Il Napoli è concentrato sul finire bene questa stagione, con gli azzurri impegnati a chiudere il campionato al secondo posto e soprattutto ad andare in fondo all’Europa League. E in quest’ottica il doppio impegno contro l’Arsenal nei quarti di finale, l’11 all’Emirates Stadium e il 18 aprile al San Paolo, diventa determinante. Ma ovviamente il club partenopeo sta pensando anche alla prossima di annata, dove Carlo Ancelotti e Aurelio De Laurentiis mirano a competere per i massimi livelli.

Prove di rinnovo per Ancelotti

Così il tecnico e il presidente del Napoli, come scrive Il Mattino, avrebbero avuto un primo incontro nel centro sportivo di Castel Volturno pr porre le basi di un rinnovo di contratto tra le parti. L’attuale sodalizio con Ancelotti è in vigore sino al giugno del 2021, ma De Laurentiis vorrebbe subito allungarlo dopo una sola annata passata insieme. Il numero uno azzurro è convinto che, con le indicazioni di Ancelotti sul calciomercato e l’esperienza del tecnico di Reggiolo, il Napoli possa crescere ancora molto.

L’unico nodo al momento è solamente quello legato ai diritti d’immagine dell’allenatore emiliano. Infatti lo stesso Ancelotti è storicamente legato ad un altro marchio sportivo, l’Adidas, ma dopo il faccia a faccia delle scorse ore, sembra che ci si possa dirigere verso una direzione comune. Nei prossimi giorni è previsto un altro incontro in merito e dunque si corre spediti verso un allungamento del contratto.

Mertens e il suo futuro

Tra chi potrebbe esserci ancora a Napoli nella prossima stagione c’è Dries Mertens. Lo dice il suo contratto in primis, scadenza giugno 2020, ma anche la sua volontà. Tuttavia nelle dinamiche del calciomercato tutto può accadere com’è ormai facile intuire, con le ‘sirene’ dalla Cina che continuano ad arrivare. Anche di questo ha parlato lo stesso Mertens, intervenuto ai microfoni di Sportmediaset dopo la vittoria del suo Belgio contro la Russia nella prima giornata delle qualificazioni agli Europei del 2020:

“Io ho un altro di contratto e poi vediamo, non ho niente di che. Al proprietario della mia casa non ho ancora detto niente visto che il mio accordo finisce nel 2020. Vediamo, ma a Napoli sto bene e mi piace vivere lì. Milik ha detto che meriterei la fascia di capitano? No, questo no. Voleva solo dire che io sto bene con tutti, chiedo sempre di andare a cena e fare cose belle. Mi fa piacere, ma abbiamo tanti giocatori come Insigne, Callejon e altri che possono farlo”.

LE ULTIME NOTIZIE SUL NAPOLI