La Juventus viene battuta 2-0 dall’Atletico Madrid, nell’andata degli ottavi di finale di Champions League, compromettendo da subito la qualificazione ai quarti. Bianconeri completamente fuori partita nel secondo tempo, travolti dai colchoneros letali sui calci piazzati nell’ultimo quarto d’ora con le reti di Gimenez e Godin.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Il grande giorno è arrivato. La Juventus di Massimiliano Allegri affronta al Wanda Metropolitano l’Atletico Madrid di Diego Simeone nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. L’Atletico Madrid si presenta a questa sfida con la consapevolezza di non poter sbagliare. L’obiettivo primario è quello di non subire in gol in questo match di andata, per poi giocarsi la qualificazione nella sfida di ritorno a Torino. Al contrario la Juventus arriva al Wanda Metropolitano col desiderio opposto, di segnare almeno un gol in trasferta e arrivare a Torino con un vantaggio, anche minimo.

Sul fronte formazioni ufficiali, Diego Simeone conferma il solito 4-4-2. In porta Oblak, con Godin e Gimenez al centro della difesa, Juanfran e Filipe Luis esterni. A centrocampo Thomas e Rodri in mezzo con Koke a destra e Saul a sinistra. In avanti ci sono Diego Costa e Griezmann. Dall’altra parte Massimiliano Allegri punta sul solito modulo 4-3-3. In porta tocca a Szczesny, davanti a lui la difesa a quattro è composta da De Sciglio, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro. In mezzo al campo ci sono Bentancur, Pjanic e Matuidi, mentre davanti con Ronaldo e Mandzukic c’è ancora Dybala dal primo minuto.

Primo tempo senza reti

Il primo tempo inizia su ritmi alti. La Juventus parte bene e al minuto 8 Oblak è costretto ad alzare in corner una punizione di Ronaldo, poco dopo Bonucci mette alto un colpo di testa sul corner di Pjanic. La risposta dell’Atletico con un destro secco da fuori di Thomas ben bloccato da Szczęsny al 15’. La sfida resta in equilibrio, con grande intensità. Al 28′ episodio importante con correzione VAR: Koke prende palla sulla trequarti e lancia Diego Costa, controllo orientato che manda fuori giri De Sciglio, prima una mano sulla spalla e poi un contatto col piede a pochissimi metri dall’area. Per l’arbitro Zwayer è rigore, ma poi il VAR corregge, giustamente, con una punizione dal limite.

Sulla successiva battuta di Griezmann, la botta secca mancina del francese è disinnescata in corner dalla respinta del polacco Szczęsny. Finisce senza reti dopo due minuti di recupero il primo tempo per un match molto combattuto ed equilibrato come da previsioni. Da segnalare le ammonizioni a Diego Costa e Thomas, entrambi diffidati e squalificati in vista del ritorno.

Secondo tempo, Juventus al tappeto

Il secondo tempo si apre senza cambi e con una Juventus ben messa in campo e autoritaria nel tenere il possesso palla. Ma all’improvviso l’Atletico Madrid ha due grandissime occasioni. La prima arriva al 50’: Griezmann lancia Diego Costa, è scoperta la difesa bianconera e lo spagnolo resiste all’attacco di Bonucci ma, a tu per tu con Szczesny, spedisce clamorosamente fuori con il piattone. La seconda al 53’: Koke imbuca per Griezmann, il francese alza un pallonetto deviato miracolosamente da Szczesny sulla traversa, poi Chiellini è bravissimo ad anticipare Diego Costa che avrebbe segnato a porta vuota. Al 58’ Simeone opera il primo cambio, inserendo Morata per Diego Costa. Al 61’ altro cambio, con Lemar al posto di Thomas e lo spostamento di Saul in mezzo al campo. Al 70’ il VAR torna protagonista e annulla il gol di Morata: Filipe Luís disegna un traversone con il contagiri dalla sinistra, Morata, liberatosi con una spinta della marcatura di Chiellini, gira di testa e fredda Szczesny. L’arbitro tedesco Zwayer visiona le immagini e concede fallo.

Allegri manda in campo Emre Can per Pjanic al 73’, ma la Juventus è completamente in difficoltà e nel giro di cinque minuti subisce l’uno-due terrificante. L’Atletico Madrid passa in vantaggio al 78’: corner battuto da Lemar, flipper nell’area bianconera, il pallone carambola addosso a Bonucci e finisce sui piedi di Giménez, che da pochi passi infila Szczesny con un radente. Bianconeri in tilt e Atletico sul 2-0 all’83’: punizione a rientrare di Griezmann dalla destra, batti e ribatti, Godin colpisce al volo e batte ancora Szczesny. Dopo aver mandato in campo Bernardeschi per Dybala, tra i due gol dell’Atletico, Allegri all’85’ dà spazio a Cancelo per Matuidi. Proprio l’ex Fiorentina sfiora la rete al 90’, ma Oblak è attento ad alzare in corner un sinistro piazzato. Finisce 2-0 per l’Atletico, Juventus al tappeto e costretta già all’impresa nel match di ritorno per restare in corsa.

INFO CHAMPIONS LEAGUE

CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

PROGRAMMA OTTAVI DI FINALE

CALENDARIO E DATE QUARTI DI FINALE

PARTITE IN CHIARO RAI DELLA CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019