Champions League, ultimi verdetti: Barcellona e Liverpool ai quarti di finale

    Il Liverpool s'impone per 3-1 all'Allianz Arena battendo il Bayern Monaco, mentre al Camp Nou è cinquina Barcellona al Lione

    223

    Seconda e ultima serata dedicata ai match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Dopo le qualificazioni di Juventus (3-0 all’Atletico Madrid) e Manchester City, toccava a Bayern Monaco-Liverpool e Barcellona-Lione prendersi la scena. A qualificarsi per i quarti di finale sono il Liverpool di Jurgen Klopp e il Barcellona di Ernesto Valverde.

    Bayern Monaco-Liverpool 1-3

    Sul fronte formazioni ufficiali, il Bayern Monaco di Niko Kovac si schiera col modulo 4-2-3-1. Alle spalle di Lewandowski in avanti ci sono Gnabry, James Rodriguez e Ribery. Modulo 4-3-3 invece per il Liverpool di Jurgen Klopp con Salah, Firmino e Mané a formare il terzetto offensivo.

    Il match inizia con un Bayern più propositivo e col Liverpool che al 14′ deve fare a meno dell’infortunato Henderson, al suo posto dentro Fabinho. Dopo un avvio senza squilli, il Liverpool passa in vantaggio all’improvviso al 26‘: lancio profondo di Van Dijk per Mané, controllo al limite straordinario col destro, finta superlativa sull’uscita di Neuer e morbido pallonetto col mancino a evitare un possibile salvataggio di Rafinha. Gol bellissimo e Liverpool avanti. Ma il Bayern Monaco non molla e al 39′ arriva l’1-1: lancio profondo di Sule che trova Gnabry alle spalle di un Robertson, l’esterno affonda e calcia forte in mezzo, Matip prova ad anticipare Lewandowski e spedisce nella propria porta.

    Il secondo tempo vede un match ancora sul filo dell’equilibrio. Il Bayern ha un’ottima occasione al 61′, ma Lewandowski non arriva di un soffio sul cross basso di Gnabry. Il Liverpool però è sul pezzo e al 69′ arriva la rete dell’1-2: calcio d’angolo battuto ad uscire da Arnold, stacco portentoso di Virgil Van Dijk e palla all’angolino con Neuer in ginocchio. Un po’ come il Bayern Monaco che non ha più la forza di reagire e che Mané manda definitivamente al tappeto con un colpo di testa sul perfetto cross di esterno sinistro di Salah.

    Barcellona-Lione 5-1

    Sul fronte formazioni ufficiali, in casa Barcellona il tecnico Ernesto Valverde punta sul solito 4-3-3 con Coutinho, Messi e Luis Suarez nel tridente, con Arthur e Rakitic ai lati di Busquets in mezzo al campo. Scelte meno offensive per Bruno Genesio che schiera il Lione col modulo 3-4-1-2 con Fekir alle spalle di Dembélé e Depay.

    La sfida parte con un Barcellona all’attacco e subito pericoloso con un sinistro dal limite di Messi che Lopes devia in corner. Il Barcellona preme e al 17′ Denayer atterra Suarez in area, Marciniak indica il dischetto per il calcio di rigore che Messi realizza con un morbidissimo cucchiaio. Il dominio del Barcellona è quasi totale e al 31′ arriva il 2-0: Arthur verticalizza per Suarez, destro-sinistro che manda a vuoto Marcal e assist al centro per Coutinho che deve solo spingere in rete.

    Nel secondo tempo il match vede un Barcellona ancora in avanti e vicino al tris con Messi che si vede salvare quasi sulla linea un gol ormai fatto da Dubois. I blaugrana sembrano in totale controllo, ma il Lione al 57′ riapre la contesa: azione d’angolo per i francesi, Busquets rinvia corto di testa con Tousart che controlla di petto e col destro batte Ter Stegen. La sofferenza del Barcellona dura qualche minuto, poi Messi decide di chiudere i conti e così è. Prima l’argentino segna il 3-1 al 78′, con un’azione personale chiusa con un destro rasoterra che Gorgelin non riesce a trattenere. Poi all’81’ contropiede del numero 10, assist in mezzo per Piqué che segue l’azione e mette dentro a porta vuota col sinistro. C’è tempo nel finale anche per il 5-1 di Dembele, a chiudere la festa dei catalani.

    INFO CHAMPIONS LEAGUE

    CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

    CALENDARIO E DATE QUARTI DI FINALE

    PARTITE IN CHIARO RAI DELLA CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019