Champions League, in semifinale Liverpool e Tottenham: partita clamorosa all’Etihad contro il City

    Dopo novanta minuti folli è 4-3 tra Manchester City e Tottenham: non basta ai 'Citizens', che salutano la competizione. Poker Liverpool al Porto

    141

    Seconda e ultime serata dedicata ai match di ritorno dei quarti di finale di Champions League. Dopo che Barcellona e Ajax hanno staccato un pass per le semifinale, questa sera toccava a Manchester City-Tottenham (si ripartia dall’1-0 Spurs a Londra) e Porto-Liverpool (2-0 Reds ad Anfield) a prendersi la scena. Vanno avanti e in semifinale Tottenham e Liverpool.

    Manchester City-Tottenham 4-3

    Partita fantastica, basti dire che nei primi ventuno minuti arrivano addirittura cinque gol. La sfida parte con un Manchester City all’attacco e al 3 ‘ i Citizens vanno in vantaggio con uno splendido destro a giro di Sterling. La reazione del Tottenham è però immediata e dal 7′ al 10′ ribalta il punteggio. La doppietta di Son è lampo, prima con un destro dal limite che Ederson non riesce a intercettare, poi con una ‘sberla’ a giro col destro. Ritmi infernali e Manchester City che trova il 2-2 immediatamente all’11’: Aguero vede il corridoio a destra per Bernardo Silva, il portoghese calcia in porta con un radente non irresistibile, deviazione decisiva di Rose e Lloris battuto.

    Non c’è un attimo di sosta e al 21′ arriva anche il 3-2 del City: punizione battuta velocemente da De Bruyne per Bernardo Silva a destra, sovrapposizione del belga premiata, pallone radente sul secondo palo con Sterling che appoggia in rete col sinistro. Il match resta bellissimo e nel finale un sinistro di Son mette i brividi al City.

    Nel secondo tempo il Manchester City parte forte e al 54′ Lloris compie un grande intervento sul destro di De Bruyne. Come anche Ederson è chiamato a rispondere presente al 58′ sul colpo di testa di Llorente. Partita bellissima e City sul 4-2 al 59‘: giocata sublime di De Bruyne, che danza sul pallone facendo secco Wanyama e servendo sulla corsa Aguero: stop e tiro del ‘Kun’, che batte sul primo palo Lloris. Il Tottenham non demorde e al 73′ arriva il gol del 3-4 che riporta la qualificazione dalla parte Spurs: angolo a rientrare, tocco di Llorente con braccio e coscia. Cakir convalida dopo aver visionato le immagini. Il finale è ancora più clamoroso: al 93′ Sterling segna il 5-3 che darebbe la qualificazione ai Citizens, ma il VAR annulla per un fuorigioco di Aguero.

    Porto-Liverpool 1-3

    Il match inizia con un Porto subito all’attacco e pericoloso due volte con Corona prima e Marega poi. I lusitani spingono fortissimo e al 16′ sfiorano il vantaggio: cross di Telles dalla sinistra,: Marega s’infila tra Robertson e Van Dijk e prova la girata al volo, col pallone che sfiora il palo alla destra di Alisson. Il Liverpool però, al primo affondo, trova la rete del vantaggio al 26‘: scambio in area di rigore tra Wijnaldum e Salah, l’egiziano poi effettua un tiro cross col destro che Mané spinge in rete. Il guardalinee segnala il fuorigioco del senegalese, poi il VAR corregge la chiamata e convalida lo 0-1.

    Il secondo tempo vede un Liverpool controllare il gioco, con un Porto chiamato al ‘miracolo’ sportivo per ribaltare il discorso qualificazione. Nel finale di match arrivano altri gol. Al 65′ il Liverpool raddoppia con Salah che finalizza il classico contropiede dei Reds. Poco dopo il Porto accorcia le distanze: sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, Militao salta più in alto di tutti, anticipa Fabinho e batte Alisson. Il discoso qualificazione è ormi chiuso, ma il Liverpool al 77′ trova anche il 3-1 con Firmino sul cross di Henderson. All’84’ arriva anche il poker di Van Dijk.

    INFO CHAMPIONS LEAGUE

    CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

    CALENDARIO E DATE QUARTI DI FINALE

    DATE E ACCOPPIAMENTI SEMIFINALI 2019

    PARTITE IN CHIARO RAI DELLA CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019