferente per qualche acciacco muscolare.

    Secondo tempo, l’Ajax domina

    Il secondo tempo infatti si apre col primo cambio anche nella Juventus, con Kean al posto di Dybala. Per l’argentino problemi fisici non risolti. L’Ajax gioca benissimo e al 53’ sfiora il vantaggio: pallone sbagliato da Pjanic, Neres intercetta e serve al limite Van de Beek, apertura a destra per Ziyech che controlla e piazza col destro, ma Szczęsny compie una grande parata intercettando a mano aperta e salvando i bianconeri. Il polacco è nuovamente determinante al 58’, facendosi trovare pronto sul destro a giro dal limite di Van de Beek, alzando in corner. L’Ajax domina la partita e la Juventus è completamente in balia degli olandesi, che sfiorano ancora il gol al 63’, ma Pjanic salva tutto sul contropiede condotto da Neres, Tadic e Ziyech. Al 65’ secondo cambio per Allegri, con Cancelo al posto di De Sciglio.

    Tuttavia, minuto 67, l’Ajax passa in vantaggio: corner dalla destra di Schone, in mezzo all’area De Ligt svetta su tutti e batte Szczęsny con un preciso colpo di testa. A quel punto alla Juventus servono due gol per andare in semifinale. I bianconeri sono in difficoltà e al 74’ l’Ajax si divora il tris con Neres, col brasiliano che colpisce male davanti a Szczęsny, servito alla perfezione da Ziyech. Al 79’ la Juventus si rende pericolosa: cross dalla destra di Cancelo per Ronaldo e Kean al centro dell’area. Il pallone sbatte addosso all’attaccante bianconero ma viene bloccato da Onana. All’81’ terzo cambio per Allegri, con Bentancur per Bernardeschi. Nel finale la Juventus ci prova, ma l’Ajax addormenta il gioco facendo passare i minuti.

    INFO CHAMPIONS LEAGUE

    CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

    CALENDARIO E DATE QUARTI DI FINALE

    DATE E ACCOPPIAMENTI SEMIFINALI 2019

    PARTITE IN CHIARO RAI DELLA CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019