Nonostante mercoledì si giocherà una gara importante come quella che andrà in scena a Jedda tra Milan e Juventus, valida per la supercoppa italiana, in casa rossonera a tenere banco è il caso Gonzalo Higuain. Il centravanti argentino, infatti, sembra destinato a dire addio per trasferirsi in Inghilterra, al Chelsea di quel Maurizio Sarri che ha saputo valorizzarlo meglio di tutti ai tempi del Napoli. Il Pipita, in prestito oneroso con diritto di riscatto, in questa stagione con la maglia del Milan ha deluso le aspettative. In questa prima parte della stagione il centravanti argentino ha segnato solamente 6 reti in quindici presenze.

Preview e probabili formazioni Juventus-Milan

Milan, la decisione di Higuain

Gonzalo Higuain sembra aver deciso quale sarà il suo futuro. Il centravanti argentino, infatti, ha comunicato la propria volontà di lasciare il Milan. Su di lui c’è il forte interesse del Chelsea di Maurizio Sarri, che lo avrebbe voluto fortemente a Londra già la scorsa estate. Un trasferimento che, a quanto pare, sembra essere stato rinviato solo di qualche mese. I Blues hanno bisogno di una punta viste le difficoltà riscontrate da Alvaro Morata, che sembra destinato a lasciare Londra. Sull’attaccante spagnolo c’è il forte interesse del Siviglia, ma non è escluso l’inserimento del Milan. I rossoneri, infatti, con l’addio del Pipita, dovranno mettersi alla ricerca di un sostituto all’altezza. Si è fatto il nome di Krzysztof Piatek, ma il Genoa valuta il centravanti polacco almeno 50 milioni di euro e non sembra intenzionato a cederlo a stagione in corso.

Prima la supercoppa

Gonzalo Higuain vuole chiudere la sua avventura al Milan, durata solo qualche mese, con un trionfo. Per questo motivo il centravanti argentino ha già fatto sapere di voler giocare prima il match di supercoppa italiana contro la Juventus. Solo dopo si potrà discutere del suo trasferimento al Chelsea. Il Pipita, infatti, vuole la rivincita dopo il match di campionato, che vide i rossoneri cadere 2-0 al Meazza ma, soprattutto, vide l’argentino vittima di una sorta di crisi di nervi. Dopo un fallo l’ex bianconero è stato ammonito e subito dopo c’è stata la dura protesta nei confronti dell’arbitro che ha poi portato all’espulsione. E chissà che questa volontà di dire addio al Milan non sia nata proprio da quella sera. Non sarebbe un caso, d’altronde, che poi nei giorni successivi ai rossoneri è stato accostato il nome di Zlatan Ibrahimovic. Il fuoriclasse svedese, però, ha deciso di restare in MLS, rinnovando il proprio contratto con i Los Angeles Galaxy.

LE ULTIME NOTIZIE SUL MILAN