La quarta giornata della fase a gironi di Champions League, aperta con le vittorie di Juventus e Lazio, è proseguita con le sfide di questo mercoledì 25 novembre, dove toccava a Inter e Atalanta difendere i colori italiani nei return match contro Real Madrid e Liverpool, dopo i ko subiti ad inizio mese. E se l’Inter è stata nuovamente sconfitta dai blancos per 2-0 al Mezza, l’Atalanta vendica lo 0-5 di Bergamo andando ad espugnare per 2-0 Anfield Road.

Inter-Real Madrid 0-2

Nei primi venti minuti di gioco in campo c’è solo il Real Madrid, con l’Inter in balia dei blancos. E al 5′ arriva anche il calcio di rigore per gli ospiti che sblocca il match: azione che parte dalla corsia di sinistra con Hazard che serve a rimorchio Odegaard. Il centrocampista pesca nello spazio Nacho che viene atterrato da Barella. Taylor non ha dubbi ed indica il dischetto. Qui Hazard apre il piatto destro e batte Handanovic. Il Real non si ferma e sfiora due volte il raddoppio, prima con un destro di Lucas Vazquez che colpisce il palo, poi con Mendy che, dall’interno dell’area, invece che calciare, cerca un assist a rimorchio per Modric che manca la sfera.

Man mano che passano i minuti l’Inter ritrova il bandolo della matassa, ma al 33′ arriva un altro episodio che complica tutto. Vibranti proteste da parte dell’Inter per un tocco di Varane ai danni di Vidal all’interno dell’area di rigore. Taylor dice che non è rigore e ammonisce il centrocampista per proteste. Il cileno continua a inveire andando quasi petto a petto col fischietto inglese, che estrae nuovamente il giallo espellendo il numero 23.

espulsione Vidal, Inter-Real Madrid

Il secondo tempo si apre con un doppio cambio nell’Inter, dentro D’Ambrosio per Bastoni e Perisic per Lautaro Martinez. L’avvio è incoraggiante per i nerazzurri, ma al primo vero affondo nella ripresa dei blancos arriva il 2-0 Real al 61′: Lucas Vazquez va via sulla fascia destra, percorre la linea di fondo e serve a Rodrygo un pallone perfetto. Il giovane attaccante, appena entrato, si fa trovare sul secondo palo e calcia al volo superando Handanovic, anche se l’ultimo tocco viene assegnato ad Hakimi nel tentativo disperato di anticipare il brasiliano. Un gol che chiude di fatto partita e giochi, Inter vicina all’eliminazione.

Liverpool-Atalanta 0-2

Il primo tempo di Anfield non regala grandi emozioni, con un Gasperini che manda i suoi con un 3-5-2 più coperto, visto che in avanti ci sono solo Gomez e Pasalic, mentre in mediana Pessina per dare man forte a De Roon e Freuler. Tuttavia è proprio l’Atalanta ad avere un paio di occasioni importanti in avvio, con Alisson che dice no a Gosens al 9′, mentre è poi Gomez a calciare di poco a lato al 10′. Nel finale di tempo arriva invece la prima occasione per il Liverpoo, con Salah che, dopo una serie di rimpalli, spara a rete mandando però alto.

Hateboer-Diogo Jota, Atalanta-Liverpool

La ripresa però si apre nel modo migliore per l’Atalanta, con gli orobici che passano in vantaggio al 60‘: pallone tagliato di Gomez sul secondo palo, Ilicic si butta in spaccata e supera Alisson. Klopp reagisce mandando in campo in colpo solo Robertson, Firmino, Fabinho e Diogo Jota. Ma è ancora l’Atalanta a trovare la via del gol al 64′ per il clamoroso 0-2: cross di Gomez sul secondo palo, Hateboer fa la torre in area dove c’è Gosens che fredda ancora i Reds. Il Liverpool non reagisce e va ko, l’Atalanta firma l’impresa storica.

Info Champions League 2020-2021

CALENDARIO GIRONE INTER, DATE E ORARI

CALENDARIO GIRONE ATALANTA, DATE E ORARI

SORTEGGIO FASE A GIRONI CHAMPIONS LEAGUE 2020-2021

CALENDARIO E DATE CHAMPIONS LEAGUE 2020-2021 SINO ALLA FINALE