Il Milan comincia a sfoltire la rosa in vista della prossima stagione. I rossoneri, infatti, hanno deciso di cedere nuovamente Mattia Caldara, dopo che il difensore era tornato a Milano in seguito al prestito all’Atalanta per diciotto mesi. La Dea ha deciso di non esercitare il diritto di riscatto e adesso il suo futuro sarà al Venezia.

Il Milan ufficializza la cessione di Caldara

Il Milan ha deciso di cedere ancora Mattia Caldara. I rossoneri non vogliono rischiare puntando su un difensore che ha avuto diversi problemi fisici nell’ultimo anno e mezzo. Inserito nell’affare Kjaer a gennaio 2020, l’Atalanta ha deciso di non esercitare il diritto di riscatto. Il suo futuro, però, sarà ancora lontano dal Milan visto che il club ha deciso di cederlo al Venezia. Questo il comunicato diramato in mattinata:

AC Milan comunica di aver ceduto, a titolo temporaneo con diritto di opzione per l’acquisizione definitiva, le prestazioni sportive del calciatore Mattia Caldara al Venezia FC. Il Club augura a Mattia le migliori soddisfazioni per la prossima Stagione Sportiva”.

Le cifre dell’affare

Il Milan ha ceduto Mattia Caldara al Venezia in prestito con diritto di riscatto, come sottolineato nel comunicato ufficiale. La cifra per poter acquistare a titolo definitivo il cartellino del calciatore dovrebbe essere di circa 4 milioni di euro. Caldara ha un contratto con la squadra rossonera fino a giugno 2023 e un ingaggio da circa 2 milioni netti a stagione. Da capire se la società parteciperà al pagamento dello stipendio oppure se l’ex Atalanta abbia deciso di abbassarsi l’importo per questa stagione, così da favorire il trasferimento in Veneto. Tutto sarà reso noto dal prossimo bilancio.

Le ultime notizie sul Milan