Il Napoli batte i campioni d’Europa del Liverpool nella partita d’esordio in Champions League, bissando il successo ottenuto nella passata edizione della competizione continentale. A decidere a contesa del San Paolo le reti di Mertens all’82 su calcio di rigore e il sigillo finale di Llorente al 92′.

LA CRONACA DELLA PARTITA – La prima giornata di Champions League vede subito andare in scena alcuni big match, come quello delle ore 21:00 allo stadio San Paolo tra il Napoli di Carlo Ancelotti e il Liverpool di Jurgen Klopp, valido per il Gruppo E. Una sfida che si ripete quella per il Napoli di Carlo Ancelotti contro i Reds di Klopp. Nella passata edizione fu vittoria per 1-0 con la rete di Insigne al 90′, adesso i partenopei stanno cambiando modo di giocare, con la necessità di registrare una fase difensiva sin qui non proprio irreprensibile. Dall’altra parte un Liverpool invece ‘rullo compressore’, sempre più consapevole della propria forza e ancora a punteggio pieno in Premier League dopo cinque giornate. Salah e compagni stanno giocando un gran calcio e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Sul fronte formazioni ufficiali, Carlo Ancelotti riparte dal modulo 4-4-2 visto sin qui, o 4-2-3-1 per gli amanti dei numeri. Davanti a Meret ci sono Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly e Mario Rui, con Allan e Fabian Ruiz in mezzo al campo. In avanti Callejon a destra e Insigne a sinistra per supportare Mertens e Lozano. Dall’altra parte Jurgen Klopp non si schioda dall’ormai collaudatissimo 4-3-3. In porta sempre Adrian, davanti allo spagnolo Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk e Robertson in difesa. Fabinho, Henderson e Wijnaldum è il trio di centrocampo, col solito tridente composto da Salah, Firmino e Mané.

Primo tempo, 0-0 al San Paolo

Koulibaly, Napoli

Il match inizia subito su ritmi alti e col Napoli pericolosissimo al 7’: Mario Rui lungo per Insigne, che mette giù e aspetta l’accorrente Fabian al limite: primo tiro, respinge Adrian; secondo tentativo, ma Adrian dice ancora di no. Si alza poi la bandierina per Lozano sull’ultimo tap-in. Scampato il pericolo, il Liverpool inizia a farsi vivo dalle parti di Meret, specie con le solite incredibili accelerazioni di Salah. Ma l’egiziano trova pane per i suoi denti, quando Koulibaly gli si para davanti. Il centrale senegalese è semplicemente perfetto nel primo tempo, con anche un Manolas sempre attento. Al 21’ Reds pericolosi: Insigne si perde in un dribbling di troppo sulla trequarti e regala la sfera al Liverpool. Subito imbeccata per Mané, che calcia da posizione defilata, trovando la respinta di Meret in angolo.

La partita si gioca su ritmi meno alti dal 25’ in poi, anche per il gran caldo. Mertens e Loano fanno grande movimento, non riuscendo però a trovare il guizzo vincente. L’arbitro Brych facilita il gioco fischiando poco, nonostante i tanti contatti in campo. Prima della fine del tempo però, brivido per il San Paolo e Liverpool vicinissimo al vantaggio: corner battuto corto da Salah per Mané, pallone in mezzo e deviazione aerea di Firmino che spedisce di un soffio a lato con Meret immobile sulla linea di porta.

Secondo tempo, Mertens-Llorente fanno 2-0

Robertson-Callejon, Napoli-Liverpool

Il secondo tempo si apre con una clamorosa occasione per il Napoli al 49’: sviluppo offensivo del Napoli da destra verso sinistra, Insigne apre su Mario Rui, che crossa perfettamente per Mertens, la zampata del belga è diretta nel sette ma Adrian dice di no con un super intervento. Da parte sua il Liverpool è sempre pericoloso in contropiede come al 55’, quando però Salah sbaglia la rifinitura per Mané, vanificando tutto. Al 65’ però serve un grande intervento di Meret per salvare il risultato: grave errore di Manolas che svirgola da ultimo uomo e la regala a Salah, l’egiziano la calcia subito in diagonale all’angolino, ma Meret vola e ci arriva.

Arrivano anche i cambi, con Klopp che manda in campo Wijnaldum per Milner. Mentre Ancelotti dal 67’ al 75’ si gioca le proprie tre carte, inserendo Zielinski per Insigne, Llorente per Lozano e infine Elmas per un Alla in preda ai crampi. La svolta del match arriva però al minuto 82: Mertens fa correre Callejon sulla destra, lo spagnolo entra in area, tenta il dribbling su Robertson, che lo sgambetta e per Brych è rigore. Il VAR conferma e Mertens fa 1-0 incrociando il destro. Il Liverpool prova una reazione scomposta, ma al 92’ il Napoli chiude i conti: azione confusa sulla destra, Van Dijk tocca male per anticipare Mertens servendo di fatto un assist perfetto per Llorente che non perdona freddando Adrian. E’ 2-0 per il Napoli, il San Paolo continua ad essere tabù per Klopp.

Info Champions League

CALENDARIO, DATE E ORARI GRUPPO E DEL NAPOLI

CALENDARIO COMPLETO FASE A GIRONI CHAMPIONS LEAGUE 2019-2020

DATE CHAMPIONS LEAGUE 2019-2020 SINO ALLA FINALE

PARTITE IN CHIARO SU MEDIASET DELLA CHAMPIONS LEAGUE 2019-2020