Sembra vicino alla conclusione il tormentone di mercato relativo a Mauro Icardi. Nell’ultimo giorno disponibile di calciomercato, infatti, il centravanti argentino ha accettato di lasciare l’Inter dopo mille polemiche. Il giocatore è ad un passo dal Psg, che ha trovato l’accordo con la società nerazzurra. Prima dell’annuncio del trasferimento, però, l’ex capitano firmerà il rinnovo di contratto con il club meneghino, prolungando di un anno, fino a giugno 2022. Con la sua partenza decadrà anche la causa che aveva intentato qualche giorno fa, in cui aveva richiesto il reintegro in rosa e un indennizzo da 1,5 milioni di euro per danni di immagine.

Conte su Icardi dopo Cagliari-Inter

Inter, fine del tormentone Icardi

Il futuro di Mauro Icardi sarà lontano dall’Inter. Il centravanti argentino, infatti, è ad un passo dal Paris Saint Germain, che ha già trovato l’accordo con i nerazzurri. Il giocatore si trasferirà in prestito oneroso da 5 milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 65 milioni di euro. L’ex capitano dovrebbe arrivare a Parigi alle ore 17, per poi sostenere le visite mediche e apporre la firma che lo legherà al club dello sceicco, Nasser Al Khelaifi. Il club francese, dunque, si cautela e acquista il potenziale sostituto di Edinson Cavani. L’uruguaiano, infatti, è ai box per un problema fisico e, inoltre, è in scadenza di contratto a giugno 2020. Dunque avrà il sostituto in casa e potrà valutarlo in questa stagione. Non solo la cessione in prestito ai francesi, però, visto che Maurito firmerà anche il rinnovo di contratto con l’Inter fino a giugno 2022, prolungando l’accordo di un anno alle stesse cifre percepite in questi anni, 5 milioni di euro bonus compresi. Questo per non rischiare di ritrovarsi in rosa un giocatore in scadenza di contratto il prossimo anno.

I rifiuti a Monaco e Napoli

Mauro Icardi che è stato protagonista di un vero e proprio tormentone di mercato questa estate. Il centravanti argentino ha rifiutato varie offerte in questi mesi. Su tutti due proposte molte importanti come quelle presentate dal Napoli e dal Monaco. Entrambe le società avevano l’accordo con l’Inter sulla base di 65 milioni di euro. Gli azzurri avevano proposto all’argentino un contratto da quasi 8 milioni di euro a stagione e ha atteso fino all’ultimo prima di cambiare obiettivo e virare su Fernando Llorente. I monegaschi, invece, avevano messo sul piatto un ingaggio da 12 milioni di euro all’anno più 2 milioni di bonus. Proposta importante, ma che non ha fatto vacillare le certezze del classe 1993. Alla fine, però, Icardi ha deciso di rassegnarsi e di cominciare una nuova avventura all’ombra della Tour Eiffel.

Le ultime notizie sull’Inter