Sarà uno dei pezzi pregiati del calciomercato estivo. Il suo nome è Matthijs de Ligt e sulle sue tracce c’è mezza Europa pronta a fare ‘carte false’ pur di strapparlo all’Ajax. Ma in casa orange si nicchia, si aspetta ancora prima di prendere una decisione definitiva. I lancieri non hanno certo fretta di vendere, dopo aver già ‘piazzato’ l’altra stellina Frankie De Jong al Barcellona per 75 milioni di euro più 11 di bonus. Ma anche per De Ligt, 20 anni il prossimo 12 agosto, pensare che possa restare ancora una stagione ad Amsterdam diventa complicato. Su De Ligt l’interesse dei principali club d’Europa, come PSG, Bayern Monaco e Manchester City. Ma sull’olandese c’è anche la Juventus.

De Ligt si ‘confessa’

Intervistato ai microfoni di Tuttosport, in vista proprio della sfida tra Ajax e Juventus di Champions League, il classe 1989 ha parlato di tanti temi e anche ovviamente del suo futuro. “La Juventus è una grande squadra, ma non sto studiando la lingua. Crediamo al passaggio del turno in Champions League perché siamo più giovani e con meno pressioni. Cristiano Ronaldo è uno dei migliori al mondo e con lui la Juventus è più forte, però è affascinante sfidarlo e noi abbiamo Tadic, il nostro CR7″. 

Sul suo futuro, De Ligt non si è sbilanciato troppo: “Chiellini mi piace tantissimo ed è fortissimo, uno dei migliori in assoluto a difendere. Apprezzo anche Bonucci, sono due tra i migliori centrali d’Europa. Per un giovane come me sono entrambi due modelli a cui ispirarsi. Io con loro alla Juve? Potrebbe essere, ma ci sono anche altri club interessati. Vedremo al momento giusto, ora sono focalizzato sull’Ajax e non so ancora il mio futuro, ci pensa il mio agente Raiola.

L’Ajax e Ten Hag pensano al campionato

Per l’Ajax, domenica prossima, c’è la grande sfida col PSV Eindhoven che può valere un pezzo di titolo. La formazione di Van Bommel è cinque punti avanti, dunque per i lancieri di Ten Hag c’è solo la vittoria. E per il tecnico Erik Ten Hag il ‘pensiero Juventus’ non è ancora prioritario.

“Ronaldo? No, non le ho saputo le ultime. Probabilmente immagino che salterà le prossime tre partite, ma domenica per noi è più importante, perché il titolo nazionale è il più importante. Poi da quando sono arrivato all’Ajax l’obiettivo è sempre stato riportarla a competere ad alti livelli in Europa e ci stiamo riuscendo, anche oltre le aspettative. Questo da grandi motivazioni, ma la partita di domenica è la più importante. Tornare campioni è l’obiettivo”.

LE ULTIME NOTIZIE SULLA JUVENTUS