Dopo gli impegni di Inter e Milan al martedì, è stata la volta di Juventus e Atalanta scendere in campo nella terza giornata dei gironi di Champions League. I bianconeri di Allegri hanno espugnato per 1-0 la Gazprom Arena di San Pietroburgo piegando lo Zenit con la rete di Kulusevski all’86’, mentre gli orobici di Gasperini sognano l’impresa ad Old Trafford per un tempo (0-2 all’intervallo). Poi nella ripresa il Manchester United ribalta i nerazzurri vincendo per 3-2.

Zenit-Juventus 0-1

Allegri manda in campo la Juventus col 4-3-3 dove Chiesa e Bernardeschi giocano ai lati di Morata. Tuttavia i bianconeri nel primo tempo non riescono a fornire tanti palloni ai propri attaccanti, soffrendo il pressing aggressivo dei russi. Anzi al 19′ è proprio dello Zenit la prima occasione: scivolone di Bernardeschi che favorisce Malcom, abile a servire poi il connazionale brasiliano Claudinho, la cui conclusione viene deviata in qualche modo da Szczesny in tuffo. I bianconeri hanno in Chiesa il giocatore più pericoloso, con l’esterno offensivo che mette in apprensione la difesa di casa in un paio di occasioni. All’intervallo si va però sullo 0-0.

La ripresa si apre con un’ottima occasione per parte. Prima per Mckennie, la cui conclusione ravvicinata viene salvata da Kritsyuk, poi per Claudinho che viene chiuso provvvidenzialmente da Bonucci prima di battere a rete davanti a Szczęsny. Lo stesso brasiliano dello Zenit sfiora il gol al 58′, ma anche la Juventus ritorna pericolosa tra il 71′ e il 73′, con Morata prima e ancora Mckennie poi. Ma è Kulusevski a sbloccare il match al minuto 86: traversone dalla corsia mancina di De Sciglio per lo svedese che viene dimenticato dalla difesa dello Zenit, l’esterno colpisce di testa e mette alle spalle di Kritsyuk.

Greenwood-Freuler, Manchester United-Atalanta

Manchester Utd-Atalanta 3-2

L’Atalanta si presenta ad Old Trafford con Ilicic e Muriel supportati da Pasalic nel 3-4-1-2. E gli orobici giocano un grande primo tempo, mettendo in grave difficoltà lo United. Gli ospiti partono forte e al 15′ arriva lo 0-1: Ilicic serve con i tempi giusti Zappacosta che mette un cross tagliato sul quale irrompe Pasalic insaccand facilmente. Il Manchester United reagisce con Fred che trova l’opposizione di Musso, ma è ancora l’Atalanta a trova la via della rete al 29′: corner messo al centro dove Demiral stacca più in alto di tutti siglando il clamoroso 0-2. All’intervallo si va con questo risultato, anche se Rashford al 46′ manca una clamorosa chance sparando alto tutto solo davanti a Musso.

La ripresa, con Lovato al posto dell’acciacato Demiral, si apre con i Red Devils vogliosi di riaprire la contesa, trovando la rete dell’1-2 al 53′: errore in appoggio di Ilicic, ne approfitta Bruno Fernandes che verticalizza di prima in maniera fantastica per Rashford, poi altrettanto bravo a battere Musso in diagonale. I padroni di casa, con anche Cavani e Pogba in campo, spingono forte e al 58′ McTominay colpisce un palo. Gasperini manda in campo Miranchuk, Zapata, e Malinovsky, con gli orobici che sfiorano il gol al 71′ trovando De Gea prontissimo proprio sugli ultimi due neoentrati. Al 75′ però arriva il 2-2: pallone in mezzo dalla destra, Cavani fa una specie di velo e Maguire col destro insacca di potenza. E lo United completa la rimonta all’81’: cross perfetto dalla sinistra di Shaw sul secondo palo dove Ronaldo anticipa Palomino e di testa non lascia scampo a Musso.

Info Champions League 2021/2022

SORTEGGIO GIRONI CHAMPIONS LEAGUE 2021/2022

CALENDARIO E DATE PARTITE JUVENTUS CHAMPIONS LEAGUE

CALENDARIO E DATE PARTITE ATALANTA CHAMPIONS LEAGUE

CALENDARIO E DATE CHAMPIONS LEAGUE 2021/2022 SINO ALLA FINALE