Una “tragedia greca”. Quello che sembrava impossibile o quasi alla vigilia, è diventato realtà nella notte di Atene e del “Karaiskakis”. Il Milan è letteralmente crollato contro l’Olympiakos, dopo un primo tempo equilibrato e con poche emozioni. Poi però un inizio di secondo tempo da incubo, con tante distrazioni e poca concretezza in attacco. Se ci mettiamo il “disastroso” operato arbitrale di Bastien il quadro è completo. I rossoneri escono così mestamente dall’Europa League, perdendo per 3-1 contro una squadra modesta e senza grandi individualità.

Milan senza attenuanti, Gattuso torna in bilico

Ma tanto è bastato per mandare in difficoltà la formazione di Gennaro Gattuso. E proprio il tecnico milanista adesso dovrà rialzare la testa dei propri giocatori, visto che l’obiettivo Champions League in campionato, col quarto posto, andrà centrato senza alternative.  Inutile dire che l’eliminazione dall’Europa League pesa come un macigno anche su Gattuso. Giocare in Europa è comunque sempre motivo di orgoglio, ma fare queste “figure” non è il massimo di sicuro.

E così per il calabrese diventano fondamentali i match da qui a fine dicembre, col Milan che affronterà nell’ordine Bologna il 18, Fiorentina al Meazza il 22, Frosinone a Santo Stefano allo Stirpe e infine Spal il 29 ancora in casa. Insomma quattro match in cui il bottino da aspettarsi non dovrà essere inferiore a 9/10 punti, con l’unico complicato scoglio a chiamarsi Fiorentina. Dunque per Gattuso è d’obbligo non steccare quasi mai sino a fine anno, altrimenti l’ipotesi di un avvicendamento in panchina potrebbe tornare di grande attualità.

Calciomercato Milan, Duncan e Muriel nel mirino

Nel frattempo il Milan continua a muoversi sul mercato in vista di gennaio. Sfumato l’affare Zlatan Ibrahimovic che resterà ai Los Angeles Galaxy, anche la pista Cesc Fabregas col Chelsea non è di facile attuazione sin da subito. Più facile che lo spagnolo firmi coi rossoneri a parametro zero in vista di giugno prossimo, dato che i Blues al momento chiedono ancora 10 milioni di euro per liberarlo a gennaio. Decisamente troppi. Così Leonardo e Maldini sono attivi per sondare piste alternative.

Per il centrocampo il nome buono delle ultime ore è quello di Alfred Duncan. Il centrocampista ghanese anche quest’anno sta facendo vedere ottime cose a Sassuolo e il club neroverde lo valuta sui 20 milioni di euro. Come riportato dal portale alfredopedulla.com, i contatti sono molto fitti tra le parti, con ottimi rapporti tra le società dopo l’affare Locatelli in estate. La formula del trasferimento potrebbe anche essere un prestito con diritto/obbligo di riscatto, così da non incidere sul fair play finanziario.

Per l’attacco invece torna in auge il nome di Luis Muriel. Il colombiano non è la prima volta che viene accostato al Milan, ma questa volta potrebbe essere l’occasione giusta. Il colombiano vuole lasciare il Siviglia e l’intenzione primaria è quella di tornare in Serie A. Fiorentina e Roma hanno fatto dei sondaggi, ma se ci fosse il Milan per Muriel non ci sarebbero dubbi. Anche qui la formula del prestito sarebbe la preferita, visto che con gli andalusi c’è in ballo anche il riscatto di André Silva.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL MILAN