La Juventus comincia bene la sua avventura nella Champions League 2020-2021, andando a vincere per 2-0 in quel di Kiev contro la Dinamo. La sfida in terra ucraina si è decisa nel secondo tempo, grazie alla doppietta di Alvaro Morata, con lo spagnolo andato a segno prima al 46′ con un tocco sotto misura e poi al minuto 84 con un bel colpo di testa.

CRONACA DINAMO KIEV-JUVENTUS – Sul fronte formazioni ufficiali, Andrea Pirlo manda in campo la Juventus col modulo 3-4-1-2 (anche se in fase difensiva diventa 4-4-1-1). Davanti a Szczesny spazio per Danilo, Bonucci e Chiellini, con Cuadrado, Rabiot, Bentancur e Chiesa a metà campo. In avanti è Ramsey il trequartista alle spalle di Morata e Kulusevski. Dall’altra parte Mircea Lucescu conferma per la sua Dinamo Kiev il 4-3-3 col tridente formato da Tsygankov, Supryaga e De Pena.

Primo tempo, reti bianche a Kiev

Dopo dieci minuti di studio, la Juventus al 12′ ha una prima chance con Chiesa: l’esterno riceve sulla corsia di sinistra, punta Kedziora, si allarga sul mancino e calcia in diagonale trovando l’ottima riposta di Bushchan. Quest’ultimo sul corner successivo manca completamente l’uscita, ma Chiellini non riesce a girarlo verso la porta da pochi passi. Poco dopo proprio il capitano bianconero alza bandiera banca per un problema muscolare e al suo posto al 20′ entra Demiral.

Kulusevski-Shaparenko, Dinamo Kiev-Juventus

La Dinamo Kiev bada soprattutto a difendersi, con la Juventus nuovamente pericolosa al 28′ con un destro di Cuadrado che Bushchan respinge. Il portiere ucraino compie però un intervento importante al 34′: bella azione sulla sinistra di Ramsey, il numero 8 bianconero percorre la linea di fondo e serve a rimorchio Kulusevski che colpisce di tacco costringendo Bushchan alla grande parata sul primo palo. Nel finale di tempo accade poco o nulla e dopo un minuto di recupero Hategan manda tutti negli spogliatoi.

Secondo tempo, decide Morata

Il secondo tempo si apre senza cambi, ma a cambiare è invece subito il risultato dato che, al 46′, la Juventus passa in vantaggio: azione avvolgente con Chiesa che salta Tsygankov e serve Ramsey, colpo di tacco all’indietro per Kulusevski che prova la conclusione mancina, la risposta di Bushchan non è brillante e sul tap-in il più lesto è Morata che insacca in rete. I bianconeri a quel punto controllano la sfida, con Pirlo che al 56′ manda in campo Dybala per Kulusevski.

Danilo, Dinamo Kiev-Juventus

Dal canto suo la Dinamo Kiev non cambia atteggiamento inizialmente, poi i cambi di Lucescu con l’ingresso di Popov e Verbic danno un impulso più offensivo agli ucraini. Un destro di Sydorchuk al 75′ non spaventa Szczęsny, anche se Pirlo non si fida e al 79′ manda in campo Bernardeschi per Ramsey e Arthur per Bentancur inserendo forze fresche. E all’84’ la Juventus chiude i conti: discesa a destra di Cuadrado, cross al centro e Morata di testa, tagliando in mezzo schiaccia battendo Bushchan. Nel finale la Dinamo prova a dimezzare lo svantaggio, ma Szczęsny è attento. Finisce 2-0 per la Juventus, l’inizio è col piede giusto.

Info Champions League 2020-2021

CALENDARIO GIRONE JUVENTUS, DATE E ORARI

SORTEGGIO FASE A GIRONI CHAMPIONS LEAGUE 2020-2021

CALENDARIO E DATE CHAMPIONS LEAGUE 2020-2021 SINO ALLA FINALE