Il Milan sembra essere in netta crescita e pronto all’esordio in campionato, che lo vedrà di scena alla Dacia Arena di Udine per affrontare l’Udinese. I rossoneri ieri hanno disputato un ottimo match contro il Manchester United in International Champions Cup. Una gara che ha visto mettersi in mostra Suso, che sembra sentirsi a suo agio sulla linea dei trequartisti. Una risposta a chi pensava potesse giocare solo largo a destra. E adesso le voci su un suo addio potrebbero placarsi, nonostante il forte interesse della Roma, che aveva provato anche ad intavolare uno scambio con Patrick Schick.

Il Milan blinda Suso

Ieri è stata una sorta di partita della consacrazione per Suso. Il fantasista spagnolo ha dimostrato sul campo di potersi adattare al ruolo di trequartista nel 4-3-1-2 di Marco Giampaolo. E proprio il tecnico del Milan, alla tv ufficiale del club rossonero, ha voluto rimarcare l’intenzione di tenere l’ex Liverpool, acquistato a gennaio 2015 per un piccolo indennizzo, inferiore ad 1 milione di euro:

“E’ un fuoriclasse, un giocatore forte. E noi dobbiamo tenere i giocatori forti “.

Poche parole che, però, testimoniano la stima dello stesso Giampaolo verso Suso. Una risposta a chi sosteneva che il tecnico non sapesse dove schierarlo nel proprio scacchiere tattico. E con il fantasista spagnolo così decisivo, la qualificazione in Champions League sarebbe molto più di un miraggio.

Il parere di Giampaolo

Al termine del match con il Manchester United, Marco Giampaolo, oltre a parlare delle qualità di Suso, si è soffermato anche su altri singoli ai microfoni di Milan Tv:

Su Calhanoglu: ” E’ un calciatore universale. L’ho messo in mezzo perché Biglia ha avuto un problema a un tendine e non volevo che andasse oltre. Lucas mi sta piacendo molto tra l’altro, si muove bene”.

Su Daniel Maldini, che ha sbagliato il rigore decisivo: “Va bene così, era giusto che calciasse lui visto che era stato designato come quinto. Sfortunatamente ha sbagliato ma è un percorso utile per lui, lo aiuterà. Ragazzi come Daniel hanno bisogno di partite così per crescere, se non le fanno non crescono”.

Le ultime notizie sul Milan