Il Manchester City raggiunge per la prima volta nella sua storia la finale di Champions League, battendo ancora il PSG nella semifinale di ritorno per 2-0. I Citizens hanno trovato in Mahrez, già a segno anche settimana scorsa nel 2-1 di Parigi, il giocatore decisivo e autentico “killer calcistico” dei transalpini in questa doppia sfida. Una finale raggiunta che diventa il giusto approdo per il lavoro svolto da Pep Guardiola in questi anni al City, mentre per il PSG troppo pesante per essere sopportata l’assenza di Mbappé.

CRONACA MANCHESTER CITY-PSG – Sul fronte formazioni ufficiali, Pep Guardiola manda in campo il Manchester City col solito 4-3-3 ma con due novità rispetto al match di andata. Infatti ci sono Zinchenko come terzino sinistro al posto di Cancelo e Fernandinho in mezzo al campo in luogo di Rodri. Nel tridente Mahrez e Foden ai lati di De Bruyne. Dall’altra parte sono invece tre i cambi rispetto a settimana, con Mauricio Pochettino che inserisce Diallo per Bakker come terzino mancino, Herrera per lo squalificato Gueye e infine Icardi al posto di un Mbappé acciaccato e costretto a sedersi inizialmente in panchina.

Primo tempo, Mahrez fa 1-0

Si gioca su un campo completamente ‘imbiancato’ dalla forte grandinata caduta su Manchester prima dell’inizio del match. Il PSG parte col piede sull’acceleratore e chiude il City nella propria trequarti, anche se la prima notizia arriva dal VAR che ‘toglie’ giustamente ai parigini, minuto 10, un calcio di rigore assegnato da Kuipers. Sul traversone dalla sinista di Di Maria, il pallone finisce sulla spalla di Zinchenko e non sul braccio. E sull’azione successiva il Manchester City passa in vantaggio: lancio fantastico di Ederson per lo scatto di Zinchenko che parte dalla sua metà campo, l’esterno sinistro parte come un treno e serve a rimorchio per la conclusione di De Bruyne, il pallone viene deviato e termina a destra sui piedi di Mahrez che supera Navas in diagonale.

Il PSG comunque gioca bene e al 18′ sfiora il pari: cross morbido di Di Maria dalla corsia di sinistra per il Marquinhos che svetta più in alto di tutti ma il suo colpo di testa colpisce la traversa. Poco dopo invece sempre Di Maria spreca una grande chance, calciando da fuori con Ederson fuori porta e mettendo a fil di palo. Passata la metà del tempo il City riesce a gestire meglio il possesso palla, limitando al massimo i rischi. E anzi nel finale sfiora anche il raddoppio, con ancora Mahrez pericoloso ad impegnare nella respinta di piede Navas. All’intervallo si va sul punteggio di 1-0 per i Citizens.

Pochettino - allenatore PSG

Secondo tempo, il City vola in finale

Il secondo tempo si apre senza cambi e con un terreno ‘ripulito’ dal ghiaccio e quindi decisamente praticabile. Il PSG prova ad attaccare, ma il City si difende bene con un Ruben Dias sugli scudi. I minuti corrono e per i parigini non c’è da aspettare, così Pochettino al 63′ manda in campo Kean per un Icardi evanescente e Draxler per Herrera. Ma un minuto dopo contropiede fantastico del City e 2-0 in cassaforte: scambio di classe fra De Bruyne e Foden con il primo che lancia il secondo nello spazio, la giovane stella inglese guadagna il fondo a sinistra ed effettua un cross sul palo più lontano raccolto da Mahrez per il facile sinistro nel sacco.

Il PSG ‘perde la testa’, un po’ come successo settimana scorsa, e a farne le spese questa volta è Di Maria, colpendo a gioco fermo Fernandinho. Per Kuipers non ci sono dubbi ed arriva il cartellino rosso al minuto 69′. Di fatto per i transalpini la corsa in Champions League finisce qui, con Foden che al 78′ colpisce un palo clamoroso con un sinistro radente in diagonale. Nel finale di match Guardiola inserisce Gabriel Jesus per l’ammonito De Bruyne e Sterling per Bernardo Silva. Poi anche spazio per Aguero, che a fine stagione ascerà gli inglesi, per un Foden sempre scintillante. Il Manchester City si prende la finale, il 29 maggio contro Chelsea o Real Madrid, per il PSG non resta che riprovarci nella prossima edizione.

Info Champions League 2020-2021

CALENDARIO SEMIFINALI CHAMPIONS LEAGUE

CALENDARIO E DATE CHAMPIONS LEAGUE 2020-2021 SINO ALLA FINALE