Uno dei giocatori che potrebbe infiammare la prossima sessione di calciomercato è Bruno Fernandes. Il fantasista portoghese ha vissuto una grande stagione, che lo ha consacrato nell’elite del calcio, attirando l’attenzione di vari top club mondiali. Tra questi ci sono i due club di Manchester, il City e lo United, e l’Inter. Un’annata che, però, influirà anche sulla sua valutazione. Lo Sporting Lisbona, infatti, proprietario del cartellino, non accetterà di trattare la sua cessione per offerte inferiori ai 50/60 milioni di euro.

Inter, idea Bruno Fernandes

Sporting Lisbona, Bruno Fernandes in uscita

Il futuro di Bruno Fernandes potrebbe essere lontano dallo Sporting Lisbona nella prossima stagione. Il fantasista portoghese ha militato in Italia tra il 2012 ed il 2017 vestendo le maglie di Novara, Udinese e Sampdoria. Il fantasista portoghese è stato autore di una grande stagione con la maglia dello Sporting Lisbona. A testimonianza di ciò c’è lo score che recita venti reti in campionato, giocando sulla linea dei trequartisti, in trentatré partite e ben tredici assist. Un’annata che ha segnato una crescita esponenziale di Bruno Fernandes, che lo Sporting aveva acquistato dalla Sampdoria solo due estati fa per dieci milioni di euro. Nel contratto del portoghese, inoltre, è inserita una clausola rescissoria da cento milioni di euro e il dieci per cento di una futura rivendita andrà al club blucerchiato. Il suo futuro potrebbe essere nuovamente in Italia, visto che sembra finito nel mirino dell’Inter, alla ricerca di un centrocampista che possa garantire un certo numero di gol. Ma anche in Inghilterra non mancano gli estimatori, con Manchester City e Manchester United su di lui.

Le parole di Bruno Fernandes

Bruno Fernandes che ha parlato ai microfoni di Radio Renascenca, ammettendo come ci sia la possibilità di lasciare lo Sporting Lisbona la prossima estate:

“Rimanere allo Sporting? Certo che è possibile, non so quanto c’è di vero in quello che è apparso sui giornali, avrò tempo per conoscere la situazione, ma sto bene allo Sporting, non ho mai detto che voglio andarmene. Ci sono dei sogni che vorrei realizzare, e uno di questi è giocare in Inghilterra: non lo dico perché ora ci sono dei club inglesi interessati, è sempre stato un mio sogno. Sto bene allo Sporting, non penso ad andarmene, ma ci sono club e proposte che non possono essere rifiutati. Partirò solo se lo Sporting sarà d’accordo con me”.