Eusebio Di Francesco ha sciolto le ultime riserve, decidendo di accettare la corte della Sampdoria. Il tecnico abruzzese, dopo i vari incontri nelle scorse settimane con i dirigenti blucerchiati, ha detto sì al presidente Massimo Ferrero che gli ha garantito tre anni di contratto. Trovata anche l’intesa economica tra le parti, l’ex tecnico romanista firmerà un contratto triennale sino al 30 giugno 2022. Prima però, si aspetta solo che Di Francesco risolva il suo contratto con la Roma.

Di Francesco e la risoluzione con la Roma

Dunque l’ultimo passaggio, come riportato da Sky Sport, prima di poter ufficializzare l’accordo è la risoluzione contrattuale tra la Roma e Di Francesco. A questo proposito, è previsto un incontro a breve tra le parti, per liberare il tecnico. Lo stesso Di Francesco ha affidato al suo manager il compito di trattare la rescissione del contratto, valido fino al 2020 (a 3 milioni di euro), con la Roma. L’obiettivo è quello di ottenere dai giallorossi una buonuscita, che integrerebbe il compenso (1,8 a salire più bonus per tre anni ) proposto dal presidente blucerchiato.

E quindi, dopo la decisione di Giampaolo di lasciare la Samp, la rosa dei candidati alla panchina sampdoriana ha finito per premiare Eusebio Di Francesco, che via via ha guadagnato la pole sui vari Pioli, Semplici e Liverani. Negli ultimi giorni, il ballottaggio era rimasto solo con Pioli. Un profilo dunque importante quello scelto da Ferrero, per far compiere alla Sampdoria un ulteriore salto di qualità, quello che, in sostanza, aveva chiesto lo stesso Giampaolo.

Sampdoria, arriva Gonzalo Maroni

Nel frattempo la Sampdoria ha messo a segno il quarto acquisto del proprio calciomercato (dopo Mulé, Thorsby e Chabot), ossia Gonzalo Maroni. Il trequartista classe 1999, di proprietà del Boca Juniors (nell’ultimo anno in prestito al Talleres) è già sbarcato a Milano, per effettuare le visite mediche e firmare il contratto. L’intesa tra le parti è stata trovata sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro.

Nato a Cordoba il 18 Marzo 1999, Gonzalo Maroni  è considerato una delle prossime promesse del calcio argentino. Soprannominato “Gonzalo Maravilla”, Maroni era stato vicino al Milan un anno e mezzo fa ed è reduce dall’esperienza con la nazionale dell’Argentina U20 ai Mondiali di categoria. Maroni è un trequartista rapido e tecnico, ha grande visione di gioco ed è molto abile palla al piede. Il suo idolo è Paulo Dybala, ma per caratteristiche ricorda uno dei giocatori più forti dell’Argentina del passato, Juan Roman Riquelme.

LE ULTIME NOTIZIE SULLA SAMPDORIA