Uno dei pochi acquisti riusciti la scorsa estate da parte della Roma è stato sicuramente Nicolò Zaniolo. Il centrocampista è arrivato dall’Inter, valutato poco più di 4 milioni di euro, nell’ambito dell’affare che ha portato a Milano Radja Nainggolan. Nella sua prima stagione da professionista, il classe 1999 ha subito mostrato il suo talento realizzando quattro reti e collezionando due assist in ventisette presenze in Serie A. In Champions League, invece, il prodotto del vivaio nerazzurro ha realizzato due reti, entrambe nell’andata degli ottavi di finale contro il Porto. Il suo futuro sembra possa non essere, però, nella Capitale.

Totti spiega l’addio alla Roma

Roma, su Zaniolo c’è la Juventus

Le prestazioni di Nicolò Zaniolo hanno attirato l’attenzione dei top club europei, su tutti la Juventus. Il centrocampista ha mostrato subito la propria personalità, esordendo con la maglia della Roma in Champions League contro il Real Madrid. Non sarà facile per i giallorossi trattenerlo, soprattutto in caso di offerte molto importanti. Arrivato con una valutazione di poco superiore ai 4 milioni di euro, ora il suo cartellino potrebbe valere oltre 60 milioni di euro. Una cifra che garantirebbe una notevole plusvalenza e sistemerebbe il bilancio della società capitolina. I bianconeri pensano a lui vista la necessità di rinforzare il centrocampo. Juve che potrebbe anche cercare di inserire qualche contropartita tecnica nell’affare per abbassare l’esborso economico.

Le parole del padre di Zaniolo

Del futuro di Nicolò Zaniolo ha parlato suo padre Igor, intervistato ai microfoni di Centro Suono Sport. Queste le sue parole:

Problemi societari: Ha un contratto di quattro anni, non vedo motivo di pensare che vada via. Poi se ci sono altri problemi societari non dipende da lui. Al momento non sappiamo ancora con chi parlare, il direttore sportivo non è stato ancora ufficializzato, appena messo apposto l’organigramma della società sicuramente saremo i primi ad essere chiamati”.

Gruppo forte: “Date fiducia alla società, perché peggio dell’anno scorso non può andare, l’obiettivo è tornare in Champions e quindi siate fiduciosi. C’è bisogno di esser uniti per arrivare ai risultati, Roma non è una piazza facile. ​Nicolò ha instaurato un rapporto forte con i big della Roma. Era un gruppo abbastanza coeso, poi per tanti motivi non ha reso per quanto poteva e doveva, ma il gruppo era ottimo”.

Le ultime notizie sulla Roma