Vigilia di Champions League per il Napoli, che domani affronterà il Barcellona nel ritorno degli ottavi di finale, al Camp Nou. Serve un’impresa agli azzurri, che vengono dal pareggio per 1-1 all’andata. Una sfida che li vide anche andare in vantaggio nel primo tempo con il gol di Mertens, prima del pareggio di Griezmann nella ripresa. La squadra di Gattuso, inoltre, ha terminato il campionato dimostrando un buono stato di forma, battendo la Lazio allo stadio San Paolo per 3-1. La vincente di questa sfida andrà ad affrontare una tra Bayern Monaco e Chelsea, con i bavaresi in netto vantaggio grazie al successo per 3-0 all’andata allo Stamford Bridge.

Probabili formazioni Barcellona-Napoli

Napoli, la conferenza stampa di Gattuso

Il tecnico del Napoli, Gennaro Gattuso, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions League contro il Barcellona, valido per il ritorno degli ottavi. Questi tutti i temi trattati dall’allenatore azzurro:

La partita: “Sappiamo che per noi sarà una partita molto molto difficile. Sappiamo che tipo di squadra è il Barcellona e sappiamo che noi dovremo fare una grande prestazione, sia tecnica che tattica, e forse non basterà nemmeno. Sappiamo di affrontare grandi campioni, serve una grande partita per uscire con un buon risultato”.

Le condizioni di Insigne: “Ieri ha fatto il 50% dell’allenamento, oggi al 100% con la squadra. Voglio sentire che si sente al 100% domani, se non lo sarà non scenderà in campo dal primo minuto. Se è al 100% giocherà, ci darà una mano per fare una grande partita”.

Cos’è cambiato con Lozano: “Non è cambiato nulla. Dopo il lockdown ha cominciato a lavorare bene, a soddisfare le nostre richieste e ha avuto più minutaggio. E’ un esterno diverso da quelli che abbiamo. Se vuoi giocare di palleggio ci vuole tempo, ma può fare la differenza quando si attaccano gli spazi. Ora non è una cosa di Lozano, ma è come vogliamo far giocare questa squadra”.

Su Fabian Ruiz: “E’ un giocatore che ha ancora grandi margini di miglioramento. Riesce ad esprimersi con un calcio tecnico, di palleggio. Può migliorare ancora tanto. Ci ha dato tanto, ci sta dando tanto. E’ un giovane interessante, avrà una grande carriera davanti a lui. Queste partite per gente come Zielinski, Fabian, Elmas, Lozano e tutti i giovani che abbiamo fanno parte di un percorso, è il vissuto che serve ad ogni calciatore per migliorare e crescere. Domani non dovrà essere una partita di cui aver paura, devono pensare a godersela e giocarsela”.

Calcio dopo l’emergenza

esultanza Napoli, Coppa Italia

Il tecnico del Napoli ha parlato anche del ritorno in campo dopo l’emergenza relativa al Coronavirus:

Chi ha beneficiato di più dopo il lockdown: “Ultimamente abbiamo fatto uno sport diverso. Il calcio non è questo. Tutto il calcio mondiale è stato bravo a far ripartire la macchina, ma questo non è calcio. Abbiamo giocato ogni due giorni, anche la Coppa Italia. Non so chi abbia avuto più vantaggio. La nostra fortuna è stata raggiungere l’obiettivo Europa con la Coppa Italia, abbiamo fatto tante partite col freno tirato, facendomi arrabbiare per l’atteggiamento. Nelle ultime 12 partite comunque siamo migliorati nel possesso palla, siamo la squadra che palleggia di più in Serie A, abbiamo creato tanto anche se non abbiamo finalizzato al meglio”.

Vantaggio giocare senza pubblico: “Un calcio senza pubblico non è calcio. Il pubblico ti dà vibrazioni, emozioni, ti fa sentire di più la partita. A volte può essere un bene e a volte un male per la squadra di casa, ma il pubblico fa parte del mondo del calcio. Domani ci darà un piccolo vantaggio non aver nessuno sugli spalti perché venire qua e trovare 90 mila persone”.

Il periodo del Barcellona: “Il fatto di non aver vinto nulla ancora e per la mentalità che hanno gli dà più forza. Sono abituati a vincere e io so che quando ti abitui a vincerlo poi vuoi farlo sempre. Noi domani abbiamo un Everest da scalare. In questi mesi ho sentito tante barzellette, come ‘Barcellona non in forma’, ma se vai a vedere ci sono dei calciatori che sono uno spettacolo da guardare”.

Le ultime notizie sul Napoli